Overwatch 2, tra i rework anche Doomfist, ma SUPER avverte: “i cambi agli healer non vanno bene”

Overwatch 2, tra i rework anche Doomfist, ma SUPER avverte: “i cambi agli healer non vanno bene”

Profilo di Stak
 WhatsApp

In questi giorni si sta spesso parlando delle modifiche e dei cambi in arrivo per gli eroi con l’attesissimo Overwatch 2, gioco di cui finalmente abbiamo scoperto qualche piccolo dettaglio.

Dalle indiscrezioni pubblicate dai giocatori della Overwatch League che hanno avuto la possibilità di provare in anteprima Overwatch 2, sembra che i rework e le modifiche non riguarderanno solamente gli eroi nominati la scorsa settimana, ma anche diversi altri.

Oltre alle modifiche scelte per Orisa e Bastion (di cui troverete tutti i dettagli cliccando qui), pare che siano finiti nel mirino dei devs anche altri personaggi come Sigma, Doomfist, McCree o Moira, tutti “indisponibili” per essere selezionati dai professionisti nel corso dello showmatch.

Di questi eroi citati, sappiamo ad esempio che Doomfist potrebbe presto diventare un personaggio del tipo Tank, almeno stando a quanto riportato attraverso un teaser dal Lead Game Designer di Overwatch Geoff Goodman nel corso della diretta delle finali della OWL.

Per McCree invece sappiamo che verrà presto trovato un nuovo nome, mentre non è chiaro cosa accadrà alle sue abilità una volta che verrà rilasciato il nuovo capitolo dello sparatutto.

Tra i giocatori professionisti che hanno avuto la possibilità di prendere parte al “test” vi è il celebre Super, già vincitore di due campionati mondiali di Overwatch ed esperto conoscitore dello sparatutto Blizzard. Dopo qualche prova, Super ha immediatamente notato che una nuova funzionalità di gioco rende i guaritori (o gli healer) più deboli e rafforza invece i DPS.

Il noto pro ha infatti affermato: “La cosa che mi è sembrata davvero una m***a è che se sei in combattimento e subisci danni, per quattro secondi dopo aver subito danni, ricevi il 25% in meno di cure“, ed ha poi rincarato: “A peggiorare le cose il fatto che non c’è “nessun segnale visivo” per farti sapere che stai guarendo di meno“.

Sempre Super ha poi concluso il discorso affermando che “in generale”, non si sentiva più a suo agio con i curatori, e che questi sembravano come se fossero più deboli rispetto alle versioni degli healer di Overwatch 1 (FONTE).

Super: “Pur essendo ancora una versione alpha del gioco, sembra che i devs vogliano solo che i guaritori siano beta DPS che non possono salvare nessuno con la loro guarigione. Non ha senso”

Blizzard dal canto suo rassicura tutti che quella vista in azione la scorsa settimana era solamente una versione di prova, e che il gioco completo e definitivo si presenterà in modo molto diverso rispetto a come è oggi. Dovremo solamente attendere quindi, e vedere se le parole di Super saranno state ascoltate o no…

Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Overwatch 2: BETA patch, miglioramenti agli eroi di supporto

Overwatch 2: BETA patch, miglioramenti agli eroi di supporto

Profilo di Tommaso AKY Rappazzo
 WhatsApp

BETA patch – Continuano gli aggiornamenti e i bilanciamenti agli eroi promessi da Blizzard, come anticipato nelle due pubblicazioni ufficiali avvenute direttamente dai developer tramite “il blog degli sviluppatori”. Recentemente abbiamo potuto apprendere dal team di sviluppo che le loro maggiori attenzioni sono rivolte agli eroi di supporto, in quanto presentano problemi di scarsa sopravvivenza ed alcuni di essi non riescono ad essere tangibilmente di aiuto al team. Tale problematica ricade anche sul tempi di attesa delle partite, in quanto meno giocatori sono propensi a giocare questo ruolo.

Grazie ai recenti bilanciamenti eseguiti è stato possibile constatare una notevole riduzione dei tempi di attesa, in futuro promettono delle ulteriori modifiche così da dare un maggiore sostegno ed identità a questi “sfortunati eroi”.

Un altro punto cardine legato agli eroi di supporto, su cui gli sviluppatori stanno lavorando, è la loro mobilità e la possibilità di potersi allontanare da situazioni potenzialmente pericolose, Lúcio e Moira sono l’esempio tangibile di quanto la loro mobilità possa essere sfruttata a loro favore ed essere davvero importante in alcune situazioni critiche. Blizzard ci rassicura affermando che stanno lavorando anche su questo delicato aspetto ed il loro obiettivo è quello di rendere unico nel suo genere ogni eroe di supporto, modificando il design delle loro abilità.

Le modifiche apportate con l’ultima BETA patch

Emergono ulteriori modifiche dall’ultimo patch notes pubblicato, gli eroi impattati da tali cambiamenti sono rispettivamente; Baptiste, Mercy e Sojourn.

 

BAPTISTE

Regenerative Burst:

  • Ora guarisce di 50 HP istantaneamente e 50 HP nel tempo (invece di 100 HP nel tempo). La guarigione istantanea è doppia sui bersagli con salute al 50% o inferiore.
  • Non cura più Baptiste il doppio

MERCY

Guardian Angel:

  • Ora può essere annullato utilizzando il tasto “accovacciato”, Se viene interrotta l’abilità Mercy verrà lanciata in aria.

SOJOURN

Railgun:

  • La velocità di fuoco è aumentata da 13 a 15 colpi al secondo
  • Munizioni massime aumentate da 40 a 45

BETA patch – Insomma, gli sviluppatori stanno facendo il possibile per dare un improvement gli eroi che mostrano delle criticità importanti, così da offrirci una maggiore giocabilità e divertimento, inoltre il potenziamento eseguito su Sojourn potrebbe garantirle un posto riservato in team a discapito del buon Soldier: 76, cosa ne pensate?

Cosa ne pensate community? Fateci sapere la vostra opinione a riguardo!

Overwatch 2 patch: Blog dei DEV, IMPORTANTI cambiamenti.

Overwatch 2 League: Cosa è cambiato nelle “team comp”, gli EROI da giocare

Apex Legends: Le ranked sono più difficili? ImperialHal spiega che in realtà è colpa nostra

Overwatch 2 patch: Blog dei DEV, IMPORTANTI cambiamenti.

Overwatch 2 patch: Blog dei DEV, IMPORTANTI cambiamenti.

Profilo di Tommaso AKY Rappazzo
 WhatsApp

Overwatch 2 patch – Siamo ormai quasi giunti al termine di questa prima grossa fase di BETA test di Overwatch 2. Ricordo che Blizzard ci darà modo di giocare e testare il client beta fino al prossimo 17 Maggio, termine ultimo prima della chiusura dei server di prova.

La promessa comunicata settimana scorsa tramite “il blog degli sviluppatori” era quella di mantenere un aggiornamento costante del gioco e di fornire ai players una precisa e puntuale comunicazione sugli sviluppi del titolo, così da dare loro modo di sentirsi parte integrante di questo progetto e di questo grande restyliyng.

Blizzard sta mantenendo le promesse fatte, gli sviluppatori hanno reso pubblico un ulteriore aggiornamento sul blog ufficiale di Overwatch. In tale pubblicazione compaiono nuovi interessantissimi aggiornamenti e nuovi bilanciamenti agli eroi. Tali news ed aggiornamenti da parte dei developer dovrebbero essere a cadenza settimanale.

Il “focus” degli sviluppatori – seconda settimana

Overwatch 2 patch – Dal blog Blizzard emerge che i nuovi contenuti trattati riguardano; il bilanciamento agli eroi di supporto (con maggiore attenzione verso Moira e Mercy), miglioramento dei tempi di coda e bilanciamenti agli eroi così detti “shield-breaker”. Insomma. un buon punto di partenza su cui lavorare ed effettuare qualche miglioria, possiamo in tutta onesta affermare che tali punti cardine su cui vogliono lavorare giungono direttamente dai feedback della community, urlati ormai a gran voce dall’inizio di questa fase Beta. Blizzard sta effettivamente prendendo molto in considerazione il parere dei giocatori e le criticità riscontrate, bisogna darne atto.

Risultati ottenuti dopo i bilanciamenti della prima settimana

A seguito dei bilanciamenti fino ad ora eseguiti gli sviluppatori ci comunicano che hanno riscontrato un miglioramento tangibile sulla sopravvivenza degli eroi di supporto ed un incremento delle loro prestazioni. Con i dati alla mano rendono noto che i tempi di attesa si sono ridotti del 48%, tale dato potrebbe essere scaturito proprio dal bilanciamento apportato sugli eroi di sopporto.

Non solo bilanciamenti agli healer – Overwatch 2 patch

Tra gli eroi impattati dai futuri cambiamenti compaiono i nomi di Junkrat e Symmetra. Questi due eroi fungono principalmente da “shield-breaker”, quindi risultano essere “fuori posto” nell’attuale meta game. I DEV stanno considerando l’ipotesi di potenziare i loro colpi diretti per renderli più offensivi e decisamente più appaganti da giocare. Modifiche come queste restano nel “focus” degli sviluppatori per i futuri aggiornamenti.

Considerazioni

Personalmente credo che Blizzard si stia muovendo nella direzione giusta, soprattutto in funzione dell’attenzione che stanno dimostrando ascoltando maggiormente i consigli dati dalla Community. Tali variazioni e bilanciamenti potrebbero nuovamente ridisegnare l’attuale meta, così da offrire ai giocatori un esperienza più dinamica e sempre in costante evoluzione.

Insomma, cosa ne pensate community? Fateci sapere la vostra opinione a riguardo!

Overwatch competitive: la strada per diventare dei CAMPIONI

Overwatch 2 League: Cosa è cambiato nelle “team comp”, gli EROI da giocare

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati: