PUBG Global Invitational rivelato per questa estate

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Si terrà questa estate il prossimo torneo: PUBG Global Invitational 2018. Un torneo enorme con un montepremi totale di 2 milioni di dollari.
Il torneo sarà situato a Berlino, in Germania, dal 25 al 29 di Luglio, nel quale 20 squadre professioniste si sfideranno per accaparrarsi il montepremi.
Le informazioni sul più grande torneo mai organizzato per PUBG, sono state rilasciate dal sito Polygon.

PUBG Global Invitational

L’intera esperienza sarà guidata dalla telecamera in gioco, che accompagna già tutti i giocatori che si sono avventurati negli streaming e nelle personalizzate. La telecamera in grado di mostrari gli scontri a fuoco (e non), si dal punto di vista dei giocatori, che in terza persona. La telecamera sarà guidata dalla regia che accompgnerà i commentatori, così da valorizzare ogni scontro. Non mancheranno i replay delle azioni salienti, i quali potranno mostrare meglio tutti i vari punti di vista.

Partecipanti

Per partecipare al torneo, le squadre dovranno passare la fase di qualifica regionale, che verrà svolta in Nord America, Europa e Asia. Le prime qualificazioni sono quelle americane che si stanno tenendo in questo periodo e che vedono centinaia di squadre coinvolte.
Le qualificazioni sono divise in 3 grandi rounds:

  • primo round 320 squadre divise in 16 server da 20 squadre ognuno. Le migliori 10 di ogni server avanzano al secondo round.
  • secondo round con 160 squadre divise in 8 server da 20 squadre ognuno. Le migliori 10 di ogni server avanzano al terzo round.
  • terzo round con 80 squadre divise in 4 server da 20 squadre ognuno.

Per quanto riguarda i premi di questa fase invece, il montepremi messo in palio è il seguente:

  • 1st – $32,000
  • 2nd – $24,000
  • 3rd – $18,000
  • 4th – $12,000
  • 5th – 6th – $8,000
  • 7th – 8th – $6,000
  • 9th – 12th – $4,000
  • 13th – 16th – $3,000
  • 17th – 20th – $2,000

Importante nota di questo torneo sarà la doppia incoronazione. Infatti ci saranno due competizioni parallele: una in prima persona; l’altra in terza e ognuna delle due vedrà un team vincitore. Questo è stato possibile grazie all’introduzione della modalità in prima persona, non presente al primo grande torneo PUBG Global Invitational.

Altri eventi come questo ci aspettano per PlayerUnknown’s Battlegrounds nel futuro. Questo è quello che si evince dalle parole di Brendan Greene, in un’intervista che rigurdava proprio gli investimenti sulle infrastrutture e l’intero mondo esportivo.

Eugenio "Paesano" Fofi

Studente di ingegneria elettronica all'università La Sapienza, di Roma. Appassionato di giochi e videogiochi fin da bambino. Passione trasformata in informazione, studio e competizione. Giocatore di giochi di carte on-line e non, di sparatutto e Moba, con discreti risultati nei tornei raggiungibili. Obiettivo: far conoscere e valorizzare gli e-sports, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti