cheater verdansk

Guerra ai cheater su Verdansk: altra ondata di ban permanenti per gli imbroglioni

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Cheater Verdansk – Activision aveva promesso maggiore impegno nella guerra ai cheaters ed a tutti i giocatori “tossici” ed imbroglioni di Verdansk, ed oggi constatiamo con estrema soddisfazione che gli sviluppatori stanno mantenendo la parola data.

Una manciata di minuti fa è stato infatti condiviso un nuovo post su Twitter da Raven Software, all’interno del quale i devs mettono al corrente la community della terza imponente ondata di ban rilasciata nel giro di poche settimane.

Come noto la presenza dei cheater su Verdansk ha pericolosamente portato al limite della sopportazione centinaia e centinaia di migliaia di giocatori, molti dei quali hanno infatti deciso nel corso degli ultimi mesi (specialmente nel periodo iniziale del nuovo anno, durante le prime settimane di Gennaio) di mettere da parte Warzone, e di andare alla ricerca di altri titoli su cui giocare.

L’emorragia di player si è però arrestata nel momento in cui i devs hanno iniziato a colpire forte gli account degli imbroglioni, anche se ora serve assolutamente un’arma in più nella guerra contro gli hacker: un sistema anti-cheat solido ed efficiente che provveda a bloccare sul nascere ogni tentativo di manomissione del gioco da parte dei cheaters.

Nel post in questione non si è purtroppo ancora fatta menzione di quelli che saranno gli aggiornamenti alla lotta ai cheater, ma siamo fiduciosi di scoprire presto delle novità in merito.

Il post di comunicazione dei Ban per i cheater di Verdansk

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701