Recap DreamHack Valencia: Riecco il PSG! Ancora beffa per l’addio di Fireburner

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

E si è così conclusa la terza tappa di uno degli appuntamenti più importanti del circuito di Rocket League, che al DreamHack di Valencia ha portato uno dei livelli di competitività più alti di sempre!

Rivediamo tutti gli avvenimenti più importanti dell’evento in questi tre giorni di puro divertimento a tema Rocket League.

Giorno 1

32 team, di cui 4 invitati, quattro qualificati dalla seconda fase, e 24 provenienti da iscrizioni aperte, vengono divisi in 8 gruppi da 4 team ciascuno. Tutte le partite sono best of five, ed i migliori 4 team, due dal Winner Bracket, due dal Loser Bracket, passano al Giorno 2.

Dreamhack Rocket League Valencia risultati

Nei primi due gruppi su quattro, non mancano di certo le sorprese! Se i Vitality, alla prima uscita da campioni del mondo, si dimostrano schiacciasassi, lo stesso non si può dire dei TSM e Splyce. Il team europeo, finalista della scorsa edizione a Dallas, crolla prima sotto i colpi dei Complexity, ed infine contro il Team dell’Oceania, Ground Zero Gaming, abbandonando subito la corsa al trofeo! Discorso leggermente diverso per gli Splyce, a cui non basta il cambio dii roster dopo la retrocessione alle RLRS per interrompere la striscia di risultati negativi.

Nel Gruppo B, invece, ottimo il reverse sweep dei C9, che rimontano 2 game di svantaggio dai Veloce ed accedono così diretti al Day 2! Triple Trouble che fanno ancora fatica a superare il PSG, costretti così ad accedere al Loser Bracket.

Dreamhack Rocket League Valencia risultati

Il gruppo C mostra poche sorprese di per se, ma ci consegna dei nuovi The Bricks! L’ingresso di al0t da subito i suoi frutti, con la convincente vittoria per 3 a 0 (e senza concedere goal) contro il Barcelona.

Gruppo D che, invece, vede il team di Turbopolsa, separato ormai dai Dignitas, sorprendere un po’ tutti battendo per 3 a 2 gli NRG. Proprio i Dignitas saranno una delle delusioni di questa tappa, che già al Day 1 hanno rischiato di uscire dopo la netta sconfitta contro i Rogue.

Giorno 2

I 16 team che sono avanzati dal Giorno 1, vengono divisi in 4 gruppi da 4 team ciascuno. Tutte le partite sono sempre best of five, e passano ai Playoffs i migliori 4 team di ogni gruppo, 2 dal Winner Bracket, due dal Loser Bracket.

Dreamhack Rocket League Valencia risultati

Passati al Giorno due, nel gruppo A la solfa non cambia, con i Vitality che proseguono con due 3 a 0, soprattutto uno ai danni del PSG. Il bello, però, deve ancora venire, perchè i The Bricks si fanno sorprendere e trovano la sconfitta contro i River Rats, regalandoci però una delle serie più discusse di tutto l’evento contro i Veloce. Sotto due a 0 e completamente fuori forma, all’improvviso i The Bricks rialzano la testa. La chiave di svolta è il quarto game, che si era portato sull’1 ad 1, ma interrotto a causa di un allarme incendio rivelatosi poi falso. Gli arbitri stabiliscono di ripartire sul punteggio di 1 a 0 per i Bricks, che con immensa fatica lo portano a casa, pareggiando la serie ed infine completando l’opera nel Game 5!

Gruppo B che vede i C9 proseguire quanto già fatto dai Vitality, ma soprattutto il Barcelona che sorprende i G2 e rialza la testa dopo un deludente Day 1. Nel Loser bracket, i Complexity completano l’opera ed eliminano il team NA, che torna a casa con una grossa delusione sulle spalle. Anche i Triple Trouble non rientreranno nella Top 8 finale, con gli NRG che per due giornate di fila passano dal Loser Bracket!

Playoffs

Questa volta è un bracket ad eliminazione diretta, con i quarti di finale best of five, mentre le semifinali e la finale sono best of seven.

Dreamhack Rocket League Valencia risultati

Top 8 che, in live, parte con la rivincita tra The Bricks e Barcelona, i quali ci regalano un’altra serie infuocata portata a casa da Kuxir e compagni. Il cammino del team catalano è stato comunque ottimo fin qui, come dimostra la vittoria con i G2, e gli spagnoli si stanno ormai solidificando come potenza mondiale!

Cloud9 che, questa volta rispetto al Day 1, subiscono loro un clamoroso reverse sweep del PSG. Il team francese sembrava completamente inerme sotto i colpi degli americani, ma uno splendido Chausette ed un gioco di squadra ormai consolidato hanno permesso al team di portare a casa la serie.

Continua, invece, il cammino dei Complexity, vera rivelazione del torneo, che elimina la seconda sorpresa dell’evento, i River Rats, per 3 a 2. Nonostante tutto, quest’ultimi avranno tanto da discutere, perché hanno effettivamente giocato molto bene insieme, e chissà che decidano di confermare il team in vista della prossima stagione.

Nell’ultimo quarto di finale, la rivincita RLCS ribalta il risultato proprio del mondiale, con gli NRG che rialzano la testa nel momento più importante, ed i Vitality che invece crollano sul più bello con un netto 3 a 0. Le semifinali non lasciano spazio a dubbi, a passare sono le due squadre più solide, con gli NRG che di forza passano contro il team europeo, mentre il PSG sfrutta la poca coesione di squadra dei Mattoni (normale, visto che giocano da poco insieme), per accedere alla finale.

Tutti volevano un lieto fine per Fireburner, che aveva già annunciato il ritiro dalle competizioni prima dell’evento, ma purtroppo la sua avventura è terminata con un ritorno alla vittoria del team della capitale francese.

Il DreamHack, con i risultati appena conseguita, permette a molti team di ragionare sul da farsi. Con l’estate che arriva, è un momento di pausa adatto per tutti al fine di allenarsi al meglio e schiarirsi le idee, in vista di quella che sarà la prima stagione competitiva targata Epic Games!

Potete rivedere tutti i risultati nel dettaglio, uniti anche alle partite singole, grazie al sempre ottimo lavoro di Liquipedia, che a questo link ci ha tenuti aggiornati in tempo reale su tutte le partite. Ringraziamo anche chi ha seguito nella stream italiana lo staff di Rocket Colosseum ed i T2 Caster, a cui vanno i complimenti per averci portato ancora una volta una delle competizioni più importanti del panorama competitivo di Rocket League!

Ed infine, un saluto ed un grazie a Fireburner, un vero campione dentro e fuori dal campo di questo Esports, a cui auguriamo il meglio per il suo proseguimento di carriera!

ALTRI ARTICOLI ROCKET LEAGUE:

 

Marco "Disfact" Scarfone

Sono nel mondo dei videogiochi sin da piccolo e, crescendo, questa passione mi ha portato ad appassionarmi agli eSports. Sono a capo della community di Rocket League in Italia, organizzando tornei e gestendo tutto quanto riguarda il gioco in Italia.