apex legends cheat

Apex Legends, bannati per cheat due tra i giocatori più alti in ranked

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Apex Legends Cheat – Nessuno sembra esente dai controlli di Respawn riguardo all’utilizzo di cheat e di software non consentiti, con due tra i più “forti” giocatori del mondo che sono stati recentemente accusati e bannati per cheating.

Non stiamo parlando di due giocatori semplicemente forti, ma di due che occupavano altrettante posizioni all’interno del ranking Top10 del mondo di Apex Legends…due player che quindi non solo erano riusciti ad alterare in modo davvero impressionante le loro capacità, ma che hanno anche rovinato chissà quante partite classificate a tanti giocatori del tutto incolpevoli.

Dietro questa durissima, ma assolutamente apprezzata mossa, troviamo il capo della sicurezza di Respawn Conor Ford, altrimenti noto sui social come Hideouts, che attraverso un post su Twitter ha fatto sapere dei due “super ban” inflitti nelle scorse ore.

Il post di Hideouts – Apex Legends Cheat

Alla notizia, il popolo dei professionisti ha risposto con grande entusiasmo anche perchè erano ormai diversi giorni che entrambi questi giocatori ricevevano segnalazioni su segnalazioni da parte di alcuni tra i pro più celebri del mondo.

Uno di questi, Snip3down (giocatore dei TSM), ha anche pubblicato un post di felicitazioni dal suo profilo Twitter, in cui ha chiaramente dato del “pathetic man” ad Invulnerable, uno dei due giocatori coinvolti in questa situazione.

Almeno per questa volta possiamo dire, senza alcun “pelo sulla lingua”, che giustizia, finalmente, è fatta!
Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701