pareggio warzone

Su Warzone esiste il pareggio? DefendTheHouse prova a sfatare il mito

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Warzone pareggio – Anche se non è propriamente una delle cose a cui aspirano i giocatori, da diverso tempo sono in molti a chiedersi se su Call of Duty Warzone esista una qualche situazione che possa far concludere in perfetta parità due giocatori.

Ottenere il “draw” su Verdansk è sempre stata una vera e propria leggenda, e la cosa ha quindi incuriosito il noto youtuber DefendTheHouse (uno dei principali “Mythbuster” della scena di Warzone) che ha cercato di scoprire se esistesse una qualche possibilità di far concludere patta una partita.

Alle prime prove fatte su di una lobby provata, non sembra che DefendTheHouse sia riuscito a trovare la giusta strada perché vengano riprodotte tutte le circostanze per generare un ipotetico pareggio. Lo youtuber ha quindi provato a far concludere una partita con due giocatori immobili nel gulag (cosi che nessuno dei due potesse accumulare dei vantaggi utili per decretarne la vittoria), ma la cosa ha generato la vittoria a quello che è morto più tardi nel corso della partita.

Cosi il test è stato ripetuto, questa volta facendo morire i due giocatori protagonisti contemporaneamente nel gas, ma anche in questo caso la vittoria post gulag è andata solamente ad uno dei due giocatori.
Alcuni utenti hanno suggerito di applicare delle modifiche per rendere ancor più precisa l’esatta parità tra gli ultimi due player rimasti, con alcuni che hanno anche suggerito che nessuno dei due ultimi giocatori dovrebbe essere l’host della partita (in entrambi i casi era DefendTheHouse, e molti pensano che questa cosa possa “alterare” il risultato in favore proprio dell’host in queste circostanze).

Al momento sembra comunque impossibile (o comunque non ci si è ancora riusciti, ndr) riuscire a far concludere in parità una partita, e questo video ne è la prova più consistente al momento.

La video prova di DefendTheHouse

Cosa ne pensate community?

Credete che vi siano delle seppur remote circostanze in cui la parità potrebbe essere un risultato auspicabile? Ad esempio quando alla fine di una partita, rimasti solamente due giocatori in vita, questi si mandano al tappeto contemporaneamente (anche se “contemporaneamente” non è mai, visto che ci sarà sempre uno dei due, magari favorito solo da una linea migliore, e di soli pochi millesimi di secondo, che “sparerà” per primo).

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701