Rework in arrivo per Chromie

Rework in arrivo per Chromie

Profilo di Shingo
 WhatsApp

Matt Villers, Lead Hero Designer di Heroes Of The Storm, ha recentemente parlato di alcuni cambiamenti che in futuro arriveranno nel Nexus per Heroes of the Storm.
Nello specifico Matt ha parlato del fatto che le fasi di test sono molte, come il rendere visibile il Sand Blast o il velocizzarne il tempo di cast, ma nulla è stato ancora deciso.
Mi sovviene solo una domanda, puramente soggettiva e personale…….perchè?

Chromie è un ottimo personaggio su Hots, si basa su una capacità di skillshot da cui ne può derivare un output di danno davvero enorme (specie con la solita aggiunta della componente Q…e non intendo il tasto Q, ma una sana dose di Q, che con l’arrivo dell’estate è ben visibile sulle spiagge! :mrgreen: )

In un ottica di gioco non solamente pro, è un personaggio molto divertente (la spec clessidre, meno incisiva del classico range aumentato, è davvero uno spasso da usare), utile per fare poke sui punti di controllo vista la sua capacità di sparare da chilometri di distanza e può polverizzare personaggi poco resistenti, d’altro canto occuparsi delle lane non è certamente il suo punto forte, ed è abbastanza fragilina se viene ingaggiata, potendosi però avvalere delle clessidre e del recall velocizzato (da talento, ovviamente), riesce comunque a mantenersi viva abbastanza per essere incisiva in un match

Quindi, mi chiedo, perchè variare prima lei rispetto a personaggi molto meno ben visti?..chissà, il tutto potrebbe essere in funzione dei cambiamenti in arrivo per il Nexus!

Di seguito il post ufficiale rilasciato dal Lead Hero Designer di HOTS:

You can look forward to more Chromie changes in the future. I can’t give a date, but we’ve started to experiment with various ideas, like pulling in her range further but reducing her cast time, and making her W visible to enemies. All of this is still early in development, but the idea is to make her feel more interactive with enemies, and not create such a binary experience for Chromie herself (if enemies reach her, she dies and can’t do damage, otherwise she’s untouched).

Chromie is a tricky one because there’s no single element of her kit that pushes her over the line in terms of feeling frustrating to play against. She’s also pretty balanced overall, so simply making her weaker isn’t a great option.

Put simply, the challenge for us here is-

  • Change her enough that she feels noticeably more interactive for opponents.
  • Don’t change her so much that she loses her identity – she should still feel like Chromie.
  • Figure out how to compensate loss of power from the removal of frustrating elements, without pushing her right back over the line in a different way.

There are many ways we could address the first and third items on that list, but the second one is where things get a bit more difficult. So with that I’d pose the question to you Chromie players out there:

Which parts of Chromie do you feel are core to her identity and which would you feel comfortable seeing changed (assuming she got something else in return)? Is it her long range that defines her? Her burst damage? Her ability to scale hard if she does well on her Quest? Her disruption via Time TrapTime Traps and Slowing SandsSlowing Sands? Some combination of these or something else entirely?

Follow-up Post

Glad to see really good discussion coming out of this. Thanks everyone!

A few quick thoughts on main points-

  • The goal here isn’t to make Chromie weaker. A Hero can feel distinct and powerful to play as, and still be fun to play against.
  • We’ve already seen feedback on playing against Chromie and it’s the reason we’re having these discussions. The question I posed earlier is focused on the perspective of playing as Chromie, and what makes her feel fun/unique to you personally.
  • Looking through the replies so far, I already see some consistent themes bubbling up, which is great.

While I can’t speak to what changes may or may not happen at this point, I love that we’re getting so much player feedback on this and we’ll be keeping it in mind as we talk about potential future plans for Chromie.

Cosa ne pensate community? Quale idea vi siete fatti voi in merito a questi cambiamenti?
Intanto grazie Blizzard che lavori sempre rimodellando il Nexus per rendercelo ogni giorno più intrigante!

Shingo Kiiick!!!!!

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati:

“Bobby Kotick avrebbe affrettato la vendita a Microsoft per evitare responsabilità”. NYC cita in giudizio Activision

“Bobby Kotick avrebbe affrettato la vendita a Microsoft per evitare responsabilità”. NYC cita in giudizio Activision

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Tiene ancora banco la questione “molestie sessuali” in casa Activision Blizzard e stavolta ci va di mezzo anche la nuova acquisizione da parte di Microsoft. Ad essere però sotto accusa sono Activision Blizzard e soprattutto il suo CEO Bobby Kotick.

Stavolta a citare in giudizio l’azienda ci pensa direttamente la città di New York, o meglio alcune delle maggiori entità del pubblico settore, tra cui pompieri, poliziotti ed insegnanti. I gruppi di lavoratori menzionati (che posseggono alcuni stock di Activision), alla Corte di Cancelleria del Delaware, avrebbero chiesto di visionare alcuni documenti e libri dell’azienda per controllare eventuali trasgressioni. Per loro, diverse mosse dell’azienda starebbero danneggiando il valore della compagnia.

Si crede infatti che durante l’acquisizione  da parte di Microsoft ci sia stato qualche comportamento non proprio lecito, soprattutto da parte di Bobby Kotick, il quale avrebbe affrettato la vendita di Activision per poter fugare ogni sua responsabilità dai recenti problemi dell’azienda.

Nel frattempo, però, il CEO avrebbe comunque continuato a servire come esecutivo per l’azienda. Nel documento pubblicato dalla corte, si parla anche di soldi, con cifre precise. Kotick avrebbe avuto in mano la totale libertà decisionale di trattare la vendita. Dalle affermazioni contenute nel documento emergerebbe però l’idea secondo la quale Kotick sarebbe stato inadatto ad avere questo tipo di potere.

Ma comunque, senza nessuna autorizzazione e nessuna offerta da parte di Microsoft, Bobby Kotick avrebbe proposto agli acquirenti un range di prezzo tra i 90 ed i 105 dollari per azione. Microsoft, a quel punto, avrebbe offerto 90$ per azione, arrivando quindi a “sottovalutare” il reale valore.

Insomma anche la questione acquisizione nasconderebbe più di qualche ombra, come insinuerebbe il documento dell’accusa. Non ci resta che attendere ulteriori informazioni, con la speranza di scoprire il prima possibile la realtà dei fatti, per donare dignità a questa storica azienda.

FONTE: Axios

Che ne pensate? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati:

Activision Blizzard, caso molestie: il governatore della California Gavin Newsom accusato di ingerenze

Activision Blizzard, caso molestie: il governatore della California Gavin Newsom accusato di ingerenze

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

È da tempo ormai che tiene banco il triste caso di “sexual harrasment” nell’azienda Activision Blizzard: molti gli eventi sotto accusa. Le investigazioni sono state molteplici per mano del California Department of Fair Employment and Housing (DFEH).

E proprio per queste investigazioni che è sotto accusa il Governatore della California Gavin Newsom per aver interferito nelle indagini. Il governatore sembrerebbe il responsabile di ben due licenziamenti nel DFEH.

Secondo quanto riportato da Bloomerg, Janette Wipper sarebbe stata licenziata dal suo ruolo di primo consigliere dell’agenzia. Ad unirsi a lei è stata la sua collega Melanie Proctor, avvocatessa del DFEH, indotta a rassegnare le dimissioni.

Con un’email Proctor avrebbe riferito delle “interferenze” di Newsom nel caso Activision Blizzard. Avrebbe anche affermato: “L’Ufficio del Governatore richiedeva ripetutamente notizie anticipate sulle strategie della controversia e sui suoi prossimi step. Come noi continuavamo a vincere in tribunale, così  l’interferenza cresceva, simulando gli interessi del consiglio di Activision.

Nel mentre, Janette Wipper sta “valutando tutte le strade di un possibile ricorso legale” ed, invece, Erin Mellon, portavoce di Newsom, ha definito le accuse al Governatore “false categoricamente“.

Il caso è molto delicato: in attesa di ulteriori riscontri ufficiali, qual è il vostro parere? Fateci sapere la vostra…