warzone anti-cheat

Activision, quali sono le novità sul fronte anti-cheat di Warzone?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Warzone Anti-Cheat – Sono ormai passati diversi giorni dall’ultima ondata di ban rilasciata da Activision contro i cheater di Call of Duty, ed ancora non abbiamo purtroppo saputo nulla riguardo al sistema anti-cheat del gioco.

Come noto infatti, per arginare il problema dei cheaters esistono due strade, entrambe contemporaneamente percorribili, ovvero quella delle segnalazioni dei giocatori (che purtroppo ha un margine di errore, visto che un giocatore può anche segnalarne uno che non sta usando dei cheat – in merito segnaliamo ad esempio un bug che si comporta come un wall hack), e quella della ricerca dei programmi non consentiti da parte del gioco.

Proprio l’ultima citata è stata recentemente al centro di una polemica scatenata dal noto professionista e streamer Syndicate, che durante una recente diretta ha mostrato come un cheater sia riuscito ad eliminarlo ed a fare fuori buona parte della lobby, andando poi anche a vincere il battle royale.

Tutto questo avveniva mentre Syndicate osservava e commentava la partita di questo tipo “molto sveglio”, che nell’ultima fight in lategame (per lategame si intende la “fase finale” di un BR, troverete qui altri dettagli sulle varie fasi) avanzatissimo, è riuscito a firmare la sua vittoria con una kill perentoria e “meritevole” di complimenti da ogni imbroglione del mondo: killare il nemico sparando attraverso un muro (una cosa tristissima per noi onesti…davvero quale diamine di gusto c’è nello sparare dei muri? sarà soddisfacente come mangiare un menù stellato fatto interamente di plastica…sono gusti).

Video #1

Video #2

Come è possibile che il sistema anti-cheat non riesca ancora ad identificare dei giocatori che imbrogliano in modo cosi evidente? Questa è principalmente il quesito che si è posto Syndicate, e di cui speriamo di conoscere una risposta ufficiale quanto prima. Cara Activision, quando riceveremo qualche informazione più sostanziosa sul sistema anti-cheat attivo su Warzone?

Perchè una cosa è certa: con l’inizio della season 2 ci sarà un naturale “ritorno a Verdansk” di numerosi giocatori…e la cosa peggiore è che una spike di cheaters possa inquinare quello che sicuramente sarà un momento storico carico di fantastiche novità per il gioco.

Incrociamo le dita, ed aspettiamo fiduciosi.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701