PG Nationals: i risultati inaspettati della terza settimana

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La prima giornata della week 3 del PG Nationals ha visto ben tre risultati inaspettati rispetto alla scorsa settimana, solo i MKERS hanno mantenuto le aspettative della vigilia. Risorgono gli Outplayed che battono i Macko, mentre i CyberGround Gaming hanno dato prova del loro reale valore tecnico. Infine i Romulea non riescono a continuare la striscia positiva, cedendo il passo ai diretti rivali degli Axolotl.

La prima giornata della week 3 del PG Nationals

Assolotti predatori

I giovani Assolotti rischiavano di perdere punti importanti con i Romulea, ma sono usciti vincitori da una clown fiesta a dir poco clamorosa. I team si sono scambiati il vantaggio tante volte nel corso della partita, commettendo molti errori durante le schermaglie a squadre. Dai Romulea ci aspettava tanto dopo la week 2 chiusa sul 2-0, ma purtroppo si sono lasciati andare ad un entusiasmo eccessivo come se fossero ad una festa.

Gli Axolotl, dall’altra parte, hanno utilizzato dei pick frizzanti (Vayne su tutti) ed hanno rovinato la vita del povero Chris nelle prime fasi di gioco. Nonostante questo, però, la confusione ha regnato sovrana tra le loro fila, ed il macro è stato a dir poco latitante.

All’alba del quinto giorno guarda ad est

Gli Outplayed sono usciti vincitori dall’estenuante battaglia del Fosso di Elm, grazie all’intervento dello stregone Pencil e del cavaliere Dr.Matt che è tornato dopo anni di esilio. I cattivissimi orchi dei Macko Esports sono stati trucidati dall’avanzata dei rinforzi degli OP, capaci di risollevarsi dopo un inizio di campionato pessimo durante il quale hanno collezionato ben quattro sconfitte. Infine il jungler Lotus ed il botlaner Bullet si sono distinti nel mezzo della battaglia, grazie alle loro prestazioni scintillanti con TaliyahVayne. Questa vittoria potrebbe segnare un punto di svolta per gli Outplayed per il loro percorso nel PG Nationals, e potrebbe farli risorgere in maniera decisamente inaspettata.

Il concerto perfetto dei CyberGround

Finalmente. Finalmente i CyberGround sono diventati una squadra, una singola unità, un’orchestra guidata dal direttore Doss con la sua Seraphine. L’ex Misfits è stato decisivo nella gestione complessiva dei fight, durante i quali ha tenuto in piedi i suoi compagni ed ha ammaliato i nemici con i suoi Bis. Persino il solista SozPurefect ha trovato i tempi giusti per tenere il passo dei suoi colleghi, giocando di più per la squadra e meno per stesso. Ottima anche la prestazione della star Gabbo con la sua Poppy.

Gli ineluttabili MKERS

Lenti, metodici, precisi ma inesorabili. Ci hanno provato i GG&Esports, hanno messo in difficoltà i MKERS, ma si sono dovuti arrendere un team letteralmente infermabile. Il loro macro game ha raggiunto delle vette troppo alte per gli altri e le loro individualità sono veramente troppo forti quando vogliono vincere. Forse manca ancora un po’ di fame a questi ragazzi, che stanno giocando con troppa tranquillità. Nonostante tutto, però, vincono e si portano in testa alla classifica del PG Nationals, grazie alle sconfitte dei Macko e dei SMS.

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701