fiore spirituale

Speciale Fiore Spirituale: come è stato creato l’evento

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con la nuova patch 10.15 di League of Legends è stato introdotto sul sito ufficiale un contenuto interamente dedicato all’evento Festival del Fiore Spirituale…una delle principali novità dell’ultimo aggiornamento.

In questo approfondimento, i devs hanno voluto spiegare come nasce l’idea del Fiore Spirituale, e di conseguenza anche i modelli che ne compongono la linea (le skin, ndr), e da dove derivano le fantasie ed i dettagli che caratterizzano questi speciali contenuti del gioco.

Come segnalato anche dagli stessi sviluppatori, “Fiore spirituale è iniziato da un’idea semplice: cosa succederebbe se traessimo ispirazione dal folklore spirituale per creare una linea di aspetti per LoL? Quando il team ha cominciato a cercare ispirazione nei film, negli anime e nella tradizione popolare, ci è sembrato subito chiaro che questa linea di aspetti potesse diventare qualcosa di molto più grande. Il folklore ha radici profonde nella storia e nella tradizione: è un modo con cui i popoli si tramandano storie tra le varie generazioni. Che aspetto avrebbe su Runeterra?

L’idea è germogliata e, dopo poco, altri team hanno voluto dare il loro contributo a questa nuova e unica tematica ambientata nel mondo di Runeterra. Arriviamo così al presente, dove troviamo Thresh con le sembianze di un umano affascinante, Ahri con l’aspetto di una vera volpe e il fastidiosissimo Teemo che suona il flauto. Abbiamo anche un approfondimento sulle loro personalità attraverso un romanzo visivo, un restyling di Blitz al nexus, nuovi Guardiani di Legends of Runeterra, nuovi campioni e… molto altro ancora“.

Ma com’è iniziato tutto? Da dove nasce questa idea? A queste semplici domande gli sviluppatori hanno deciso di rispondere in modo completo ed approfondito, ecco quanto spiegato da Riot Cashmiir

Fiore Spirituale – Dettagli ufficiali

Tutto è lecito in amore e nello sviluppo delle tematiche

Il team dello sviluppo tematiche è composto da scrittori, artisti e produttori che gestiscono la creazione del multiverso, cioè di universi alternativi come Guardiani Stellari, K/DA e Odissea. Collaborano con il resto del team degli aspetti per creare nuove tematiche, rinnovare quelle più vecchie ed esplorare nuove prospettive sui campioni.

A intervalli di qualche mese, organizzano una riunione in cui tutto lo staff di Riot può condividere idee ed è proprio durante una di queste che è stato piantato il seme di Fiore spirituale.

L’idea iniziale di questo evento era di attingere al folklore spirituale per applicarlo a LoL, facendo assumere ai vari campioni degli archetipi spirituali ricorrenti. L’intenzione era di fermarci a questo, ma quando i concept artist hanno mostrato al team alcuni degli schizzi preliminari, abbiamo subito capito che l’idea aveva le potenzialità per essere ampliata ulteriormente.

“Ci stavamo concentrando sull’idea di creare un’esperienza intensa e surreale per i giocatori,” ci ha detto Jon “Riot DrPh8” Buran, direttore artistico associato. “In passato, ci eravamo già affacciati sulla tematica del mondo spirituale con Luna di Sangue, ma in quel caso si trattava di una versione più cupa, corrotta e legata a un culto. In questo caso, invece, volevamo che Fiore spirituale fosse elegante, stravagante, bellissimo e innaturale.”

01_Environment.jpg
LA CONCEPT ARTIST NANCY “SOJYOO” KIM HA DISEGNATO QUESTA ILLUSTRAZIONE IN UN SOLO GIORNO PER USARLA COME FONTE DI ISPIRAZIONE PER LA COSTRUZIONE DELL’UNIVERSO.

All’inizio, il team è partito dall’idea di un mondo definito da principi assoluti, con la presenza di spiriti buoni e spiriti malvagi. I primi si limitavano a trascorrere la loro esistenza in questo regno meraviglioso per l’eternità. Gli altri, invece, facevano di tutto per essere all’altezza del proprio nome. Ma proprio di tutto. A un certo punto i giocatori avrebbero visto degli spiriti malvagi banchettare con le carni di qualche sfortunato abitante del reame spirituale. Anche se si trattava di una prospettiva interessante, la lotta tra il bene e il male è una tematica che avevamo già esplorato in passato.

02_TeemoFinal_OscarVega.png

“Non volevamo che questo fosse un altro evento che mette in contrapposizione due elementi e per questo dovevamo fare in modo che non ci fosse una tensione generale nel reame spirituale”, ci ha spiegato Jared “Carnival Knights” Rosen, capo narrativo dello sviluppo tematico. “Era importante che questo mondo e i suoi abitanti avessero una moralità più grigia e aliena, invece che ‘bianca e nera’.”

Questo principio ci ha portato alla versione del reame spirituale che abbiamo attualmente. I due lati del reame non sono per forza in conflitto tra loro. Al contrario, coesistono in un mondo nel quale sono intrinsecamente legati. È un equilibrio tra pace e passione, dove tutti gli spiriti esistono da qualche parte su questa scala di emozioni.

Nessuno di loro è mai davvero buono o pienamente malvagio.

03_SpiritBlossomYasuo_Renders01.pngQuelli più pacifici, i kanmei, hanno trovato la quiete nell’aldilà e risiedono nel reame spirituale per l’eternità, impegnati a fare… beh, un po’ quello che vogliono. Poi ci sono gli akana, gli spiriti più passionali. A differenza dei kanmei, non hanno trovato la pace e sono ossessionati dalle scelte, o dagli errori, che hanno compiuto in vita e per questo sono caratterizzati da una natura più ossessiva e caotica.

Per un po’ di tempo, il mondo di Fiore spirituale era stato progettato per essere una tematica di aspetti alternativi, come Guardiani Stellari o PROGETTO. Ma alla fine, una nuova idea ha preso forma: come sarebbe se rendessimo Fiore spirituale canonico nella storia di Runeterra?

Ora possiamo renderlo canonico!

Recentemente, abbiamo cercato di abbinare gli aspetti di lancio dei nuovi campioni con una tematica a loro appropriata. Aphelios è un Lunari, quindi ha ricevuto un aspetto Portatore della Notte. Sett è un tipo a cui piace fare a pugni, quindi i Regni Mecha erano adatti a lui. Lillia è letteralmente un fiore di Ionia, per cui il suo aspetto è Fiore spirituale.

“All’inizio, Fiore spirituale doveva essere un aspetto tematico per Lillia e gli altri campioni, ma i risultati ottenuti dal team con questa tematica hanno ricevuto moltissimi apprezzamenti”, ha dichiarato Carnival Knights. “Stavamo discutendo su come fare per rendere questo evento più importante, poiché sempre più team si univano ai lavori, creando altri contenuti per Fiore spirituale, Legends of Runeterra e così via. Praticamente è questo il motivo per cui abbiamo deciso di renderlo canonico nel mondo di Runeterra. È… successo e basta.”

04_Teemo.jpgA questo punto, il mondo doveva essere sviluppato per fare in modo che si adattasse a Ionia. Dopo vari tentativi, il team ha deciso di usare il concept di un Festival del Fiore spirituale. Il festival segna la fioritura di un vero fiore spirituale ed è un momento in cui gli abitanti di Ionia entrano in comunione con i loro cari defunti per celebrare il loro pacifico passaggio all’aldilà, o piangere la loro incapacità di riposare in pace.

Lo scrittore narrativo Michael “SkiptoMyLuo” Luo ci ha spiegato che gli abitanti di Ionia hanno diverse tradizioni e rituali che coinvolgono i fiori. “Quello più comune consiste nel piazzarne uno sulla tomba di un caro scomparso. Se sboccia, significa che il defunto ha trovato la pace e il suo spirito compare, permettendo di comunicare con lui per un po’ di tempo. Ma se il fiore appassisce e non appare nulla, è un segno che lo spirito è stato corrotto e non riesce a riposare in pace.”

Ionia è un luogo spirituale per natura. Ci sono spiriti dappertutto, perfino nelle rocce e negli alberi. In questo elemento, il team ha trovato l’ispirazione per gli aspetti Fiore spirituale. Ogni aspetto di un campione incarna un elemento come la natura, la salvezza, l’eroismo, la redenzione, l’ossessione, l’odio, la disperazione, la perdita, la tentazione e la morte.

09_Kindredingame.jpg“Ma Riot, tutto ciò non ha senso. Hai appena detto che il Fiore spirituale è canonico nella storia del mondo. Thresh ora è diventato uno spirito muscoloso? Credevo che provenisse dalle Isole Ombra.” Sì, avete ragione. Così non va bene.

…A meno che?

“Gli aspetti Fiore spirituale rappresentano le tradizioni orali e ruotano attorno a questa festività di Ionia. Quindi il festival in sé è canonico, ma gli aspetti fanno parte del folklore”, ci ha spiegato SkiptoMyLuo. “Le persone vanno al Festival del Fiore spirituale per entrare in comunione con i propri cari defunti. Ma ci si può andare anche per assistere a uno spettacolo in cui lo Spirito dell’Ossessione combatte contro quello della Salvezza. Le persone si mascherano. È una festa.”

L’idea è che questi aspetti siano costumi che, in teoria, possono essere acquistati al festival. Thresh è solo la rappresentazione dello Spirito dell’Ossessione… con il corpo verniciato di viola e un bel costume.

Far arrivare Fiore Spirituale ai giocatori

“Se l’evento Fiore spirituale, con tutti i suoi aspetti, le ricompense, le ore di gioco, i video e tutto il resto, potesse essere messo in un pacco regalo, il nostro team di publishing avrebbe il compito di rendere quel pacco bello ed elegante”, ha dichiarato Anton “Riot Manton” Kolyukh, direttore creativo del publishing. “Abbiamo provato a creare uno stile visivo che sia all’altezza del materiale di ispirazione, ma che possa anche sbocciare in qualcosa che va oltre quei limiti e sia interessante e originale per il nostro pubblico occidentale e orientale.”

Ed è questo il momento in cui è entrato in gioco il visual designer Craig “MrParkinson” Parkinson.

11_early_exploration.png“Ho sentito ripetere spesso parole come stravagante, spirituale, meraviglioso, innaturale e mistico, e quindi all’inizio le ho usate come punto di riferimento”, ci ha spiegato MrParkinson. “Fiore spirituale è incentrato sull’aldilà, un mondo etereo dove risiedono gli spiriti. Ho notato che l’immagine di Yasuo aveva dei disegni folkloristici sulla maglia e li ho usati per creare degli schemi e delle forme geometriche. Poi li ho uniti con trame naturali, tratti di pennello e colori. Ed ecco il risultato.”

12_SB---Full-Logo---Localised_ENG_01.jpgSe siete interessati a saperne di più sul processo di design grafico di Fiore spirituale date un’occhiata all’articolo di approfondimento.

Il futuro di Ionia

E così, eccolo qui. Fiore spirituale. Non è un universo alternativo. È una tematica collegata alla storia con degli aspetti ispirati al folklore. Speriamo davvero che vi piaccia. Oh, c’è anche un’altra cosa che dovreste sapere…

“Quest’anno, il Festival del Fiore spirituale è più speciale del solito”, ha dichiarato Carnival Knights. “La guerra con Noxus si è conclusa da poco e ci sono molti campi di battaglia che non sono stati ripuliti a dovere. I morti in guerra di Ionia non hanno ricevuto una degna sepoltura. Per questo, in tutto il territorio c’è un’ondata di azakana.”

Aspetta. Cosa sono gli azakana? Dove altro abbiamo sentito questa parola…

“Gli azakana sono una specie di demoni parassiti minori, non delle vere entità demoniache come Evelynn o Fiddlesticks”, ci ha spiegato Carnival Knights. “Sono attratti dalle paure o dai problemi di una persona o di uno spirito e ne assorbono le emozioni negative fino ad uccidere l’ospite. A quel punto diventano demoni veri e propri o si spostano verso un altro ospite più appetitoso, per così dire.”

“Questo genere di orrore fa da sfondo a tutto il festival,” ha proseguito Carnival Knights. “Il numero degli azakana sta aumentando e c’è la possibilità che nel prossimo futuro Ionia possa essere invasa dai demoni. Nessuno a parte l’Ordine Kinkou si sta occupando della questione.”

Se solo ci fosse qualcuno in grado di farlo.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701