patch 9.23

Le migliori composizioni per TFT dopo la patch 9.16

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dal sito tftactics.gg arriva una tier list per TFT. La patch 9.16 ha cambiato alcune carte in tavola, partendo dall’introduzione degli Hextech, passando per i bilanciamenti di oggetti e campioni, concludendo con l’introduzione della fase finale degli scontri URF. Vediamo insieme quali sono le migliori composizioni per TFT, divise nei tier S ed A.

Migliori composizioni TFT

Tier S

Il tier S vede un podio formato dai Nobili, seguiti dagli intrecci Vuoto + Combattenti e Vuoto + Stregoni.

  • Nobili:
    Garen, Fiora, Vayne, Lucian, Leona, Kayle, Vi, Jinx.
    I Nobili ritrovano spazio nel meta, alla loro forza si va ad aggiungere Cavalieri, Pistoleri e Hextech, per ulteriori protezioni, danni e impedimenti alla composizione avversaria.
  • Vuoto + Combattenti:
    Kassadin, Rek’Sai, Cho’Gath, Blitzcrank, Vi, Jinx, Miss Fortune.
    Tutti conoscono la forza dei danni puri dei Void, ma quando a questi si aggiungono la salute aumentata dei Combattenti, i danni dei Pistoleri e l’utility di Blitz e Vi, lo scontro non può che andare per il verso giusto.
  • Vuoto + Stregoni:
    Kassadin, Rek’Sai, Cho’Gath, Blitzcrank, Warwick, Ahri, Kathus.
    Molto simile alla precedente, ma con la scelta per Stregoni e Selvaggi, che permettono un miglior early-game, grazie ai costi dei campioni stessi.

Tier A

Il tier A, sembra ruotare su due tipologie di gioco: difesa di un carry, o sinergie “vecchie” già consolidate. Non andremo a snocciolare la forza delle stesse, ma elencheremo solo le scelte che il sito riporta, dando delle opinioni rispetto al cambiamento generale e alle novità introdotte.

  • Proteggere Jinx:
    Garen, Braum, Vi, Draven, Leona, Jinx, Sejuani, Kayle.
  • Lama del re in rovina + Pistoleri:
    Camille, Tristana, Shen, Gangplank, Draven, Jinx, Miss Fortune, Yasuo.
  • Demoni + Mutaforma:
    Camille, Jayce, Morgana, Aatrox, Brand, Gnar, Draven, Swain.
  • Demoni + Stregoni:
    Lulu, Varus, Morgana, Aatrox, Evelynn, Brand, Karthus, Swain.
  • Imperiali + Maestro d’armi:
    Darius, Aatrox, Katarina, Draven, Sejuani, Swain, Yasuo.
  • Ninja + Elementalisti:
    Lissandra, Zed, Shen, Pyke, Kennen, Akali, Anivia.
  • Poteggere Draven:
    Garen, Braum, Poppy, Draven, Leona, Sejuani, Kayle, Swain.
  • Mutaforma:
    Eliise, Nidalee, Jayce, Shyvana, Aurelion Sol, Draven, Gnar, Swain.
  • Selvaggi + Stregoni:
    Nidalee, Warwick, Ahri, Morgana, Shyvana, Gnar, Aurelion Sol.
  • Yordle + Demoni:
    Lulu, Varus, Veigar, Aatrox, Morgana, Kennen, Brand, Anivia.

Conclusioni

Com’ era facilmente prevedibile, la nuova Origine Hextech ha trovato uno spazio nel meta. La sua forza risiede proprio nel potere che cancella temporaneamente gli oggetti degli avversari, il che li porta in grande svantaggio. Tra i quattro Hextech, Jinx e Vi risultano i più forti, non tanto per il costo, ma proprio per le loro abilità. Una nel giro di pochi secondi riesce trasformarsi nel miglior carry del (AD) del gioco, mentre l’altra raggiunge il carry avversario e ad annullarlo.

La maggior parte delle vecchie sinergie si sono riconfermate migliori: Vuoto, Demoni e Stregoni sopra le altre, ma hanno dovuto tener conto dell’integrazione della nuova Origine. Alcune di queste sfruttandola a pieno, altre cedendo il passo. Tra le grandi assenti proprio Ranger, che accumulavano oggetti su pochi campioni posizionati gli uni vicini agli altri.

Vi Riot Games Picchiaduro

Fonte: tftactics.gg

Eugenio "Paesano" Fofi

Appassionato di giochi e videogiochi fin da bambino. Passione trasformata in informazione, studio e competizione. Giocatore di giochi di carte on-line e non, di sparatutto e Moba. Obiettivo: far conoscere e valorizzare gli e-sports, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti