matchmaking skill

Nadeshot sullo Skill Based Matchmaking: “non sono contro lo SBMM per paura di incontrare i PRO”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Matchmaking Skill – Prosegue sui social ed in streaming la personale guerra di cui si è fatto carico il CEO dei 100 Thieves (ed ex giocatore professionista) Matthew ‘Nadeshot’ Haag contro lo SBMM nelle partite di Warzone.

Per chi non lo sapesse, lo SBMM (nome completo Skill Based Matchmaking) è uno strumento che serve per far si che ogni partita di Warzone risulti equilibrata e ben bilanciata, e per evitare che i livellini finiscano nelle stesse partite dei giocatori più esperti e navigati.

Grazie allo SBMM quindi, giocheremo sempre con giocatori di livello simile al nostro ma in un gioco come Warzone la cosa potrebbe alla lunga diventare troppo impegnativa. Secondo Nadeshot infatti, giocare ogni singola partita con avversari del proprio livello rende eccessivamente impegnativa la sessione di gioco e sono dello stesso pensiero molti altri professionisti e content creator di Call of Duty su questo…uno su tutti il celebre DrDisRespect.

Questa schiera di giocatori chiede sostanzialmente ad Activision di rendere lo SBMM meno “opprimente” (quando non di rimuoverlo del tutto) almeno nelle partite “unranked” lasciando invece inalterato lo SBMM in tutte le partite competitive o in quelle ufficiali dei tornei. Questa modifica servirebbe a rendere più “user friendly” l’esperienza di gioco su Warzone, almeno dal punto di vista dei giocatori esperti e navigati.

Perchè se da un lato è innegabile che l’osservazione di Nadeshot o di DrDisRespect sono assolutamente legittime, è bene anche considerare che delle partite sempre ben bilanciate sono il biglietto da visita migliore per i giocatori neofiti, soprattutto per evitare che la primissima esperienza di questi su Warzone non risulti (per usare un’esagerazione) “traumatica”, eccessivamente breve ed assolutamente poco soddisfacente.

Voi cosa ne pensate della questione?
Abbiamo già affrontato in passato l’argomento e molti dei nostri lettori si schierarono apertamente a favore della rimozione dello SBMM, con altri che invece accusavano sostanzialmente i PRO di cercare delle “scorciatoie” per fare più spettacolo durante le loro dirette (è molto più divertente guardare un giocatore che vince rispetto al guardare uno che rimbalza dal gulag alla mappa alla velocità del suono).

Il video di Nadeshot sul Matchmaking Skill

D’altro canto però Nadeshot è stato categorico: “non sto parlando contro lo SBMM perchè temo di giocare contro persone forti” ha affermato il CEO dei 100 Thieves, che ha poi anche rilanciato l’idea delle classifiche e del ranking “visibile”, cosi da permettere almeno ad ogni giocatore di poter sapere con estrema certezza contro chi stanno giocando (sempre su Twitter Nadeshot ha esplicitamente detto “voglio almeno sapere se in una partita mi trovo contro 6 giocatori della Call of Duty League o no”.

La discussione è aperta!

Questo articolo è stato realizzato in collaborazione con la community FB CALL OF DUTY ITALIA – Fan Community.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701