valorant

Valorant – PBE in arrivo e Patch più leggere

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nel ”Dev Diaries” di ieri, Venerdì 18 Dicembre, gli sviluppatori di Valorant hanno deciso di condividere con la community i progetti riguardanti l’arrivo imminente del PBE e delle modifiche riguardanti la leggerezza delle patch.

Arnar Gylfason, Senior producer, fa ammenda per i disagi causati ai player con la caotica uscita dell’ultima patch: ”Visto come é andata con la 1.11 vogliamo fermarci e capire come possiamo agire per essere sicuri di fornire un ambiente di gioco sostenibile”.

Attualmente iniziamo i lavori sulla patch con 2 settimane e mezza di anticipo ed operiamo secondo quest’ordine: Una ramo (branch) principale in cui operano tutti i team, con successivamente una fase Blocco di revisione e conseguente stabilizzazione. Ci si prepara poi per il rilascio valutando tutte varie interferenze tra il lavoro dei diversi team sulla patch e conseguendo la loro risoluzione”.

 

 

”Una soluzione potrebbe essere quella di essere più severi nella fase di Blocco, ossia, la fase preparatoria in cui tiriamo il confine tra quello che potrebbe essere potenzialmente dannoso all’attuale ambiente di gioco e quello che, al contrario, non lo é”.

”…Tornando invece alla fase di Rilascio, il tempo che intercorre tra quest’ultima e la fase di Blocco, é di circa due giorni lavorativi, […] dedicheremo nel 2021 ben 24 ore aggiuntive a questo processo, cosa che ci permetterà non solo un maggiore numero di test effettuabili. Cadenzeremo inoltre meglio i vari cambiamenti nel gioco, in modo da non rilasciare moli incontrollabili di novità tutte allo stesso tempo”.

In arrivo il PBE su Valorant

In chiusura Gylfason riserva uno spazio ad un argomento di cui si era parlato spesso, soprattutto dopo il flop della 1.11: il PBE.

Per i meno avvezzi questo termine sta per Public Beta Environment, e consiste di un server distaccato da quello principale in cui vengono rilasciate in anteprima le modifiche in arrivo per avere feedback dai players interessati a testare tali modifiche.

”Pensiamo che un ambiente di test con molti giocatori reali sia di grande aiuto per individuare potenziali problemi prima che si insinuino nel gioco”, conclude lo sviluppatore.

Sembra dunque che il 2021 porterà molte novità in casa Valorant, ma voi cosa ne pensate?

 

Articoli Correlati:

Amin "Gosoap" Bey El Hadj

Gamer da sempre, sin da quando ero un bambino solo, proprio come lo eri tu. Ma adesso siamo amici, giusto?

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701