chiarimenti lootbox

Chiarimenti sulle lootbox di Overwatch

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Recentemente, alcuni utenti della community hanno notato che all’interno di Overwatch è possibile avere dei chiarimenti sulle percentuali dei lootbox in base alle loro rarità.

Questa nuova schermata permette finalmente di avere un’idea chiara di questo sistema particolarmente seguito durante gli eventi annuali, i cui contenuti nuovi hanno un costo in crediti triplo a quelli degli anni precedenti:

Regole generali:

  • Ogni forziere contiene 4 oggetti, oppure 3 oggetti e crediti di gioco;
  • Ogni forziere contiene almeno un oggetto di qualità rara o superiore;
  • In media, è possibile trovare un oggetto leggendario ogni 13,5 forzieri;
  • Tutti gli oggetti ottenuti nei forzieri di Overwatch sono   cosmetici e non offrono alcun vantaggio quando vengono utilizzati in gioco;

Percentuali

  • Comune (bianco) – 99%
  • Raro (blu) – 94 %
  • Epico (viola) – 18,5 %
  • Leggendario (giallo) – 7,5%

Queste cifre non sono una reale novità per i giocatori asiatici, che già una volta avevano avuto una spiegazione delle percentuali a seguito delle regolamentazioni della Repubblica popolare Cinese sui premi dei videogiochi nel 2017. Tuttavia, adesso è possibile avere questa spiegazione anche nella schermata in gioco.

La situazione delle lootbox

Negli ultimi anni diversi sono stati i governi che hanno agito per limitare l’utilizzo delle lootbox nei videogiochi, in quanto considerati un gioco d’azzardo che induce ad acquistare dei contenuti incerti. Blizzard non fa eccezione, avendo implementato questo sistema proprio su Overwatch e Heroes of the Storm.

Allo stato attuale, in Cina si è trovata una piccola scorciatoia legale del gioco d’azzardo videoludico accompagnando i singoli acquisti con una modesta somma di crediti di gioco. Diversa è la situazione per come il Belgio, che dall’aprile 2018 non è possibile acquistare in alcun modo i lootbox di gioco. Forse è stato questo a spingere gli sviluppatori a dare il via all’erogazione di lootbox col sistema delle code?

Il futuro di Overwatch

Quando ancora le accuse come gioco d’azzardo erano solo delle voci di corridoio, anche Heroes of the Storm aveva cambiato il metodo di erogazione di contenuti estetici. In occasione della sua rivoluzione 2.0. nel marzo del 2017, i lootbox furono introdotti in maniera analoga a quelli di Overwatch, cambiando completamente le regole dei videogiocatori collezionisti.

Con Overwatch 2 all’orizzonte e i vari provvedimenti governativi, non escludiamo tra le ipotesi una nuova rielaborazione dei sistemi di ottenimento dei contenuti di gioco come fu fatto per HotS. Intanto sappiamo che il sequel manterrà le collezioni dei videogiocatori attuali, inclusi i modelli a tempo limitato come Symmetra Marammat. Si attendono ulteriori chiarimenti sui lootbox nei prossimi mesi, forse alla Blizzconline di febbraio?

Vito "Mefionir" Palazzolo

Nel mondo reale è un essere umano chiamato Vito Palazzolo che studia e procede nella sua vita ordinaria di Graphic Designer. Ma nel mondo digitale egli è Mefionir, un Omnic curioso delle vicende della terra tra 60 anni desideroso di raccontare le storie di Overwatch.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701