ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

CHI LE HA VISTE? MAIEV E MAGTHERIDON

Profilo di Goget
 WhatsApp

Maiev e Magtheridon – Quante volte durante le review di una nuova espansione vi siete ritrovati a gridare “Quella carta è OP!”, “Questa carta è sbagliata!” o “Cosa passava per la testa alla Blizzard quando l’ha stampata?!”

Con Ceneri delle Terre Esterne abbiamo assistito a questo fenomeno con molte carte, tra cui sicuramente Magtheridon e Maiev Cantombroso, due carte che alla loro entrata in ladder promettevano sfaceli, ma che invece sono sparite dai radar di tutti i giocatori.

Due leggendarie neutrali, appetibili in deck-build per ogni classe, ma che, anziché essere presenti in ogni dove, sono ormai latenti, tanto da meritare un’analisi del perché e di cosa è andato storto.

Partiamo da Maiev, servitore di costo 4 dal body 4/3 (EV -0,5) con un Grido di Battaglia finora mai visto, “seleziona una servitore. Diventa dormiente per due turni”. Alle prime occhiate del pre-relase dell’espansione, tutti quanti abbiamo pensato che potesse essere un’ottima sostituta del rotante Spezzamagie, altra carta neutrale onnipresente in ladder, specialmente nei deck monocopia o durante i meta ricchi di rantoli di morte.

Inizialmente la nostra carceriera sembrava svolgere abbastanza bene il compito, silenziando qualche servitore avversario sgradito o rimuovendo temporaneamente i pezzi di grossa taglia in board. Ma con lo stabilizzarsi del meta abbiamo tutti realizzato che per un deck control è irrilevante tamponare per due turni una minaccia (rimovibile con spell o altri metodi più efficaci), mentre per un aggro/midrange, usare uno slot a 4 mana per lei era semplicemente inutile  e lento.

Una variante interessante per il suo utilizzo poteva essere quella di usarla sui nostri servitori inibiti (nuova meccanica di Ceneri delle Terre Esterne), cosi da poter riusare i poteri latenti di carte come l’Antaen Inibito, ma anche in questo caso, è stato un flop. Gli inibiti non hanno preso molto piede in ladder, a parte qualche momentaneo exploit della classe di turno, così anche Maiev ha perso quel quid in più da poter dare ai nostri mazzi.

Maiev è quindi scarsa? La mia risposta è che probabilmente è una carta dal power level medio, situazionale e che, soprattutto, non è adatta all’attuale meta. Al momento NON consiglio lo shard, perché in futuro potrebbe riproporsi, specialmente nei mazzi Highlander.

Passiamo ora al “pezzo grosso”, Magtheridon. A differenza di Maiev che ha trovato un po di spazio in ladder, del gigantesco demone si sono perse le tracce sin dal day one. Carta a costo 4 dal body 12/12 spaventoso (nemmeno serve analizzare il + EV) ha un doppio potere che così racconta “Dormiente. Grido di Battaglia: evoca tre custodi 1/3 sotto il controllo dell’avversario. Quando muoiono, distrugge TUTTI i servitori e si risveglia”. A prima vista sembra una carta paurosamente forte, senza senso quasi, dato che ci permette di mettere su una board appena pulita un pezzo gargantuesco. Ma allora perché non si è mai giocata?

Anzitutto va fatta una premessa. In questo meta, difficilmente un servitore trova spazio se non ha impatto su board (assalto e grido di battaglia in primis). Il nostro demone non solo entra in campo come famigerato “sasso”, ma ha un’altissima probabilità di rimanere tale.

L’avversario infatti, ha tutto il tempo e le risorse necessarie per manipolare i 3 custodi sotto il suo controllo, silenziandoli, trasformandoli o rendendoli indistruttibili. Così, i poveri malcapitati che speravano in un board clear e in un pezzo board pressure si ritroveranno soltanto con uno slot in meno dei 7 disponibili per evocare servitori.

L’unico che al momento può facilmente evocare Magtheridon nella sua forma finale è il buon vecchio Stregone. Con l’ausilio di Fuoco Infernale, è in grado a costo 7 di sviluppare tutto il potere della carta, ma nonostante questo, al momento la combo si è vista solo in rare occasioni, e l’assenza di un vero Control Lock non facilita il compito.

Magtheridon è quindi scarsa? Probabilmente si, lo è. Questa carta è destinata a rimanere un meme. Shardatela se potete.

La mia analisi è conclusa. Se la nuova rubrica vi piace, vi prego di lasciare nei commenti cosa ne pensate e, qualora voleste, proporre le prossime carte da “Chi l’ha vista?”

ARTICOLI CORRELATI:

Finalmente una nuova inedita Rissa settimanale: Tavish vs Rokara

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Puntuale come sempre, arriva la nuova Rissa settimanale che stavolta é nuova per davvero. Un inedito match ci darà la possibilità di ottenere la nostra busta settimanale: vediamo di cosa si tratta…

La nuova Rissa settimanale é stata aggiunta come “evento” per lo scontro tra Orda e Alleanza dell’espansione Divisi nella Valle d’Alterac. Blizzard presenta “Tavish vs Rokara” che, come dice il nome, vede lo scontro tra i due noti Mercenari.

Ovviamente lo scontro tra i due é lo scontro tra le due fazioni rappresentate. Quando inizierete questa Rissa, casualmente otterrete uno dei due Eroi sopracitati ed al primo Turno avrete la possibilità di scegliere un Potere Eroe. Ovviamente il Potere corrisponde ad uno degli altri Mercenari (di fazione) che fungerà da “supporto” per il vostro Eroe.

Da lí in avanti dovrete adattarvi al mazzo pre-costruito con il quale dovrete riuscire a sconfiggere il vostro avversario e trionfare come fazione vincitrice (con lo scopo di ottenere il possesso del frammento del Naaru).

Come al solito, alla vostra prima vittoria nella modalità, otterrete una bustina Standard. Questa Rissa non sarà sicuramente ricca di sorprese a livello di gameplay, ma é nuova soprattutto al livello di lore e davvero abbondante di voiceline (circa 100).

Che ne pensate di questo nuovo arrivo? Fateci sapere la vostra…

Blizzard al lavoro sui primi bug della patch 22.2, con annesso workaround per aggiornare il gioco su Android

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

La Patch é arrivata e, insieme a tutti i contenuti per le varie modalità di Hearthstone, sono arrivati anche i primi bug ad infastidire i giocatori, a partire dalla possibilità di aggiornare il titolo.

Blizzard si é però mossa subito, al fine di rendere la patch il piú giocabile possibile. Uno dei primi problemi é stato riscontrato già in fase di lancio l’aggiornamento sui dispositivi mobili. A causa di questi bug, il lancio é stato lievemente posticipato, ma se su iOS si é trattato solamente di poco più di mezz’ora, su Android ci sono stati altri problemi.

Infatti nonostante l’aggiornamento sia effettivamente stato rilasciato, ancora non appare sul Google Store e quindi nei “Know Issues” ufficiali, Blizzard spiega come aggiornare da Android:

  • bisogna entrare sul Google Store
  • cliccare sulla propria icona/profilo
  • cliccare su Gestione app e dispositivo
  • selezionare Aggiornamenti Disponibili
  • cliccare Aggiorna Tutto

In questo modo si può “forzare” il dispositivo a riconoscere l’update che, anche se assente nel Google Store, dovrebbe comunque partire dall’applicazione.

  • If Google Play users cannot see the update when it becomes available on other mobile devices (expected to be around 1 p.m. PT today), we recommend the same workaround as with the prior updates that did not immediately appear on Google Play: open your profile icon in the top right → open “Manage apps & device” → select “Updates available” → select “Update All.” That should cause the update to appear on your devices once available.

Anche in game qualcosina non va: da problemi di interazione tra l’Hero Card di Guff e la sua Questline, fino a problemi con Mercenari. Blizzard é già a lavoro ed alcune cose sono già risolte. Vi lasciamo all’articolo completo con tutti i bug ed i vari fix a questo link.

Che ne pensate? Avete avuto problemi? Fateci sapere la vostra…

Patch online solo su PC, ma svelato anche l’orario di arrivo sui dispositivi mobili

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Finalmente il momento è arrivato: da qualche minuto è pronto l’aggiornamento per la patch 22.2 di Hearthstone che porterà con sé tantissimi nuovi contenuti per tutte le modalità di gioco. Ma non ancora tutti i giocatori, purtroppo, potranno provarlo ancora.

Già perché, come di consueto, ogni nuova patch e aggiornamento arriva prima su PC (e quindi su Battle.net), per poi successivamente sbarcare anche sui dispositivi mobili. E non poche volte i giocatori mobile hanno lamentato estremi ritardi.

Molte volte l’arrivo su mobile era un’incognita, mentre adesso Blizzard chiarisce subito, all’uscita della patch, quando l’aggiornamento arriverà anche per i dispositivi mobili. Questa volta non ci sarà da aspettare tanto, arriverà per le 22 ora italiana (1 PM PT).

L’annuncio di Blizzard

Nel frattempo i giocatori di PC possono gustarsi tutti i nuovi contenuti (che potrete leggere QUI dalle Patch Notes che vi abbiamo pubblicato qualche giorno fa). Blizzard ha anche pubblicato, sul profilo Twitter ufficiale di Hearthstone, una veloce introduzione alla nuova meccanica degli Amici (Buddies) per la modalità Battaglia. Quale modalità, invece, voi proverete per prima?

Il video per la nuova meccanica Amici

Che ne pensate? È troppo aspettare qualche ora in più per i dispositivi mobili? Fateci sapere, come al solito, la vostra…