Kog’Maw off-tank: ecco come distruggere la botlane

Kog’Maw off-tank: ecco come distruggere la botlane

Profilo di Rios
 WhatsApp

Il meta della corsia inferiore della stagione 11 undici è stato dominato da tre tiratori “classici”: Kai’SaJinxTristana. Nonostante questo, però, abbiamo visto diverse build “esotiche”, in primis quella di Senna in versione tank. Oggi parliamo di una versione strana di Kog’Maw, che fa leva su diversi fattori piuttosto preoccupanti.

Anche Kog’Maw ha la sua build tank/off-tank

Ritorno in grande stile

Per diverso tempo, Kog’Maw, è rimasto relegato ai margini del meta, chiuso da altri campioni che facevano le sue stesse cose in maniera migliore e più efficace. Da qualche mese, però, il mostro del Vuoto è riuscito a ritagliarsi una nicchia di esistenza, sia nella corsia inferiore che centrale (con build AD ed AP). Diversi pro-player lo hanno riportato sul palcoscenico competitivo, facendoci capire quanto possa essere ancora utile in diverse occasioni.

Aberrazione

Come detto in apertura di articolo, durante la stagione 11 abbiamo visto diverse build preoccupanti, utilizzati da campioni che non dovrebbero nemmeno pensare di prendere certi oggetti. Anche Kog’Maw è entrato a far parte di questo club esclusivo, guadagnandosi tutte le carte giuste per rompere la soloQ con l’itemizzazione da tank/off-tank.

La build di questa versione aberrante di Kog’Maw è spesso variabile in base alla partita, ma dovete avere ben chiara una cosa: l’oggetto mitico si farà in late game inoltrato. Infatti, i core item di questa build, sono: la Speranza perduta (utile per avere AS ed MR), l’Orgoglio di Randuin (per negare il critico degli avversari) e l’Uragano di Runaan.

Le scelte per l’oggetto mitico sono varie, ma di solito si opta per l’Uccisore di Kraken in soloQ. Come ultimo oggetto dovrete fare la classica Furia di Guinsoo. Anche gli stivali dipendono dal vostro modo di giocare e dall’andamento del game, ma comunque si preferiscono i berserker in condizioni ideali.

Rune

Le rune per questa build off-tank di Kog’Maw sono quelle classiche, utilizzate da tutti gli hypercarry. Ramo primario della Precisione, con Tempo Letale come runa chiave. Il ramo secondario dipende dal vostro stile di gioco, ma la maggior parte delle persone opta per l’Ispirazione con biscotti ed Intuito cosmico.

 

Come giocare

La fase di gioco più debole per questa versione di Kog’Maw è, chiaramente, l’early-game. In questo periodo di tempo, il campione deve velocemente accumulare oro, per raggiungere subito lo spike della Speranza perduta. State indietro ed evitate i trade rischiosi, perché anche solo una morte potrebbe condizionare la scalata verso gli oggetti core.

Dopo aver comprato il primo item, potete iniziare a traddare con il tiratore avversario, sfruttando il boost di AS dato dalla Speranza perduta. E’ inoltre molto importante avere un supporto enchanter come KarmaLulu (scelta preferenziale) o Seraphine da affiancare al mostro del Vuoto. Le cure e gli scudi, uniti alle alte resistenze accumulate con gli oggetti, vi renderanno un vero carro armato capace di vomitare danni sui propri avversari.

Fonte: Esportsmaniacos

Articoli correlati

Patch 12.10b: note complete dell’aggiornamento correttivo

Patch 12.10b: note complete dell’aggiornamento correttivo

Profilo di Rios
 WhatsApp

Come promesso nei giorni passati, Riot è subito intervenuta per sistemare le cose che non hanno funzionato con la 12.10. Infatti sono già disponibili le note della patch 12.10b, che cercherà di bilanciare tutto quello che è stato toccato in precedenza dagli sviluppatori.

Chiaramente i nerf sono indirizzati ai campioni che, in questo momento, possono sfruttare il danno percentuale e quello puro, visto che hanno preso il sopravvento del meta. Un intervento assolutamente necessario, visto che i loro winrate sono schizzati verso l’alto in poche ore.

Sarà anche data una mano a quei personaggi troppo penalizzati dalla 12.10, che avranno modo di tornare in forma dopo un piccolo scivolone.

La patch 12.10b di League Of Legends

Campioni buffati

Diana

  • W – SCUDO BASE 25/40/55/70/85  40/55/70/85/100
  • E – DANNI MAGICI 40/60/80/100/120 (+40% potere magico)  50/70/90/110/130 (+45% potere magico)

Draven

  • PASSIVA – ORO BONUS DOPO UN’UCCISIONE 25 (+2 per carica di Adorazione)  40 (+2,5 per carica di Adorazione)
  • Q – DANNI BONUS 40/45/50/55/60 (+70/80/90/100/110% attacco fisico bonus)  45/50/55/60/65 (+75/85/95/105/115% attacco fisico bonus)

Kled

  • W – RICARICA 14/12,5/11/9,5/8 secondi  12/10,5/9/7,5/6 secondi
  • R – RICARICA 160/140/120 secondi  140/125/110 secondi

Renekton

  • Q – RICARICA 8 secondi  7 secondi
  • Q – GUARIGIONE BASE CONTRO I CAMPIONI 10/14/18/22/26  12/18/24/30/36
  • (POTENZIATA) – GUARIGIONE BASE CONTRO I CAMPIONI 30/42/54/66/78  36/54/72/90/108

Vladimir

  • Q – GUARIGIONE 20/25/30/35/40 (+30% potere magico)  20/25/30/35/40 (+35% potere magico)
  • Q (POTENZIATA) – RAPPORTO GUARIGIONE AGGIUNTIVA PER POTERE MAGICO 3,5% per 100 potere magico  +4% per 100 potere magico
  • (POTENZIATA) – GUARIGIONE AGGIUNTIVA (CONTRO I MINION) 30%  35%

Yuumi

  • E – GUARIGIONE 65/90/115/140/165 (+25% potere magico)  70/100/130/160/190 (+35% potere magico)
  • E – COSTO IN MANA 40/45/50/55/60 (+15% mana massimo)  40/45/50/55/60 (+12% mana massimo)

Campioni nerfati

Anivia

  • Q – RICARICA 11/10/9/8/7 secondi  12/11/10/9/8 secondi
  • E – DANNO MAGICO 50/80/110/140/170  50/75/100/125/150

Taliyah

  • PASSIVA – VELOCITÀ DI MOVIMENTO BONUS 10/20/35/55%  10/15/25/40% (livelli 1/9/12/15)
  • PASSIVA – TEMPO DI DECADIMENTO 2,5 secondi  3 secondi
  • Q (SU TERRENO ALTERATO) – RALLENTAMENTO 30/35/40/45/50% per 2 secondi  20/25/30/35/40% per 1,5 secondi
  • Q (SU TERRENO ALTERATO) – DANNI CONTRO IL PRIMO NEMICO COLPITO 200%  190%
  • E – RALLENTAMENTO 20/22/24/26/28%  20% a tutti i livelli
  • E – DURATA STORDIMENTO 0,6/0,7/0,8/0,9/1 secondo  0,75 secondi a tutti i livelli

Kayle

  • CRESCITA SALUTE 99  92
  • RESISTENZA MAGICA BASE 26  22
  • E – DANNI MAGICI BONUS ATTIVI SUL COLPO 8/9/10/11/12% (+2% per 100 potere magico)  7/8/9/10/11% (+1,5% per 100 potere magico) della salute mancante del bersaglio

Vayne

  • SALUTE BASE 585  550
  • W – DANNI PURI BONUS 50/65/80/95/110 (+4/6,5/9/11,5/14% della salute massima del bersaglio)  50/65/80/95/110 (+4/6/8/10/12% della salute massima del bersaglio)

Senna

  • SALUTE BASE 590  560
  • PASSIVA – DANNO FISICO BONUS 1-16% (al livello 11)  1-10% (al livello 10) della salute attuale del bersaglio

Bug di Swain risolto

  • VERSI DI UCCELLINO TRISTE Risolto un bug che impediva a Swain di aumentare correttamente il livello di R – Ascensione demoniaca

Patch 12.10b: in arrivo dei nerf per i campioni più dominanti

Patch 12.10b: in arrivo dei nerf per i campioni più dominanti

Profilo di Rios
 WhatsApp

La patch 12.10 ha cambiato il volto di League Of Legends per come abbiamo imparato a conoscerlo in questi anni, ma alcune non hanno funzionato come previsto. Per correggere questi piccoli errori, Riot ha già preparato la patch 12.10b.

Questo aggiornamento andrà a dare una mano ai campioni che stanno avendo difficoltà, mentre porrà un freno a quelli più dominanti. Tra questi troviamo Vayne, il tiratore che più ha beneficiato delle modifiche della 12.10 vista la sua abilità innata nell’utilizzo del danno puro.

Insomma, sembra che il lavoro del team di bilanciamento non sia ancora terminato, vista la portata dei cambiamenti fatti in precedenza.

Anteprima della patch 12.10b

Campioni buffati

  • Renekton
  • Yuumi
  • Kled
  • Vladimir
  • Diana
  • Draven

Campioni nerfati

  • Kayle
  • Anivia
  • Taliyah
  • Brand
  • Vayne
  • Senna

La forza del danno puro e del danno percentuale

La patch 12.10, o “durability update”, ha radicalmente cambiato il volto di League Of Legends. L’obiettivo di Riot era quello di allungare la durata dei fight, fornendo a tutti i campioni più HP di base e più resistenze per difendersi dal burst.

Per bilanciare la situazione si sono resi necessari dei nerf importanti alle cure, agli scudi ed anche alle ferite gravi. Ma qualcosa non ha funzionato come previsto. Alcuni campioni basati quasi interamente su queste statistiche hanno subito un colpo durissimo, e per questo Riot ha deciso d’intervenire con dei buff dedicati.

Dall’altra parte, invece, i personaggi che sfruttano i danni percentuali sugli HP ed il danno puro hanno iniziato a dominare. I winrate di AniviaBrandKayle sono subito schizzati verso l’alto, superando o avvincinandosi al 55% dal platino in su. Una situazione davvero difficile da navigare per i combattenti e per i tank, che attualmente non riescono a tenere il passo di questi campioni.

Un intervento era necessario per bilanciare correttamente le cose, ed il team non ha esitato e non ci ha fatto aspettare. Nella nottata di oggi dovrebbero essere diffusi tutti i dati relativi alla patch 12.10b, che poterà delle modifiche a tutti campioni che potete vedere nell’elenco scritto sopra.

MSI 2022: i Royal Never Give Up si prendono la finale

MSI 2022: i Royal Never Give Up si prendono la finale

Profilo di Rios
 WhatsApp

Royal Never Give Up ce l’hanno fatta: si sono ripresi la finale. I campioni della LPL vogliono difendere il loro titolo, e puntano anche a prendersi la coppa del MSI 2022. Purtroppo la resistenza coraggiosa degli Evil Geniuses non è bastata, vista la netta superiorità dei cinesi.

La squadra nord-americana ha messo in campo il proprio meglio, rischiando anche di vincere durante il secondo ed il terzo game. Questi ragazzi hanno fatto un’ottima figura, e potranno presentarsi ai Worlds con un bagaglio di esperienza ancora più ricco.

Per quanto la serie sia finita con un secco 3-0, ci ha tenuti sulle spine e ci ha fatto emozionare in ogni singola partita giocata.

Gli RNG si prendono la finale del MSI 2022

La coraggiosa resistenza degli EG

I pronostici della vigilia non era particolarmente favorevoli per gli Evil Geniuses, visti come la “Cenerentola” di queste semi-finali del MSI 2022. Nonostante questo, la squadra della LCS ha messo in piedi una resistenza inaspettata dopo aver perso il primo game in maniera disastrosa.

Jojopyun e compagni sono stati bravi a resettarsi mentalmente dopo la prima sconfitta, dando il loro meglio nei due game successivi. Hanno anche accarezzato la vittoria in una seconda partita assurda in cui hanno fatto sudare gli RNG.

Purtroppo, però, l’esperienza ed il divario meccanico tra i due team ha fatto la differenza. I Royal infatti non si sono mai arresi (come dice il loro nome), sono stati freddi ed hanno portato gli avversari all’errore, sfruttandolo a loro vantaggio in maniera cinica.

I campioni della LPL sono riusciti a prendersi un game 2 ed un game 3 difficilissimi, dimostrando di essere il vero raid boss del torneo. Onore ad entrambe le squadre, che ci hanno regalato una serie divertentissima e ricca alle squadre. Gli RNG volano in finale, in attesa di sapere chi andrà a giocarsela con loro per la vittoria finale. Nella giornata di domani, 28 maggio, G2T1 si contenderanno l’accesso alla finalissima del MSI 2022.