La modalità Clash potrebbe ritornare definitivamente

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dopo le numerose peripezie, la modalità Clash potrebbe ritornare in maniera definitiva. Il torneo semi-competitivo più richiesto, atteso e problematico di tutto League of Legends sembra essere ancora un progetto importante nelle mani di Riot Games.

Problematiche della modalità

Non sono stati pochi i problemi a cui abbiamo assistito e che Riot Games ha dovuto affrontare sin dall’annuncio. Infatti, la modalità che più avvicinava le ranked flex 5vs5 al competitivo ha dovuto fare i conti con l’afflusso di giocatori interessati a questa nuova sfida e alle problematiche di “matchmaking“.

Il tutto cercando, parallelamente alla risoluzione dei problemi stessi, di rassicurare la community globale di League of Legends riguardo il non abbandono del progetto. Ipotesi che fu avanzata dai più pessimisti.

Il possibile ritorno della modalità Clash

Logo della modalità semi-competitiva Clash
Fonte Riot Games

RiotMaddler si è pronunciato a riguardo. “Il passo più importante da effettuare è il superamento di due test, che avverranno questo fine settimana nei server Brasile e America Latina“.
I test riguarderanno due specifici punti:

  1. Test dei server, per cercare di predire, e quindi prevenire, la prima problematica citata.
  2. Non essendoci un vero limite di possibili partecipanti che possono competere, nella modalità Clash, ogni giorno, il server dovrà cercare di limitarne l’ingresso. Una volta raggiunto il limite di “partecipanti massimi”, in numero variabile da server a server, questo dovrebbe evitare la partecipazione di nuovi.

Conclusioni

Premi per la modalità Clash di Maggio 2018
Fonte Riot Games

Sebbene le notizie non siano ottime, l’idea di poter stabilizzare il progetto e premiare i più interessati alla modalità semi-competitiva risulta quantomeno interessante.
Risolvendo i problemi quasi prettamente tecnici sarà possibile espandere il progetto a quello che era stato annunciato, ovvero: permettere a tutti di gareggiare senza veri e proprio limiti “organizzativi”.

Eugenio "Paesano" Fofi

Studente di ingegneria elettronica all'università La Sapienza, di Roma. Appassionato di giochi e videogiochi fin da bambino. Passione trasformata in informazione, studio e competizione. Giocatore di giochi di carte on-line e non, di sparatutto e Moba, con discreti risultati nei tornei raggiungibili. Obiettivo: far conoscere e valorizzare gli e-sports, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti