Nuova patch in arrivo nel PTR di Heroes of the Storm con Mal’Ganis ed altre novità!

Nuova patch in arrivo nel PTR di Heroes of the Storm con Mal’Ganis ed altre novità!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Da poche ore Blizzard ha regolarmente introdotto nel Nexus di Heroes of the Storm due importanti aggiornamenti sul Reame Pubblico di Prova: da un lato abbiamo infatti potuto consultare quali fossero le novità introdotte con la patch del nuovo eroe Mal’Ganis (troverete tutte le note dettagliate poco sotto), dall’altro abbiamo invece visto Blizzard pubblicare una patch di bilanciamento, sempre sul PTR,  che ha colpito con buff e nerf quindici eroi del gioco (qui ulteriori dettagli).

Con la presente patch Blizzard introduce quindi nel gioco il nuovo eroe Guerriero Mal’Ganis, di cui ha presentato le abilità e le principali caratteristiche, e diverse modifiche a vari aspetti di HOTS: tra gli altri si segnala il fatto che le Miniere Infestate sono state rimosse da tutte le modalità di gioco e sono ancora presenti nella sola modalità personalizzata.
Di seguito tutti i dettagli.

La nuova patch di Heroes of the Storm è arrivata sul Reame Pubblico di Prova e sarà disponibile per il test fino al 15 ottobre. Come al solito, se riscontri dei bug durante le sessioni di gioco sul PTR, vai sul Forum di segnalazione bug del PTR per condividere la tua esperienza.


Sommario:


Campi di battaglia

Rotazione dei campi di battaglia non classificati:

  • La rotazione dei campi di battaglia in modalità non classificata è stata cambiata nella seguente:
    • Passo d’Alterac
    • Campi di Battaglia Eterni
    • Baia di Cuornero
    • Distaccamento di Braxis
    • Valle Maledetta
    • Contea del Drago
    • Giardini del Terrore
    • Tempio di Hanamura
    • Altari Infernali
    • Tempio Celeste
    • Tomba della Regina Ragno
    • Torri della Rovina
    • Fonderia Volskaya
    • Stazione Atomica
  • Miniere Infestate: le Miniere Infestate sono state rimosse da tutte le modalità di gioco. Sono disponibili per essere giocate solo in modalità partita personalizzata.
  • Mercenari: la carica dei Genieri non può più essere interrotta da un effetto di silenziamento. Silenziare i Genieri impedirà comunque loro di incanalare l’abilità.


Nuovo eroe: Mal’Ganis (Guerriero)

Scaltro e intelligente, Mal’Ganis fu scelto per portare Arthas Menethil al servizio del Re dei Lich. Dopo aver manipolato il principe, convincendolo a eliminare ogni forma di vita da Stratholme, cadde vittima di Gelidanima nel primo atto di Arthas come campione del Re dei Lich. Tuttavia, i demoni non muoiono così facilmente.

Tratto

  • Tocco Vampirico
    • Mal’Ganis rigenera Salute pari al 45% dei danni inflitti agli eroi e al 15% dei danni inflitti alle unità non eroiche.
Abilità base
  • Vilartigli (Q)
    • Mal’Ganis attacca con violenza nella direzione selezionata, infliggendo 78 danni ai nemici.
    • Riattivare l’abilità consente di attaccare fino a 2 volte aggiuntive. La terza attivazione stordisce i nemici per 0,75 secondi.
  • Abbraccio Necrotico (W)
    • Mal’Ganis dissacra l’aria, infliggendo 119 danni ai nemici vicini e ottenendo 25 Resistenza per 3 secondi.
  • Scatto Notturno (E)
    • Dopo 0,75 secondi, aumenta del 50% la velocità di movimento per 2 secondi. Finché è attivo, Mal’Ganis può spostarsi tra gli eroi nemici, addormentandoli per 2,5 secondi.
Abilità eroiche
  • Sciame Necrofago (R)
    • Dopo 1 secondo, Mal’Ganis si trasforma in uno sciame invulnerabile di pipistrelli per 3 secondi, infliggendo 74 danni al secondo ai nemici.
    • Tocco Vampirico rigenera Salute pari al 100% dei danni inflitti da Sciame Necrofago agli eroi.
  • Conversione Oscura (R)
    • Incanala l’abilità su un eroe nemico per 0,75 secondi, poi scambia la percentuale di Salute con quella del bersaglio in 3 secondi.

Torna in cima


Progettazione

Eroi di Supporto

  • Abbiamo uniformato il funzionamento di alcune abilità di supporto, limitandole agli eroi (escludendo servitori e mercenari):

Alexstrasza

  • Dono della Vita (Q)
  • Soffio della Vita (Q – Forma di Drago)

Alachiara

  • Polvere di Fata (E)

Li Li

  • Pinta Rigenerante (Q)

Rehgar

  • Totem Curativo (Attivo – Livello 4)
  • Scudo Terrestre (W – Livello 13)

Tyrande

  • Luce di Elune (Q)

Uther

  • Luce Sacra (Q)

Commento degli sviluppatori: abbiamo uniformato la maggior parte delle abilità di cura affinché svolgano il compito previsto: curare gli eroi alleati. Alcune abilità continuano a curare servitori, se è parte importante della loro dinamica: Raggio Curativo del Ten. Morales (di modo che possa curare se stessa), Catena Curativa di Rehgar (per consentire lo spostamento tra servitori), Rettitudine di Tyrael (perché proteggere i servitori è parte dell’interazione con la corsia dell’abilità) e Splendore Sacro di Uther (per bilanciarlo, visto che danneggia i servitori).

Torna in cima

 


Eroi

SUPPORTO
Ana

Torna in cima


Supporto

Ana

Divider_Hero_Ana.png
Abilità
  • Dardo Curativo (Q)
    • Dardo Curativo ora trapassa i bersagli con piena Salute.

Indietro


Collezione

Nuovi pacchetti
  • I seguenti nuovi pacchetti sono disponibili per un tempo limitato!
    • Pacchetto Eroico Mal’Ganis
    • Pacchetto Vita e Non Morte
    • Pacchetto Carro dei Morti
Nuovo annunciatore
  • Mal’Ganis
Nuova cavalcatura
  • Carro dei Morti
    • Carro dei Morti di Nordania
    • Carro dei Morti di Roccianera
    • Carro dei Morti del Guardiamorte
Nuovi modelli
  • Mal’Ganis
    • Mal’Ganis Macchina del Terrore
    • Mal’Ganis Macchina del Terrore in Neo-carbonio
    • Mal’Ganis Macchina del Terrore Definitivo
    • Mal’Ganis Infernale
    • Mal’Ganis di Nordania
Nuovi ritratti, spray ed emoji
  • Diversi pacchetti di emoji e ritratti sono stati aggiunti al gioco.

Torna in cima


Correzione dei problemi

Generale
  • Eroi I.A.: corretti diversi problemi in cui gli eroi controllati dall’I.A. usavano le abilità in modo errato.
  • Potenza magica: corretto un problema per cui la Potenza magica non aveva più effetto sulle abilità di un eroe dopo la morte. (Per esempio, Tormenta di Jaina ora continua a infliggere danni aggiuntivi se ha un bonus alla Potenza magica ma Jaina muore prima della seconda e della terza ondata.)
  • Stasi/Arresto Temporale: corretto un problema per cui il terreno creato dai giocatori poteva spostare eroi sotto gli effetti di Stasi o Arresto Temporale.
Campi di battaglia
  • Giardino del Terrore: corretto un problema per cui i tre Terrori Arborei potevano essere generati in una sola corsia.
  • Servitori e mercenari: corretto un problema per cui gli eroi potevano bloccare il movimento delle catapulte, impedendo loro di passare attraverso cancelli intatti.
Interfaccia utente
  • Corretto un problema per cui compariva uno spazio prima del nome del giocatore nei sussurri.
Eroi, abilità e talenti
  • Ana: corretto un problema per cui le cure di Shrike non riflettevano accuratamente i danni inflitti (mediante la Potenza magica della Resistenza del bersaglio).
  • Cromie: corretto un problema per cui il punto di ritorno di Ciclo Temporale appariva errato se il bersaglio usava un’abilità di movimento.
  • Diablo: corretto un problema per cui Diablo non veniva spostato da respinte o effetti simili mentre attivava Dominazione.
  • Gall: corretto un problema per cui non sempre la riduzione dei danni aveva effetto su Gall.
  • Gul’dan: corretto un problema per cui il bonus alla Potenza magica di Oscurità Interiore non aumentava le cure di Risucchio di Vita.
  • Kharazim: ora può usare Slancio Irradiante verso tutte le unità alleate, inclusi mercenari, Biotumori e Nidi Tossici.
  • Li-Ming: corretto un problema per cui Elementi di Tal’Rasha forniva un bonus ai danni di Calamità dopo essere stato attivato due volte di fila.
  • Fosky: la Melma di Caccia all’Uovo non beneficia più dei talenti di Melma.
  • Sylvanas: ora i bersagli di Controllo Mentale ignoreranno precedenti ordini di movimento quando sono sotto gli effetti dell’abilità.
  • Uther: corretto un problema per cui i danni di Fuoco Sacro erano influenzati dalla Potenza magica.

Clicca qui per discutere di questo post con gli altri giocatori nei forum di Heroes of the Storm.


Heroes of the Storm è ufficialmente morto, Blizzard abbandona il progetto definitivamente

Heroes of the Storm è ufficialmente morto, Blizzard abbandona il progetto definitivamente

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Il progetto Moba di Blizzard, Heroes of the Storm, è ufficialmente morto ed a comunicarlo è stato lo stesso team di sviluppo, che in una nota condivisa in questi giorni ha annunciato l’abbandono definitivo del supporto ai giocatori.

Finisce così dunque il rivoluzionario progetto nato nel 2015 ad opera di mamma Blizzard che tanto aveva appassionato i giocatori della penisola nei primi mesi dal rilascio globale.

Un annuncio, quello della fine del supporto ai giocatori, che in uncerto senso era già stato telefonato nel 2019, anno in cui Blizzard decise di cancellare in maniera definitiva anche tutte le competizioni.

Heroes of The Storm è morto, ma non la sua community

Come spesso accade in queste situazioni, i fan storici del titolo non hanno preso benissimo la decisione di Blizzard e come era facile aspettarsi, non hanno atteso a farsi sentire sui social.

Particolarmente ricondiviso è stato il post del content creator Pally, che su Twitter riporta così il suo pensiero: ”Solo uno strano giorno. Mi sento come se avessimo saputo della morte (del gioco n.d.r.) anni fa, ma solo oggi stessimo celebrando il funerale.”

Non tutti ad ogni modo si sono fatti prendere dallo sconforto. Ad esempio il commentatore Thomas “Khaldor” Kilian, ha dichiarato sul proprio profilo ufficiale che nonostante la brutta notizia, lui ha già pensato a qualcosa per il futuro del gioco.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:


“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come un fulmine a ciel sereno, questa volta con una notizia più che positiva, Blizzard annuncia un evento importantissimo, o meglio il ritorno di un evento importantissimo. Parliamo della BlizzCon.

Purtroppo la situazione in casa Blizzard non è stata delle migliori in questi ultimi tempi, se poi aggiungiamo ben due anni di pandemia, potete ben capire in che problematiche versava la realizzazione della BlizzCon.

Quest’anno, la Blizzard, con un comunicato, annunciò di voler rimodellare l’evento (che è il più grande e importante dell’azienda) per renderlo il più inclusivo e accogliente per TUTTI gli amanti dei giochi Blizzard.

Ma il team sa benissimo quanto l’evento sia davvero l’unico modo di riunire una fanbase gigantesca come quella Blizzard. Per questo motivo, Mike Ybarra, nuovo Presidente dell’azienda, ha deciso insieme al team di impegnarsi al massimo per riportare il prima possibile l’evento dal vivo. Già a partire dal 2023.

In una lunghissima intervista ai colleghi del Los Angeles Times, infatti, Ybarra ha parlato delle condizioni della Blizzard e di come l’azienda abbia bisogno di rinnovamento, cosa che sta avvenendo proprio in questi mesi. “Ci stiamo impegnando per migliorare la nostra cultura” e per questo per Ybarra è importante un “team culturale”.

Proprio in quest’aria di rinnovamento si sente forte il bisogno di una nuova BlizzCon ed è proprio il 2023 l’obiettivo del team di Blizzard e della nuova assunta come capo della BlizzCon, April McKee.

Le parole di Mike Ybarra

Avevamo precedentemente annunciato una pausa per la BlizzCon mentre la re-immaginavamo per il futuro ma vogliamo il ritorno ad un evento dal vivo che ci permetta di celebrare la community. Abbiamo recentemente assunto come nuovo capo della BlizzCon, April McKee, che si sta impegnando duramente in questo senso. Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023

Queste le parole di Mike Ybarra che non lasciano spazio alle interpretazione, e mai come ora desideriamo che il piano e la missione di Blizzard si avveri.

Che ne pensate di questo annuncio? Vorreste al più presto il ritorno della BlizzCon?

Articolo Correlato:

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Spellbreak Blizzard – Sappiamo che la vita di un videogioco non è per niente facile e non tutti i giochi possono vantare anni di onorata carriera e in questi giorni l’ultimo ad abbandonare il panorama videoludico è Spellbreak. Anche se Blizzard potrebbe essere l’ancora di salvezza del team di sviluppo.

Spellbreak è uno degli ultimi arrivati nel mondo dei Battle Royale ed ha cercato di imporsi per la sua originalità nel gameplay, ma purtroppo non tutto è andato liscio ed è stata annunciata la chiusura dei server dal 2023.

Quindi anche Proletariat, lo studio di sviluppo del gioco, chiude i battenti? No per niente e bisogna ringraziare Blizzard e la nuova espansione Dragonflight di World of Warcraft. Già perché Blizzard ha proprio acquisito Proletariat per il suo MMORPG.

Proletariat ha nel suo novero sviluppatori esperti e veterani del settore e Blizzard non ha voluto farsi sfuggire l’occasione. Ben 100 dipendenti lavoreranno su WoW e, a più stretto giro adesso, a Dragonflight.

La mossa è stata fatta per rendere quanto più di qualità possibile il prossimo enorme contenuto di WoW. Il gruppo di Spellbreak, Proletariat, insieme a Blizzard, ci riusciranno? Non ci resta che attendere…

Voi cosa ne pensate di questa mossa di Blizzard?

Articoli correlati: