chad grenier

Le private sono in arrivo su Apex Legends

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Private Apex – Lo sviluppatore e Game Director di Apex Legends Chad Grenier ha recentemente parlato di alcune delle più importanti novità in arrivo presto sul battle royale di Respawn, ad iniziare dal fatto che saranno presto disponibili le partite private.

Questa funzione dovrebbe infatti esordire per tutte le piattaforme, andando cosi a soddisfare quello che è ormai da diversi anni uno dei desideri più bramati dai giocatori della community: avere anche su Apex le tanto attese private!

Ma in cosa consiste una partita privata? Una partita privata è una sfida che possiamo creare noi giocatori, una vera e propria lobby in cui le regole le dettiamo noi: la principale caratteristica delle sfide private è proprio questa infatti, poter regolare la partita sulle nostre personali preferenze permettendo l’accesso solo ai giocatori da noi selezionati.

Chad ha esplicitamente affermato che questa funzione arriverà presto su Apex, anche se non è stato possibile già conoscerne una data certa per il rilascio.

Sempre lo stesso Grenier ha poi in parte gettato “acqua sul fuoco” dell’hype dovuto ai Titan, con il Game Director che ha purtroppo spiegato che non ci sono particolari programmi dedicati al rilascio dei Titan su Apex.
Secondo Chad infatti, pur facendo parte del medesimo universo di gioco, l’introduzione dei Titan rischierebbe di cambiare troppo le dinamiche di gioco, e gli sviluppatori pare non vogliano correre alcun rischio di questo genere.

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701