ricochet anti-cheat

Il Team Ricochet: “anti-cheat operativo al 100%” con il lancio di Pacific (Warzone)!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con un nuovo post pubblicato sul sito ufficiale di Activision, gli sviluppatori del Team Ricochet (ovvero il gruppo di devs che hanno creato e continuano a sviluppare il nuovo anti-cheat di Call of Duty) hanno fornito delle importanti conferme riguardo all’omonimo sistema anti-cheat ed ai suoi nuovi aggiornamenti.

Come noto, l’anti-cheat è al momento operativo solo in multiplayer, anche se non è ancora al massimo delle sue potenzialità. L’anti-cheat non è ancora provvisto di un particolare aggiornamento (ovvero l’implementazione del driver kernel, ndr) che permetterà al sistema di identificare, e bloccare in modo definitivo, tutti gli eventuali imbroglioni rintracciati.

Gli sviluppatori sono sempre stati chiari rispetto al fatto che Ricochet sarebbe stato introdotto e pubblicato in “due ondate”, anche se grazie al post di questa notte abbiamo scoperto che non sarà “full operativo” su tutti i principali titoli del franchise, almeno non all’inizio, visto che l’implementazione del driver kernel di cui parlavamo prima avverrà per il momento solo su Warzone.

Il lancio “definitivo” (anche se dovremmo dire l’inizio dell’attività a “pieno regime”, ndr) di Ricochet avverrà quindi nel corso del prossimo 2 Dicembre, quando su Warzone sbarcheranno Pacific e tutte le novità provenienti da Vanguard.

Solamente in futuro (forse comunque entro la fine dell’anno, i devs non sono stati chiari) vedremo poi Ricochet “full operativo” anche sul multiplayer di Vanguard, ma non di certo nel corso dell’inizio del prossimo mese.

Andiamo a vedere tutti i dettagli delle note pubblicate dal Team Ricochet:

Call of Duty: Vanguard enjoyed its first weekend since launch, and fans from around the globe have been grinding progress across multiple modes. November 5th was also the launch of server-side upgrades to anti-cheat security, as part of the RICOCHET Anti-Cheat™ initiative.

In its first progress report, #TeamRICOCHET shares updates from Vanguard’s release, a change to its security enforcement policy, and the latest enforcement updates for Warzone™.

Post-Launch Update

The RICOCHET Anti-Cheat team continues to actively monitor Call of Duty: Vanguard, issuing bans throughout launch. Additionally, in coordination with Sledgehammer Games, #TeamRICOCHET has worked to resolve exploits related to XP earn rates and unlocks.

As always player reports are vital for security enforcement, and we ask any player that encounters cheating behavior to submit reports as incidents occur. Your reports help us:

·         Identify and/or confirm cheaters

·         Collect valuable information about cheating behavior

·         Prioritize security enforcement

All our anti-cheat efforts are focused on fighting unfair play and protecting the player experience. Launching the server updates as part of the RICOCHET Anti-Cheat system is the first step in our new anti-cheat security initiative and we’re working hard to make things as frustrating as possible for cheaters.

Learn how to report a player in Call of Duty: Vanguard

Call of Duty: Warzone

Now less than a month away from the release of the new Warzone Pacific update, we’ve expanded our enforcement process resulting in more frequent banwaves that halt game access to cheaters and account resellers.

#TeamRICOCHET is preparing for the arrival of the next phase in the RICOCHET Anti-Cheat system, the new PC kernel-level driver. Warzone will be the first title to receive the driver, launching alongside the Pacific update in December. The kernel-level driver, which is one element of the multi-faceted RICOCHET Anti-Cheat system, will be added to Call of Duty: Vanguard at a later date.

For more information on RICOCHET Anti-Cheat and the PC kernel-level driver, read the official announcement blog.

Change to Our Security Enforcement Policy

We have made changes to our security enforcement policy for Call of Duty: Vanguard.

Extreme or repeated violations of the security policy – such as in-game cheating – may result in a permanent suspension of all accounts. Additionally, any attempt to hide, disguise, or obfuscate your identity or the identity of your hardware devices may also result in a permanent suspension.

Il paradosso del giorno: il “cheater di Warzone” che si lamenta dei troppi “cheater su Warzone”

Permanent suspensions for security infractions may now apply franchise wide, including Call of Duty: Vanguard as well as any past, present, and future titles in the Call of Duty franchise.

Read the Call of Duty: Vanguard Security and Enforcement Policy.

Future Progress Reports

#TeamRICOCHET is focused on continuous anti-cheat security updates. We will provide updates on our mainline and studio social channels as well as the Call of Duty blog when possible.

 

Non ci resta quindi che attendere, con la speranza che gli update in arrivo la fine delle prossime 3 settimane abbiano sui cheater lo stesso effetto di una nuke bomb!

Cosa ne pensate community?  La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 


Il Team Ricochet: “anti-cheat operativo al 100%” con il lancio di Pacific (Warzone)!
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701