warzone cheat

Warzone, il cheat di Robin Hood colpisce streamer e pro della scena del tutto inconsapevoli. Ancora nessun update da Activision

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Warzone Cheat – Non avremmo mai creduto di dirlo, specialmente non dopo l’aver visto dei cheat capaci di deviare i proiettili e di mandare completamente “a quel paese” la fisica e la balistica di gioco, ma i cheater di Warzone sono riusciti ancora una volta a superarsi.

Per chi non avesse seguito la vicenda, stiamo parlando del nuovo cheat del livello 1000, un software che molti esperti definiscono “cheat di Robin Hood” per la natura, e le modalità, con cui questo programma assicura un vantaggio ai giocatori.

Sembra infatti che alcuni cheater siano ormai in grado di applicare su account non loro, in questo caso anche sugli account di alcuni tra i più noti pro della scena, un programma che sblocca tutte le ricompense per personalizzare le armi, comprese le più rare e difficili skin/camo da ottenere, oltre ad assicurare il raggiungimento immediato del livello 1000.

Tra i giocatori colpiti da questa ondata di cheat vi sono personalità del calibro di Nickmercs, DiazBiffle, ma anche SuperEvan e la star di Warzone dei Minnesota ROKKR iSmixie, che nel bel mezzo delle loro rispettive dirette si sono ritrovati di colpo inondati dalle notifiche di gioco che segnalavano lo sblocco di centinaia e centinaia di oggetti personalizzati.

Domani al via il RELOAD della Season 4: in arrivo una nuova mitraglietta e la prima modalità a obiettivi di Warzone

La cosa ha immediatamente generato molta ilarità, ma dovrebbe far preoccupare (e non poco) chi di dovere, visto che si è sostanzialmente superato un nuovo limite: di fatto oggi i cheater sono in grado di corrompere anche gli account di giocatori del tutto inconsapevoli, e non si sa ancora come Activision si comporterà davanti a questa situazione.

Certo ci sembra irreale che Acti vada a bannare i giocatori che hanno ricevuto questo cheat “come regalo” e senza che lo abbiano mai chiesto, ma d’altro canto la domanda sorge spontanea: come faranno gli sviluppatori a capire chi è del tutto inconsapevole con chi invece ha deliberatamente abusato di questo cheat?

Ma non è tutto. Perchè appare ormai chiaro che i cheater sono in grado di intervenire direttamente sulle lobby, e su tutti i loro partecipanti…con il rischio ormai nemmeno tanto lontano che le lobby che ospitano le partite di Warzone si trasformino in vere e proprie giungle dove non esiste alcun tipo di regola da rispettare (se non quella dei cheater per l’appunto).

Ovviamente non è chiaro come agisca questo cheat, cosi come non è affatto chiaro come è possibile che alcuni giocatori stiano ultimamente godendo di UAV illimitati durante le partite, un altro pericolosissimo strumento usato dagli imbroglioni per distruggere le partite avversarie.

Courage: “mai cosi tanti cheater su Warzone”; i console player disperati chiedono ad Activision: “escludete il PC dal crossplay”

Il post sul cheat del livello 1000 di Warzone

Il post di iSmixie

Cosa ne pensate community?
E’ capitato anche a voi qualcosa di simile?

In caso di aggiornamenti, specialmente se dal lato di Activision, non esiteremo a riportare tutto qui di seguito.

La discussione come sempre è  aperta!

Articoli correlati: 


Warzone, il cheat di Robin Hood colpisce streamer e pro della scena del tutto inconsapevoli. Ancora nessun update da Activision
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701