aim assist

Anche il DOC alla fine cede all’AIM Assist: “passate tutti a controller, quella di Vanguard è l’AIM più forte di tutti i tempi”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dopo mesi e mesi di discussioni (anche furibonde), il celebre DrDisRespect ha infine intrapreso la via del controller, ed è riuscito a godersi una sessione di gioco su Vanguard ad altissimo numero di ottani, durante la quale ha anche firmato una partita da 100 kill a referto.

Come accennavamo già ieri con un altro approfondimento dedicato ad Aydan, l’Aim Assist dell’ultimo titolo di Call of Duty sembra totalmente “rotta”, capace finanche di seguire un bersaglio fuori dalla nostra visuale.

Sull’argomento si è quindi recentemente espresso anche il DOC, che si è detto fermamente convinto del fatto che il futuro del titolo, almeno di Vanguard, il controller sarà lo strumento principale e migliore con cui gettarsi nella scena competitiva.

DrDisRespect ha esplicitamente consigliato ai suoi fan di “passare rapidamente a controller”, proprio perchè si è detto convinto che la situazione non cambierà in futuro, e che quindi i controller player (specialmente ora che molte delle limitazioni al FOV per le console sono decadute) avranno sempre una marcia in più sia nel multiplayer che, in futuro, anche su Warzone.

Sempre nel corso della diretta (troverete la replica qui), il DOC ha affermato “questo potrebbe essere il gioco con la mira assistita più forte di tutti i tempi. Sicuramente di tutti i Call of Duty“, ed in risposta ad un utente che gli chiedeva quale arma avesse usato per firmare la brillante performance di 100 kill il Two Times ha risposto con un beffardo “Controller!…è il controller l’arma che ho usato“.

Se le intenzioni dei devs dovessero essere veramente queste, allora potrebbe essere una buona idea iniziare a fare qualche “test” con un controller, anche se si è dei giocatori PC.  Ricordiamo che l’attuale situazione presente in multiplayer, dovrebbe andarsi a riproporre nello stesso modo anche su Warzone, ed è quindi forse meglio provare a correre ai ripari con un po’ di anticipo.

Se l’attuale funzionamento dell’Aim Assist dovesse essere invece “fuori scala“, state pur certi che assisteremmo ad un intervento di bilanciamento dei devs in poco, pochissimo tempo. Staremo in ogni caso a vedere, in attesa di scoprire quale futuro si prospetta all’orizzonte per i giocatori Mouse & Keyboard di Call of Duty.

Voi cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è aperta!

 

Articoli correlati: 


Anche il DOC alla fine cede all’AIM Assist: “passate tutti a controller, quella di Vanguard è l’AIM più forte di tutti i tempi”
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701