cheater warzone

Cheater hackerati su Warzone: la conferma arriva da Activision!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Cheater Warzone – Attraverso un nuovo report pubblicato da Activision (che potrete consultare cliccando qui) sarebbe stato reso noto che alcuni dei fastidiosi cheater che popolano (purtroppo) Verdansk, hanno servito sul piatto d’argento tutti i loro dati sensibili a degli hacker.

Nel report infatti, Activision afferma che tra i vari cheat a disposizione degli utenti di Call of Duty Warzone c’è anche il COD-Dropper v.01, che è in realtà un malware camuffato da trucco per lo sparatutto Activision, un programma quindi capace di rubare le informazioni presenti sul computer, compresi contenuti personali e password.

Sempre nel rapporto del publisher si può leggere che i creatori di questo malware camuffato da cheat hanno intenzionalmente spacciato il loro programma per “buono”, di fatto imbrogliando gli imbroglioni ed entrando nel loro computer dalla porta principale, “invitati” tra l’altro dai cheater a fare dei loro computer tutto ciò che volevano.

L’estratto del report di Activision in cui viene nominato l’hack in questione

Activision, a prescindere da tutto, non può di certo essere contenta del fatto che i suoi utenti rischino in qualche modo problemi simili, e negli ultimi tempi ha continuano a dimostrare un certo livello di attenzione per la questione cheat.

Sono ormai diverse settimane che Raven Software annuncia infatti ondate di ban per i cheater di Warzone, ma come sempre continua a mancare un vero e proprio sistema anti-cheat, un programma che blocchi all’ingresso gli account che utilizzano software malevoli e di cui ormai parliamo, quasi ininterrottamente, dallo scorso Ottobre.

Di sicuro oggi tutti i cheater del mondo hanno scoperto (o magari già sapevano) che pur di non voler giocare in modo onesto si ostinano a scaricare programmi che potrebbero essere estremamente pericolosi per le loro informazioni sensibili ed i loro computer.

Cosa ne pensate community?

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701