Forza di una carta, una breve guida sulla valutazione

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con l’introduzione della nuova modalità Arena e con l’ultimo articolo di analisi della stessa, abbiamo parlato della forza di una carta come Forza vera e propria e di powerlevel. Ma come si valuta la forza di una carta?

I 4 punti chiave

Qgni carta, di qualsiasi rarità e fazione, può essere valutata seguendo 4 punti come linee guida:

  • Forza: per Forza di una carta, non si conta soltanto il numero riportato sulla carta, ma anche i punti che questa genera tramite effetto. Come i danni che infligge o la forza di un’unità evocata.
  • Sinergia: una carta può sinergizzare in due modi simili: con delle carte simili, o con interi archetipi. Es: Hattori -> Elven Scout; Clan Veteran -> tutte le carte Tuirseach. Nell’idea di sinergia si inserisce anche la sua antitesi: “anti-sinergia“, ossia tutte quelle carte che vanno a rompere le sinergie dell’avversario. ES: Mandrake.
  • Counterabilità: interessante è il valore della counterabilità, non sempre considerata. Spesso la counterabilità di una carta non solo ne determina la forza, ma anche il tier della carta stessa. Meno una carta è counterabile maggiore la sarà la sua efficacia.
  • Singolarità: ultimo punto non meno importante è la singolarità dell’effetto di una carta. Una carta con un effetto particolare e/o unico è più difficile da counterare.
    Gli effetti “popolari” sono semplici da predire ed è più semplice giocarci intorno. Per questo carte come Muzzle, oltre a risultare inaspettata, risulta essere anche forte, grazie al suo effetto praticamente unico, counterabile quasi esclusivamnete dalla carta stessa.

Seguendo queste quattro linee guida, si può avere un’idea di quali siano le carte singole più forti, ma che quali siano quelle che funzionano meglio con archetipi interi.
In più, è possibile stilare una classifica generale di queste, anche se non è l’obbietivo dell’articolo.

Con questa breve guida vi auguro buona riflessione quando penserete a quale carta sarà la migliore da inserire nel vostro mazzo.
Come sempre buon divertimento.
Paesano

Eugenio "Paesano" Fofi

Studente di ingegneria elettronica all'università La Sapienza, di Roma. Appassionato di giochi e videogiochi fin da bambino. Passione trasformata in informazione, studio e competizione. Giocatore di giochi di carte on-line e non, di sparatutto e Moba, con discreti risultati nei tornei raggiungibili. Obiettivo: far conoscere e valorizzare gli e-sports, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti