campioni tft

Malphite, Rakan e Blitzcrank tra i campioni più presenti su TFT

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Campioni TFT – Attraverso un nuovo importante post pubblicato sul sito ufficiale, sono state rese note alcune interessanti informazioni che riguardano l’utilizzo che è stato fatto di alcuni campioni all’interno del celebre autochess Riot Teamfight Tacticts.

Secondo quanto riportato dai devs, dopo l’ultimo aggiornamento i campioni più usati sono stati per 1 oro Jarvan IV, e poi per 2 Rakan, per 3 Ashe, per 4 Wukong ed infine per la categoria “campioni a costo 5” Gangplank e Thresh.

Per quanto riguarda invece gli oggetti, è stato comunicato che quelli più usati del set sono stati Frammento d’infinito e Angelo custode mentre Furia di Guinsoo, che aveva precedentemente ottenuto il terzo posto, è stato superato da Abbraccio Serafico dopo l’aggiornamento di metà set, dopo che Kayle ha smesso di essere una presenza praticamente dominante nel meta.

Ecco tutti i dettagli rilasciati nel Q/A sui Campioni TFT:

L’appuntamento di oggi è completamente dedicato a TFT: frammenti di stella, statistiche, campioni… e Choncc.

Perché ci è voluto tanto per introdurre i frammenti di stella per le Mini Leggende?
Ascoltiamo sempre i feedback dei giocatori e diamo priorità a ciò che riteniamo più importante. Dopo aver rilasciato le Mini Leggende con TFT, ci siamo resi conto che volevate una maggiore possibilità di scelta nell’acquisto delle loro specie e delle loro varianti. Questo ha portato all’idea del Negozio a rotazione delle Mini Leggende. Dopo aver capito che era necessario fare ancora di più per soddisfare le vostre aspettative, abbiamo pensato a dei “gettoni miglioria per Mini Leggende” (quelli che alla fine sono diventati frammenti di stella).

A quel punto restava un unico dubbio: quando iniziare?

Mentre partorivamo l’idea dei frammenti di stella, il team era impegnato con TFT Mobile (compreso il tutorial e il negozio), il set Galassie, l’aggiornamento di metà set… per non parlare delle nuove galassie da pubblicare a ogni patch! Intorno a giugno di quest’anno siamo finalmente riusciti a far partire il nostro progetto.

In quanti modi è possibile ottenere frammenti di stelle? Come sono in lungo e in largo? Come facciamo a farli funzionare con gli RP? Queste erano solo alcune delle domande a cui il nostro team doveva dare risposta per trasformare l’idea in una funzionalità completa.

Uno degli obiettivi durante lo sviluppo dei frammenti di stella era quello di renderli indipendenti, una valuta a sé stante slegata da quelle già esistenti in LoL. Questo ci ha dato una maggiore flessibilità e la possibilità di aggiungere un sistema di automazione. Abbiamo lavorato a stretto contatto con il Team aspetti ed eventi e quello di accesso ai contenuti per assicurarci che tutto filasse liscio.

Abbiamo anche svolto varie demo e test di gioco per raccogliere feedback e garantire che ogni cosa funzionasse come previsto. Per esempio, era necessario verificare che il sistema dei frammenti di stella fosse correttamente collegato all’inventario dei giocatori e che spendere la valuta potenziasse la Mini Leggenda scelta.

Ci sono voluti tre mesi per sviluppare, testare e pubblicare questa funzionalità.

Il team continua tuttora a rifinire il sistema dei frammenti (oltre che il gioco stesso!). C’è ancora molto da fare e ci servono persone di talento per farlo, quindi se siete interessati a unirvi al nostro team per rendere questo gioco ancora più eccezionale, visitate la pagina Riot Careers.

Riot FireNRain, produttrice di TFT
Quali sono stati i tratti più popolari in Galassie? E i campioni? E gli oggetti?
Qualcuno ha chiesto dei dati? Ecco qualche statistica interessante…

Prima dell’aggiornamento di metà set, i tratti singoli più popolari erano 2-Crononauta e Mercenario. Dopo l’opportuna dipartita di Mercenario, i più popolari sono diventati 2-Crononauta e 2-Avanguardia. Volete altri dati divertenti? Il tratto da 6 più popolare in Galassie è stato 6-Maestro d’armi. Prima dell’aggiornamento di metà set, il tratto con più vittorie (e probabilmente anche quello più sopravvalutato) è stato 9-Stella Oscura; in seguito è stato sostituito da 9-Guardiano stellare.

Andiamo ancora più a fondo. Non saltate questa parte. Avete chiesto dei dati? Beccatevi i dati.

I campioni più popolari in ordine di costo in oro nella prima parte di Galassie sono stati:

  • 1 oro: Malphite (una vera roccia)
  • 2 oro: Blitzcrank, seguito a brevissima distanza da Shen (miomiomiomiomio)
  • 3 oro: Ashe, tallonata da Vi ed Ezreal rispettivamente al secondo e terzo posto (ma Kassadin aveva più probabilità di farvi guadagnare PL)
  • 4 oro: Wukong (Kayle è arrivata seconda di pochissimo e aveva più probabilità di farvi guadagnare PL)
  • 5 oro: Miss Fortune (senza rivali. Nessuno si è neanche minimamente avvicinato a lei.)

Dopo l’aggiornamento di metà set:

  • 1 oro: Jarvan IV (lunga vita al re)
  • 2 oro: Rakan (si sarà sentito solo, senza Xayah)
  • 3 oro: Ashe (Jayce era più popolare a inizio partita, ma poi perdeva terreno)
  • 4 oro: Wukong (ma Jhin aveva più probabilità di farvi guadagnare PL… Al momento non mi vengono giochi di parole col numero 4, scusate)
  • 5 oro: Gangplank e Thresh (la coppia che scoppia… credo. Non saprei.)

Pensate che abbia finito? Ah! Scordatevelo.

Gli oggetti più popolari di tutto il set sono stati Frammento d’infinito e Angelo custode. Furia di Guinsoo aveva guadagnato il terzo posto quando Kayle era una presenza dominante, ma è stata surclassata da Abbraccio serafico dopo l’aggiornamento di metà set.

In ogni caso, gli oggetti più popolari non erano quelli che avevano più probabilità di farvi guadagnare PL. Per capitalizzare davvero avreste dovuto usare (a seconda della patch): Buff rosso, Morellonomicon, Scintilla ionica e Pugnale di Statikk (oltre a Carica del demolitore, Armatura Macchina da Guerra, e ovviamente Forza della natura se avevate le Spatole necessarie).

OK, ora siete liberi.

Riot Benobo, Insights Analyst
Qual è stato il campione più complicato da trasferire dalla Landa degli evocatori al mondo di Destini in TFT?
Uno dei campioni più difficili da portare in Destini è stato Azir. Presentava tutta una serie di problemi tecnici e di progettazione:

Progettare le mura di Shurima

È stato difficile donargli un’abilità che rispettasse la sua fantasia sulla Landa ma che non aggiungesse troppi elementi grafici nelle fasi avanzate degli incontri. Dato che avevamo già usato la generazione di soldati come abilità di costo 3 ne L’Ascesa degli Elementi, sapevamo di dovergli fornire qualcosa di ancora meglio per la sua abilità di costo 5, e niente sarebbe stato più adatto della sua muraglia di soldati shurimani.

In una delle prime ipotesi, il muro respingeva tutti i nemici che attraversava per poi bloccarsi come terreno impenetrabile, mentre i soldati dell’imperatore si posizionavano dietro al muro per colpire i nemici che tentavano di oltrepassarlo. Per quanto apprezzassimo le capacità anti-assassino di questa versione, rendeva difficile seguire numerose situazioni di combattimento a fine partita, dato che coinvolgeva la squadra nemica, la propria (che inseguiva i nemici respinti) e anche i suoi soldati. Alla fine, abbiamo optato per una versione in cui il muro respinge solo i nemici vicini e i soldati non lo seguono, riducendo notevolmente il numero di unità in movimento ogni volta che Azir lancia la sua abilità.

Creare le guardie dell’imperatore

Il tratto Imperatore ha richiesto alcune modifiche ai sistemi di base per accogliere le particolarità dei soldati. Come nel caso dei Mippi di Bard in Galassie, dovevamo aggiungere funzionalità al nostro sistema di trascinamento per permettere ai giocatori di piazzare le Guardie della sabbia solo sulla plancia. Inoltre, dovevamo assicurarci che le Guardie crescessero di livello assieme ad Azir, non fossero conteggiate nel numero di unità e non apparissero nelle tabelle riepilogative dei danni.

Non solo: dato che quando Azir muore i suoi soldati lo seguono, le armate di cloni di Azir dovevano poter riconoscere le rispettive guardie e dire loro quando morire. Di conseguenza, non potevamo creare i cloni facendo una semplice copia di Azir e dei suoi soldati. Dovevamo dar loro qualcosa in più. Alla fine, abbiamo fornito alle unità clonate informazioni sulle unità originali dalle quali erano state clonate, e poi abbiamo ricreato il collegamento fra l’Azir originale e i suoi soldati anche nell’Azir clonato e i suoi soldati clone.

Menzioni speciali

Aphelios: generare torrette facendo in modo che non interferissero con gli spostamenti delle unità è stato difficile; inoltre abbiamo dovuto lavorare parecchio per assicurarci che ottenessero i buff forniti ad Aphelios da oggetti e tratti.

Sett: è servita una logica approfondita per garantire che lui e le unità vicine si muovessero in modo consono con il suo tratto Boss e la sua suplex.

Lee Sin: abbiamo dovuto dare alle unità la possibilità di muoversi oltre i confini delle isole per permettergli di calciarle fuori.

(Se non fosse apparso come incontro Epico in Galassie, probabilmente anche Kayn farebbe parte di questo elenco per via delle sue diverse forme.)

Shynkro, progettista tecnica associata
Qual è la vostra Mini Leggenda preferita, e perché proprio Choncc?
Riot Green Teej: Non sapevo di volere un Choncc prima di averne uno.

Riot FireNRain: Io preferisco il mio Cornofurioso Dolcetto e la mia Fuwa base. Mi spiace ʕ´•ᴥ•`ʔ

Riot BenoboBoom boom clap boom boom clap boom clap boom boom boom boom clap

ShynkroBoom boom clap boom boom clap boom clap boom boom boom boom clap

 Il fan club di Choncc (e Cornofurioso), alias il Team di TFT

Avete delle domande? Andate qui, scrivete la vostra domanda nella casella di testo e speditecela.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701