16 gilde cinesi eliminate dalla Mythic Hall of Fame di Castle Nathria

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Mythic Hall of Fame – Come avevamo già accennato la scorsa settimana, sono infine terminate le indagini di Blizzard riguardo alla scena competitiva delle gilde cinesi, e non sono mancate numerose esclusioni.

Ben 16 organizzazioni asiatiche sono infatti state accusate di aver ottenuto la kill di Sire Denathrius in modo scorretto ed in cambio di una somma di denaro data a giocatori più esperti che si sono prestati per portare a compimento il clear di tutto il raid.

E’ sempre più evidente che Blizzard non voglia in alcun modo delle transazioni economiche in cambio di risultati ottenuti nel gioco, e questa massiccia esclusione di gilde dalla hall of fame finale rappresenta un qualcosa di assolutamente nuovo nello scenario di WoW: una pratica che è stata abbondantemente sfruttata nel corso degli anni su Azeroth trova cosi una fondamentale battuta d’arresto, ed è altamente probabile che nel giro di pochi giorni crolli il numero di gilde interessate ad usufruire di un “servizio” del genere.

Il numero di gilde escluse non è tuttavia ufficiale, ma facilmente ipotizzabile se si nota che la gilda Prophets era 99° prima della rimozione, mentre si trova ora all’83° posto:

Come si presenta la nuova Hall of Fame Mythic ai margini della Top100

Sempre in merito di gilde impegnate sul fronte di Castle Nathria, vogliamo segnalare questa volta l’ottimo lavoro svolto da un gruppo raid composto unicamente da personaggi Paladin, che è riuscito a conquistare già 7 dei 10 boss dell’incursione Castle Nathria ed a cui mancano a referto solamente Slugdgefist, gli Stone Legion Generals e l’ultimo boss Denathrius prima di concludere l’intera class run sul Castello.

Ecco il video della particolare incursione:

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701