Al via la Season 1 Arena di TBC; nella 9.1 PTR pubblicata una nuova patch

Al via la Season 1 Arena di TBC; nella 9.1 PTR pubblicata una nuova patch

Profilo di Stak
 WhatsApp

Season 1 Arena – Gli sviluppatori di World of Warcraft hanno ufficialmente dato il via alla prima stagione Arena di Burning Crusade, evento che servirà a decretare quali saranno i migliori e più forti combattenti di questa fase su WoW Classic.

Oltre alle numerose novità legate a questo nuovo importante avvio di stagione (troverete tutti i dettagli nel post poco sotto), i devs hanno anche pubblicato numerosi hotfix ed interventi legati ad alcuni tra i bug più diffusi di queste ultime ore, uno su tutti quello per il quale stava funzionando in modi evidentemente errati la threat generata dal Paladino Prot e dalle sue abilità.

Come accennato anche nel titolo, gli sviluppatori hanno poi pubblicato un nuovo ed importante aggiornamento all’interno della patch 9.1 di Shadowlands, al momento in fase di test nel Reame Pubblico di Prova.

Con questo update sono stati introdotti dei cambiamenti per il Guardian Druid ed il suo Ursine Adept (la riduzione del danno è ora applicata solo nei druidi in forma Orso), e per il Trinket Sinful Gladiator’s Emblem la cui vita “on-use” è stata nerfata (ridotta) del 30% rispetto a prima.

Ecco di seguito tutti i dettagli sia sull’aggiornamento della Season 1 Arena di WoW Classic che su quello legato al PTR della 9.1:

Gli hotfix

  • Short term buffs are no longer removed upon the Arena gates opening, true to 2.4.3 reference.
  • Fixed an issue where the events from “Deathblow to the Legion” Netherstorm quest could fail to progress.
  • Paladins who are defeated in Netherstorm or Tempest Keep dungeons and resurrect automatically at the Spirit Healer will once again generate threat with their periodic abilities.
  • Fixed an issue where weapon master’s would also teach the Crossbows skill when learning the Bows skill.
  • Fixed an issue where Priest’s Shadowfiend would attack enemies that are crowd-controlled.
  • Fixed an issue where some dungeons and raids were not applying PvP rules on PvP servers, causing PvP flags to incorrectly expire.

L’aggiornamento Season 1 Arena

Preparati a combattere! La Stagione 1 delle arene di Burning Crusade ha richiamato i migliori combattenti di tutte le Outland perché combattano in tre arene: Ring of Trials a Nagrand, Circle of Blood a Blade’s Edge Mountains e Ruins of Lordaeron sopra Undercity. In palio ci sono pezzi d’equipaggiamento, cavalcature, titoli ricompensa e, cosa ancora più importante, gloria eterna. Entra nell’arena e metti alla prova le tue abilità.

Se non hai dimestichezza con il sistema delle arene, consulta il nostro articolo sugli aggiornamenti al sistema dell’onore di Burning Crusade Classic.

ENTRA NELL’ARENA

Una volta che avrai creato le tue squadre da 2, 3 o 5 personaggi, potrai metterti in coda per le arene parlando con un Arena Battlemaster. Tutti i team d’arena cominceranno con un indice di squadra pari a 0 e potranno provare a scalare la classifica. Comunicazione e coordinazione sono la chiave per la vittoria!

Nella Stagione 1, alcuni oggetti PvP avranno un requisito legato all’indice personale in aggiunta al costo in punti arena. Una volta acquistati, anche se il tuo indice personale scende al di sotto della soglia necessaria, potrai comunque continuare a equipaggiarli. I requisiti sono i seguenti:

  • Le spalline richiedono un indice personale di 2.000
  • Le armi richiedono un indice personale di 1.850

I punti arena, la valuta richiesta per acquistare equipaggiamento dell’arena, vengono conferiti durante il reset settimanale in base alla squadra che ha ottenuto più punti. Per essere idoneo a ricevere punti arena, il tuo indice personale può variare di massimo 150 punti da quello della tua squadra, devi aver giocato almeno 10 arene e devi aver partecipato al 30% dei match della tua squadra nella settimana precedente.

OTTIENI EQUIPAGGIAMENTO D’ARENA

Una volta ottenuti dei punti arena, vari mercanti avranno in vendita per te le loro merci. Dirigiti al Ring of Trials a Nagrand, al Circle of Blood a Blade’s Edge Mountains o all’Area 52 a Netherstorm per trovare questi mercanti.

RICOMPENSE STAGIONALI

Alla fine di ogni sessione d’arena, i giocatori idonei otterranno ricompense in base al proprio indice. Nella Stagione 1 potrai ottenere un titolo unico, “Infernal Gladiator”, e i personaggi riceveranno le seguenti ricompense stagionali in base ai piazzamenti nella propria regione:

  • Infernal Gladiator (miglior 0,1%)
  • Gladiator (miglior 0,5%)
  • Duelist (miglior 0,5% – 3%)
  • Rival (miglior 3% – 10%)
  • Challenger (miglior 10% – 35%)

Inoltre, coloro che hanno ottenuto i titoli Infernal Gladiator e Gladiator riceveranno uno Swift Nether Drake, una cavalcatura volante estremamente veloce disponibile solamente durante la Stagione 1.

Per essere idoneo a ricevere una ricompensa stagionale, il tuo indice d’arena personale può variare di massimo 100 punti rispetto a quello della tua squadra e devi aver partecipato al 20% dei match della tua squadra.

I personaggi dovranno vincere almeno 50 partite per essere idonei a ricevere una ricompensa stagionale. Una volta che la stagione sarà terminata e ne sarà cominciata una nuova, l’equipaggiamento della stagione precedente potrà essere acquistato senza alcun requisito di indice.

Le arene ti aspettano. È tempo di prendere il tuo posto tra le leggende.

 

Ecco invece l’ultimo update proveniente dal PTR:

CLASSES

  • Druid
    • Guardian
      • Ursine Adept ’s damage reduction now only applies to Druids in Bear Form.

ITEMS AND REWARDS

PLAYER VERSUS PLAYER

  • Fixed an issue that caused many absorption spells from soulbinds, conduits, and covenant abilities to ignore the healing reduction from Dampening and Focused Assault /Brutal Assault .
  • Priest
    • Shadow
      • New PvP Talent: Void Volley – Upon entering Voidform, send a slow-moving bolt of Shadow energy at a random location every 0.5 second for 3 seconds, dealing Shadow damage to all targets within 8 yards and causing them to flee in horror for 3 seconds.

 

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

Profilo di Stak
 WhatsApp

Orda Sepulcher – Durante la scorsa settimana si è finalmente andato a concludere il ranking Top100 delle gilde orda su Sepulcher of the First Ones.

Infatti, grazie alle ultime kill ottenute lo scorso 10 Maggio dagli americani di HC e Unity, e dagli europei di Pure e Экзекьют, si è andata a comporre la Hall of Fame ufficiale per quest’altra incredibile corsa al Progress.

Ricordiamo che la vittoria è andata agli Echo, seguiti dai Method, gli Skyline, gli SK Pieces ed i Liquid, con ben altre 4 gilde cinesi a seguire all’interno della top10.

Decisamente peggiore la situazione dell’Alleanza, con la Hall of Fame che al momento riporta solamente 12 organizzazioni in tutto il mondo. La prima di queste, i cinesi 绝世, sono riusciti ad abbattere la versione mitica del Jailer solamente l’11 di Aprile, a quasi un mese di distanza dalla World First Kill ottenuta sul medesimo boss dagli Echo.

L’aspetto più interessante da notare in questo caso, è che la maggioranza delle gilde Alleanza sono asiatiche, e che solamente una di queste, gli Honolulu di Sylvanas, gioca dall’Europa.

Andiamo a vedere tutti i dettagli con la Hall of Fame completa dell’Orda:

Clicca qui o l’immagine in basso, per accedere al ranking completo con i nomi di tutte e 100 le gilde che hanno concluso Sepulcher of the First Ones.

 

Il punto sul progress italiano

Per quanto riguarda la situazione delle org impegnate su Sepulcher, si segnala che gli Unreal di Nemesis si trovano al momento a 10/11, e da poco hanno iniziato il loro progress sul Jailer mitico.

Questa l’attuale Top10:

# Gilda/Server Progress
1 10/11 M
2 7/11 M
3 7/11 M
4 7/11 M
5 7/11 M
6 7/11 M
7 7/11 M
8 6/11 M
9 6/11 M
10 5/11 M

Cosa ne pensate di questa situazione community? Avreste mai immaginato una tale “emorragia” di gilde Alleanza nella scena occidentale di World of Warcrft?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

Profilo di Stak
 WhatsApp

World First Sunwell Plateau – Straordinario risultato ottenuto da una gilda di un server cinese su World of Warcraft Classic!

Stiamo parlando degli Old School, gilda cinese dell’Orda che è riuscita in una manciata di minuti a completare il “nuovo” raid di Sunwell Plateau.

Pensate che per l’abbattimento di tutti i boss, compreso Kil’jaeden, è stato ottenuto in poco più di 50 minuti totali!

La run, che potrete trovare su Twitch cliccando qui, ha visto gli Old School avere la meglio su più di 100 gilde, che sono già riuscite ad ottenere il medesimo risultato.

Al momento sono poco meno di 150 le organizzazioni che sono riuscite a superare Kil’jaeden, con gli Avatar, i PROGRESS ed i WELCOME (tutte gilde Alleanza) che hanno concluso Sunwell a pochi minuti di distanza.

Gilde impegnate nella World First: anche i Midwinter salutano la scena! 

Dopo le notizie non positive giunte da casa SK Gaming sembra che anche un’altra storica protagonista delle World First si appresta ad appendere mouse e tastiera al chiodo.

La gilda è quella dei Midwinter, storica realtà nordamericana protagonista di tutti i raid di questi ultimi anni. Detentori di svariate World First come quella su Wrathion, su Maut o su Ursoc, i Midwinter hanno annunciato  con un triste post su Twitter lo scioglimento ufficiale del loro avventura.

Ecco il post:

Cosa ne pensate di questa vicenda community? Quella dei Midwinter è secondo voi una situazione isolata? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati: