“Dieci domande (più una)” a BunnyHoppor, qualificato per le finali mondiali di Hearthstone!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Benvenuti in questa nuova puntata di “Dieci Domande (più una)”, rubrica di Powned interamente dedicata ai grandi protagonisti del mondo esports italiano che rispondono alle nostre domande in delle interviste esclusive.
Nelle scorse settimane abbiamo sentito ai nostri microfoni le opinioni di Rampage in the Box, che ha inaugurato la serie, o anche quelle di Attrix o di Riccardo “Bloor” Basso, storico giocatore, caster ed influencer di Hearthstone da sempre attivo nella scena nazionale ed internazionale del titolo.
Oggi vogliamo invece parlare con il fortissimo Raphael “BunnyHoppor” Peltzer, giocatore tedesco di Hearthstone in forze al team con sede a Bergamo “Samsung Morning Stars“, recentemente protagonista al Winter Championship dove ha chiuso in seconda posizione.

Bunnyhoppor alza la coppa dei Summer: alla sua destra ed alla sua sinistra Turna e Mike Morhaime, insieme agli altri giocatori della Top8.

BunnyHoppor, lo ricordiamo, era già qualificato per le finali del Campionato Mondiale di Hearthstone ben prima dell’inizio dei Winter: lo scorso Luglio infatti, Bunny era riuscito a portare a casa il primo posto assoluto al Summer Championship sconfiggendo il polacco A83650 con un netto 3-1.
Alle finali dei mondiali di fine Aprile il tedesco si presenterà certamente come uno dei protagonisti della top ed è molto facile che si ritrovi addosso tutte le luci dei riflettori dell’evento statunitense…andiamo a sentire quali sono le sue impressioni pre evento, quelle sull’attuale situazione di Hearthstone ed ovviamente anche quelle che riguardano più da vicino la sfera privata di Raphael Peltzer.
Vi auguriamo una buona consultazione ed un buon divertimento.

Social BunnyHoppor

D: Ciao Raphael, raccontaci qualcosa di te se hai piacere. DI dove sei? Quanti anni hai? Cosa fai nella vita?

R: Ciao ragazzi! Sono Rapahel ed ho 27 anni, in questo momento vivo ad Oslo, Norvegia.Sono però originario di Cologne, Germania e mi sono trasferito in Norvegia per ottenere un PhD in Chimica computazionale.

D: Qualche settimana fa hai partecipato al al Winter Championship, ottenendo il secondo posto! Com’è stato?

R: Sono molto felice di aver ottenuto il secondo posto. Ovviamente avrei preferito vincerlo, mi sento fortunato ultimamente. Il secondo posto è un segno che la mia preparazione ha pagato bene.

D: Come ti è sembrata l’atmosfera in questo evento? Come si è comportato lo staff della Blizzard? Raccontaci qualcosa di questi tornei!

R: Lo staff è stato fin da subito amichevole, abbiamo giocato alla Blizzard arena esattamente come è stato per il Summer Championship. Le persone che ho incontrato sono state tutte amichevoli e gentili. L’evento è stato pazzesco, eravamo tutti carichi a mille e le partite le abbiamo giocate al massimo, è stato davvero divertente.

D: Ti senti pronto per il HTC? Inizierà il 24/04, credi di avere abbastanza tempo per selezionare i migliori deck del futuro meta?

R: Sarà difficile preparare i mazzi nel modo giusto e testarli tutti con tutte le strategie che offrirà la nuova espansione. Nel primo mese dall’uscita di una nuova espansione escono nuove strategie e mazzi quasi quotidianamente.
Sarà difficile, lo ripeto, ma mi impegnerò al massimo per trovare i migliori mazzi nel poco tempo che avremo a disposizione.

D: Recentemente sei passato nei Morning Stars, perché? Come ti trovi con loro? Facci sapere le tue impressioni, anche se sei appena arrivato.

R: Mi piace molto far parte dei Samsung Morning Stars, tutti sono stati gentili ed amichevoli sin dal mio arrivo e sono felice di aver raggiunto qualche risultato fin da subito.
Il team sta provando ad aiutarmi per raggiungere tutti i traguardi possibili, anche per il prossimo anno ed io sto apprezzando ogni singolo sforzo da loro compiuto.Venire a Bergamo per conoscere tutti è stato davvero entusiasmante.

D: Cosa pensi di Hearthstone in questo momento? Cosa pensi del nuovo formato “specialista” per le future competizioni?

R: Credo che il formato Specialista sia un nuovo approccio interessante e potremo scoprire le sue potenzialità con la rotazione in arrivo. Ho molta fiducia in questo nuovo formato che ha già mostrato come i buoni giocatori possano ottenere ottimi win rate pensando fuori dagli schemi.
Ho avuto un buon successo con l’odd mage in questo nuovo formato e spero che continui a premiare le persone che sanno leggere il meta.

D: Genn e Baku sono un problema secondo te? Quanto hanno influenzato il torneo?

R: Penso che la Blizzard abbia preso un’ottima decisione con la rotazione anticipata di queste due carte.Queste due carte bastano da sole a creare dei mazzi solidi, specialmente Baku, andando a creare un meta molto polarizzato dove i match di hero power fanno da padrone. Sono contento che ruotino così torneremo ad avere un meta meno polarizzato e più bilanciato.

D: Cosa significa essere un videogiocatore professionista? Cosa ne pensa la tua famiglia…e tu sei soddisfatto di quello che fai?

R: Penso che per essere un videogiocatore professionista si debba avere la stessa dedizione e serietà che in ogni altro lavoro. Lavorare in modo efficiente, in modo costante e senza poltrire. Bisogna cercare di mettere il massimo sforzo nel crescere e diventare migliore, sia come persona che come abilità.
La mia famiglia mi supporta da quando hanno visto che questo mondo può darmi un sostegno in termini economici, ma non solo, perché hanno riconosciuto quanto sono appassionato e vedendomi felice condividono la mia decisione.
Giocare ad Hearthstone in questo modo mi rende molto felice e mi spinge a cercare sempre nuovi traguardi da raggiungere.

D: Hai qualche piano futuro? Qualcosa a cui aspiri? O ti stai solo godendo il momento?

R: Mi piace godermi il momento, anche senza avere un piano.
Voglio dare il massimo nel competitive di Hearthstone quest’anno, ma nel futuro voglio diventare uno scienziato, spero di aiutare le persone sviluppando farmaci o altri prodotti chimici che possano aiutare la nostra società.

D: Raccontaci qualcosa di Raphael fuori dal mondo dei videogiochi. Cosa ti piace fare? Hai qualche Hobby? Come ti rilassi?

R: Mi piace rilassarmi guardando Twich ultimamente, anche se non sono sicuro sia rilassante 😀 Amo anche passare il mio tempo libero giocando a giochi da tavolo o facendo sport di squadra…appunto ciò che preferisco più in generale è proprio lo stare in compagnia e giocare insieme alle persone, che siano giochi di squadra o da tavola poco importa.

Raphael, grazie per aver passato questo tempo con noi, ed ovviamente grazie per la tua disponibilità.
Faremo tutti il tifo per te ad Aprile e siamo sicuri che su questo potremo fare affidamento anche sul supporto e sull’entusiasmo di tantissimi nostri lettori che ti seguono in ogni tua trasferta: buona fortuna Bunny!

Grazie a voi per questa intervista e per il sostegno, mi impegnerò al massimo!