sbmmwarzone

Activision intima a SBMMWarzone di chiudere il sito!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Non essendoci una vera e propria modalità classificata, su Warzone è attivo un particolare matchmaking che crea le lobby cercando di renderle sempre ben bilanciate e composte da giocatori di livello simile.

Questo valore è però assolutamente segreto, ed un giocatore non può in alcun modo conoscere la reale forza degli avversari. Questa almeno è stata la situazione fino a quando alcuni siti come SBMMWarzone non hanno iniziato a raccogliere le informazioni “interne” dei profili giocatori, rendendo di fatto pubblici dei dati che fino a poco tempo fa erano altrimenti impossibili da reperire.

Conoscendo ogni minimo aspetto e dettaglio statistico di ogni singola nostra partita, attraverso l’utilizzo delle API ufficiali di Call of Duty, questi siti hanno iniziato ad elaborare delle vere e proprie classifiche, fornendo anche ai giocatori la possibilità di identificare il livello generale di skill della lobby in cui si è giocato.

Questa applicazione è rapidamente diventata virale all’interno della community, anche perché ci offre un’ottima serie di informazioni utili a migliorare il nostro livello di gioco. A dire il vero sarebbe interessante capire come mai non esiste una “pagina giocatore” interna a Warzone che riporti le stesse informazioni che sono ora reperibili su SBMMWarzone, vista la loro incredibile utilità.

Activision non sembra comunque affatto contenta dell’uso che la community sta facendo di questi programmi, e pare abbia intimato agli sviluppatori di SBMMWarzone di chiudere immediatamente il sito internet, altrimenti procederanno per vie legali.

La ragione dietro a questa richiesta di shut down sarebbe il fatto che le API ufficiali di Activision possono essere usate solamente dai partner ufficiali dell’azienda, e i creatori di SBMMWarzone non sarebbero tra questi.
La community ha però chiesto a gran voce che venga avviata una partnership che possa garantire l’esistenza di SBMMWarzone, magari integrato proprio all’interno del gioco.

Il post originale:

Al momento nulla fa sperare che Activision ascolti la richiesta di questi giocatori della community, ma non appena disponibili nuovi aggiornamenti non esiteremo a riportarli.

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701