Mindhunter

Mindhunter: al momento nessuna 3 stagione

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nelle scorse ore lo showrunner della serie tv Mindhunter ha parlato della possibilità di una terza stagione della serie. Purtroppo però le notizie sono tutt’altro che positive. Infatti è stato ribadito che la serie è risultata essere molto costosa e nonostante le critiche positive, ha avuto fin troppi pochi spettatori.

David Fincher, showrunner della serie tv Mindhunter, è stato intervistato da Vulture del futuro della serie tv. Ecco qui sotto la dichiarazione che ha lasciato a riguardo:

“Abbiamo vissuto a Pittsburgh per quasi tre anni. Non tre anni di fila ma circa sei o sette mesi divisi su due anni. Avevamo un appartamento ed una macchina li. Mindhunter contava moltissimo per me.”

Successivamente ha sottolineato la possibilità della chiusura della serie, spiegandone le motivazioni:

“Probabilmente abbiamo terminato. Considerando gli spettatori della serie era uno show troppo costoso. Ne abbiamo parlato ed abbiamo detto: ‘Finiamo Mank e vediamo come ci sentiamo’. Ma onestamente non credo che potremo fare una nuova stagione con costi più bassi di quelli della seconda stagione. E bisogna essere onesti: i dollari devono avere un corrispettivo di spettatori.”

Poco dopo il termine della seconda stagione, Netflix aveva chiuso momentaneamente il contratto con tutti gli attori della serie, indizio che già doveva far capire l’intenzione di chiudere la serie.

Potrebbe interessarti anche:

 

 


Mindhunter: al momento nessuna 3 stagione
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701