LEC: il capitolo finale del “drama” di Selfmade

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Le vicende che hanno coinvolto Selfmade ed i Fnatic sono diventati un “caso” mediatico. Le ultime indiscrezioni, diffuse da LEC Wooloo, hanno alimentato un fuoco che difficilmente si spegnerà nel breve periodo. Tutta la faccenda ha assunto dei contorni grotteschi, specialmente dopo aver sentito le dichiarazioni di Nisqy in merito.

La LEC è stata scossa dal “caso” Selfmade

Le ultime indiscrezioni

Secondo quanto riportato da LEC Wooloo sul suo profilo twitter, ci sarebbero state delle ulteriori dichiarazioni in merito al “caso” Selfmade. La persona in questione, rimasta anonima, avrebbe dichiarato che nessuno degli attuali giocatori dei Fnatic vorrebbe più giocare con il polacco, a causa della sua estrema tossicità dentro e fuori da LoL.

Già durante i Worlds 2020 (dopo la sconfitta subita per mano dei TES), Selfmade si sarebbe reso protagonisti di diversi flame nei confronti di Nemesis, unico responsabile della sconfitta. Questo atteggiamento sarebbe stato disapprovato dai veterani BwipoRekkles ed Hylissang che non volevano più avere nulla a che fare con lui. L’atteggiamento tossico del polacco, inoltre, avrebbe spinto via Rekkles dai Fnatic.

Nisqy smentisce l’anonima fonte di Wooloo

Queste forti dichiarazioni diffuse da LEC Wooloo, hanno scosso l’ambiente, al punto in cui ci si è chiesto se tutto questo fosse vero. Le accuse nei confronti di Selfmade hanno innescato una valanga di meme, sia da parte del pubblico che direttamente dai giocatori e della squadre di tutto il mondo. Oltre a questo fattore, si aggiungono anche le dichiarazioni rilasciate da Nisqy in streaming, che ha affermato di non aver mai avuto problemi con Selfmade.

Insomma una vicenda grottesca, di cui probabilmente non conosceremo mai la verità. Purtroppo, tutti i personaggi coinvolti nei fatti, hanno sbagliato le loro strategie comunicative, parlando anche più del dovuto su delle cose che dovrebbero rimanere private. In ogni caso è ormai più che chiaro che ci siano delle grosse divergenze nel management dei Fnatic. La dirigenza dovrà imparare molto da questo “drama”, per evitare che ne accadano altri in futuro e per mantenere pulito il nome di una delle organizzazioni più importanti del mondo.

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701