Il risultato degli Italiani al MC VII – [Recap Day One e date del World Championship]

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Si è conclusa da poche ore la prima giornata di competizioni al MC VII di Long Beach, California. Vediamo il risultato dei giocatori che stanno rappresentando l’Italia in questo torneo internazionale.

Gli Italiani al MC VII – Dei quattro partecipanti alla prima giornata di competizioni passano, al Day Two(oggi n.d.a.), solo in due: Andrea Mengucci e Tian Fa Mun. Un risultano tutto sommato abbastanza positivo per il professionismo nel bel paese. Nulla da fare, invece, per Andrea “Yawgmoth” Gereon, Antonino de Rosa e Simone Rocutto fermati quasi subito da risultati non eccelsi e match-up non proprio favorevoli(uniti, come nel caso di Andrea, ad una buona dose di sfortuna).

Ottimo risultato per il Simic Ramp di Mengucci che sbaraglia con un 5-1 una concorrenza particolarmente agguerrita composta, nella maggioranza, da Jeskai Fires: il deck è uno degli archetipi più presenti a passare al Day Two. Sono infatti ben sette i giocatori ad averlo usato e ad essere passati; seguono poi Jund Sacrifice, Golgari Adventures, Izzet Flash e Simic Flash. Altrettanto solida è la performance di Tian Fa Mun e il suo Jeskai Fire che avanzano alla seconda giornata con un 5-3.

2019 World Championship

Si terrà ad Honolulu, Hawaii dal 14 al 16 di Febbraio 2020 il nuovo World Championship di Magic. I giocatori che si sono ritagliati uno spot con le vittorie ai precedenti Mythic Championship sono, attualmente: Javier Dominguez (attualmente il campione del mondo), Autumn Burchett, Eli Loveman, Matias Leveratto, Thoralf Severin e Ondrej Strasky. Jean-Emmanuel Depraz si qualifica per aver finito secondo dietro al campione del mondo attuale Javier Dominguez al penultimo MC mentre per Raphael Levy e Sebastian Pozzo lo spot è stato raggiunto tramite la qualificazione a questo MCVII e per numero di Mythic Points.

Lo Standard del MC VII – Considerazioni

Spendiamo qualche parola su quello che è stato uno dei formati Standard più vari dell’ultimo periodo. Con il ban di Oko e OUaT stiamo osservando uno Standard assolutamente vario nonostante la premesse. Erano in molti ad affermare lo stato di forza del, tristemente noto, Jund Sacrifice o in generale dei Sacrifice Deck. Stando ai numeri del MC VII vediamo come ci sia molta diversità tra le proposte. Categorizzando il tutto notiamo la diversità degli archetipi: Mazzi basati su Fire of Invention(8 mazzi), Mazzi Sacrifice(5), Adventures Deck(3), Sei Flash Deck, Tre Ramp Deck, Due Control “puri” e un Temur basato su Wilderness Reclamation. Non solo, quindi, una strategia univoca attua a “counterare” il mazzo del momento ma una vera e propria miscellane che lascia spazio ad altri tipi di strategie aumentando di gran lunga quella che è la godibilità generale di questo torneo.

Fonti:  Hipsterofthecoast.com e Magic Esport


Il risultato degli Italiani al MC VII – [Recap Day One e date del World Championship]
Davide "Tyrann" Giungato

Affascinato sin dalla tenera età di videogiochi dei più svariati generi e soprattutto dai Giochi di Carte Collezionabili. Approdo al lato "competitivo" del gaming per pc con Hearthstone nel 2015 per poi decidere di provarli TUTTI; da Faeria a Duelyst e da TES: Legend a MTG: Arena. Giungo poi su Gwent e trovo Powned.it nel novembre del 2017 dove comincio a scrivere di Gwent e di tanto altro. Da sempre appassionato di discussioni sui CCG, trovo interessante parlare per ore e ore di come un buon drop a 2 possa cambiare le sorti di una intera partita.. e anche del mio tempo!

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701