valorant hitbox

Valorant: in arrivo nuovi fix per la hitbox e impugnatura mancina

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Valorant Hitbox – Attraverso una nuova puntata di “Ask Valorant“, gli sviluppatori di Riot hanno spiegato alla community alcune delle importanti aggiunte che verranno proposte prossimamente.

Iniziamo con il parlare della possibilità di cambiare l’impugnatura dell’arma e di passarla sulla mano sinistra. Questa particolare caratteristica sembra essere tra gli obiettivi a breve termine di Riot, che sta già lavorando su questa particolare aggiunta.

Ecco quanto comunicato dal produttore senior Steven Eldredge in merito a questo argomento.

Ci sono novità riguardo a un’eventuale visuale con l’impugnatura mancina delle armi?

Questa funzionalità ci è stata richiesta da un gran numero di giocatori, e pertanto abbiamo iniziato a valutare la possibilità di inserirla. Al momento stiamo verificandone l’eventuale funzionamento sia dal punto di vista tecnico che da quello competitivo e artistico. Anche se può sembrare un’aggiunta piuttosto semplice, vogliamo assicurarci che non contrari i giocatori. Per questo dovremo valutare alcuni aspetti:

La prima cosa da considerare è come conservare la fedeltà artistica degli splendidi modelli delle armi e dei personaggi, oltre ovviamente alle abilità. Non accade spesso di poter vedere da angolazioni diverse le nostre armi e i nostri accessori in prima persona, quindi è necessario garantire che restino coerenti anche se vengono impugnati con la mano sinistra. Dobbiamo assicurarci che le abilità abbiano origine dagli stessi punti e che la qualità sia… beh… ancora di qualità.

Il secondo aspetto da tenere a mente è il modo in cui questa funzionalità potrebbe influenzare l’integrità competitiva del gioco. Vogliamo essere certi che giocare con un modello mancino non generi vantaggi o svantaggi, e che l’equità competitiva resti invariata. La visuale a impugnatura mancina non deve diventare un nuovo meta, e i giocatori che la scelgono non devono essere penalizzati.

Anche se siamo all’opera per implementarla, dobbiamo ancora assicurarci di rispettare questi criteri, e per farlo la funzionalità dovrà superare dei rigorosi test competitivi e artistici. Alla luce di tutto questo, purtroppo al momento non possiamo darvi tempistiche per quanto riguarda la sua implementazione.

Ugualmente dettagliata è stata poi anche la risposta fornita ad un utente che chiedeva dei problemi alla hitbox ed alla registrazione dei colpi che di tanto in tanto si ripresentano in partita, andando a guastare l’intera sessione competitiva.

Effettivamente sembra che ci siano dei margini di intervento da parte dei devs per migliorare e rendere più affidabile il sistema di sparo come  aumentare la chiarezza delle hitbox, migliorare la leggibilità e la prevedibilità degli stati di movimento imprecisi, e minimizzare la differenza nella sensazione offerta dal gameplay in condizioni di ping diverse.

Andiamo a leggere tutti i dettagli.

Probabilmente è frustrante da sapere, ma trovo che la mia esperienza in VALORANT sia incoerente da partita a partita. Per esempio, alcune volte ho problemi a mettere a segno anche i colpi più semplici mentre altre va tutto liscio come l’olio. Non sto cercando di accampare scuse per le mie prestazioni, ma ogni tanto mi sembra che ci sia qualcosa che non va. A voi non sembra? State indagando sulla questione?

Non vogliamo evitare la domanda, ma capire cosa stesse succedendo realmente è stato un vero incubo. Quello che posso dirvi è che non è solo una vostra impressione: monitoriamo costantemente l’opinione dei giocatori in merito a questioni come “affidabilità e coerenza dei combattimenti” attraverso sondaggi, analisi di gameplay e persino tramite i social media (ciao, Reddit). Negli ultimi mesi abbiamo notato tendenze poco confortanti sulla percezione dell’affidabilità di sparo (ovvero una riduzione dei pareri positivi all’affermazione “I miei proiettili raggiungono il bersaglio come previsto”), e questo ci ha convinti ad andare più a fondo nella questione.

Anche se si tratta delle opinioni di alcuni giocatori, ricordate che esiste un team di VALORANT che si occupa dei problemi di chiarezza e registrazione dei colpi, e che finora ha apportato costanti modifiche al sistema. Tuttavia, per quanto riguarda le prestazioni che cambiano in VALORANT “da partita a partita”, può essere difficile individuare l’esatta natura del problema. Per questo tipo di situazioni, solitamente ci interfacciamo con i giocatori (in questo caso quelli da Oro a Immortale e oltre) per sapere dalla loro viva voce cosa c’è che non va.

Durante le nostre conversazioni, questi giocatori hanno riferito (in generale) che il sistema di sparo risultava affidabile e coerente per la maggior parte del tempo, nonostante ci fosse un chiaro margine di miglioramento. Hanno inoltre proposto alcune soluzioni per migliorare l’affidabilità durante gli scontri: aumentare la chiarezza delle hitbox, migliorare la leggibilità e la prevedibilità degli stati di movimento imprecisi, e minimizzare la differenza nella sensazione offerta dal gameplay in condizioni di ping diverse. Dato che si tratta di ottimi spunti su cui indagare, lo stiamo già facendo!

Stiamo analizzando tutti questi punti mentre cerchiamo anche di avere un’immagine più olistica dell’affidabilità del gameplay, che riesca a unire sensazioni, analisi di gioco e analisi tecniche profonde dei nostri sistemi di base. Garantire che il gioco rispetti la vostra abilità e quella dei vostri avversari è fondamentale per offrire l’esperienza voluta in VALORANT, e non abbiamo intenzione di allontanarci da questo principio. Continuate a fornirci feedback e noi continueremo a indagare.

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701