new world endgame

Meno entusiasmo attorno a New World! Per Shroud: “pesante la mancanza di un endgame più profondo”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

New World Endgame – Sono giorni estremamente particolari quelli che sta vivendo ultimamente il celebre MMO di Amazon New World, titolo che solamente una manciata di settimane fa ha registrato una spike di interesse da parte di milioni e milioni di giocatori veramente notevole.

Oggi New World continua ad essere certamente molto giocato/seguito, ma vi è stato un indubbio calo nel numero di giocatori interessati, al punto che alcuni esperti hanno parlato di un numero di player attualmente attivi che è molto simile a quello che caratterizza ultimamente World of Warcraft.

Secondo quanto riferito da SteamDB infatti, nel corso della sua prima settimana New World ha raggiunto lo straordinario numero di 913,634 concurrent player su Steam, e di 985,738 viewer su Twitch, mentre oggi il titolo viaggia su numeri complessivamente più bassi, almeno secondo i dati di MMOPopulation.

Questo noto sito di statistiche dedicate agli MMO riporta infatti che il numero di giocatori attualmente attivi su New World è di 1.3 milioni (per un totale di poco meno di 14 milioni), circa 200 mila player in più rispetto a quelli che in questo stesso periodo sono attivi sul noto mmo Blizzard World of Warcraft.

Sempre secondo MMoPopulation, al momento il titolo della categoria più giocato è FINAL FANTASY XIV: A Realm Reborn con circa 2.5 milioni di giocatori attivi, seguito da New World e da Old School RuneScape. Soltanto quarto invece WoW, che precede Destiny 2 con circa 50 mila giocatori attivi in più, e WoW Classic, su cui comunque sono ancora attivi circa mezzo milione di player.

Quale potrebbe essere il “problema” di New World? 

Dietro a questo calo di giocatori, secondo l’opinione di molti esperti, vi sarebbe l’assenza di un endgame vario e ben strutturato. Questa è ad esempio l’opinione del celebre Shroud, streamer ed ex professionista esports che nel corso di una recente diretta ha espresso tutti i suoi dubbi rispetto alla situazione attuale del titolo di Amazon.

Shroud ha spiegato che il tanto farming a disposizione dei giocatori non giustifica comunque delle sessioni di gioco impegnative di molte ore al giorno…diciamo che lo stato attuale di New World, ed il tipo di sfide/attività in cui possiamo imbatterci permetterebbe ai player di prendersela con molto più “relax”, di fatto andando a diminuire la popolazione di player interessati realmente al titolo.

L’endgame di New World è effettivamente “poco”, ed una volta raggiunto il level cap ci si mette poco a vedere e tastare con mano le sfide PVP e quelle PVE a disposizione…una volta affrontate queste esperienze di gioco, il player tenderebbe a disinteressarsi di New World, ormai “sazio” di quelli che sono i contenuti a disposizione.

Anche la nota streamer italiana Kurolily ha voluto affrontare l’argomento “endgame” su New World in un suo recente video, e la stessa ha ricordato (come del resto anche Shroud nel resto del suo ragionamento, ndr) che Amazon ha in più occasioni dichiarato che quelli a cui stiamo giocando rappresentano solamente 1/3 di tutti i contenuti in arrivo.

E’ chiaro che agli Amazon Studios non si stiano girando i pollici senza far nulla, e sono diverse le testimonianze che confermano che il team di sviluppo di New World è duramente a lavoro sui contenuti futuri in arrivo. Ci sarà quindi solo da attendere, con la speranza che le novità, e speriamo anche un endgame più profondo e “ricco”, spingano una importante fetta di “ex giocatori” a tornare in azione su Aeternum.

L’opinione di Kurolily

Cosa ne pensate riguardo alla questione endgame e “declino” di New World community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 


Meno entusiasmo attorno a New World! Per Shroud: “pesante la mancanza di un endgame più profondo”
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701