QLASH Super League di LOR. StaiPositivo “Arriverò in finale perché supererò Okabe, si prepari”

QLASH Super League di LOR. StaiPositivo “Arriverò in finale perché supererò Okabe, si prepari”

Profilo di Victor
 WhatsApp

Benvenuti gentili lettori, mercoledì abbiamo saputo i nomi della top 4 nel primo qualifier della Super League italiana di LOR, StaiPositivo è uno dei giocatori qualificati per il torneo che si terrà domenica e ha risposto ad alcune domande. Se volete conoscere i nomi di tutti i partecipanti all’evento del 10 aprile potete cliccare qui per leggere l’articolo apposito.

NOTIZIA IMPORTANTE Abbiamo avuto problemi col nostro server di discord e non possiamo più accedervi, quindi ne abbiamo creato uno nuovo al quale potrete andare cliccando qui. 

Prima di proseguire voglio ricordarvi che, se volete essere sempre aggiornati sui miei articoli potete seguirmi su facebook o instagram.

Se invece volete pubblicare dei post, c’è il gruppo facebook. Abbiamo anche aperto un canale Telegram, per chi fosse più comodo con le App di messaggistica.

Super League italiana di LOR, StaiPositivo risponde alle nostre domande

Come al solito metterò le mie domande in grassetto, così da renderle facilmente distinguibili dalle risposte.

Benvenuto, è un piacere averti qua, anche perché sei un giocatore di un certo calibro, hai anche partecipato all’EU Master, quindi è sempre bello poter intervistare giocatori del tuo livello. La mia prima domanda è: l’unico modo per qualificarti al girone è vincere, credi di potercela fare?

Sicuramente non è una cosa facile, visto comunque contro chi andrò a giocare. Se dovessi vincere c’è comunque Broken Ball. Io suppongo vinca Broken Ball, conoscendo il calibro del giocatore. Anche se comunque anche Gutshot è un giocatore di tutto rispetto. Fattibile, però è una bella scalata. Però non gioco contro gente inesperte, anzi, sanno giocare a Runeterra molto bene.

E che formazione hai portato, e soprattutto, come ti sei trovato? Pensi vada già bene così o credi che possa essere migliorata?

Sicuramente la formazione che ho portato è migliore della prima. Saltai il primo qualifier per un impegno, presi il secondo un po’ alla leggera e portai una line up svogliata con tre aggro. E infatti venni punito per questa cosa qui, ma è giusto.

Questa qui è stata un po’ studiata, sono stato un po’ flammato per Targon’s Peak, che però in questo meta è uno dei mazzi più tranquilli da portare in torneo. Anche perché volevo counterare Sun Disc, e Peak è uno dei migliori assieme a Caitlyn Ezreal.

Targon’s Peak ha il fattore che quando Sun Disc va a scombare andrai a scombare pure te, e Aurelion Sol evoluto è più forte degli ascesi. Caitlyn Ezreal invece non fa giocare il Sun Disc. La line up può essere migliorata se il meta varia, altrimenti, contro Sun Disc, questa è la migliore possibile. Infatti la mia formazione era formata da Targon’s Peak, Caitlyn Ezreal e Vi Viktor con Alligiance.

Anche Vi Viktor è ottimo contro Sun Disc, perché questi vuole rashare la combo e l’unica risposta che ha sono Sabbie Fatali. Ma con Vi Viktor non ce la fa a gestire le minacce, inoltre Viktor riesce sempre, in questo meta, a passare tramite Ambush. Ci possono essere diverse line up per gestire sun disc, a mio parere questa può essere la migliore, anche se non ho ancora trovato un Sun Disc al torneo.

E quindi arriviamo alla terza domanda: vorresti dire qualcosa agli avversari che incontrerai domenica?

Si, sicuramente, preparatevi: ho voglia di vincere. Più che altro è anche un po’ un senso di ribalta verso quelli che mi hanno sempre preso in giro, per il mio modo di fare. Ma mi aspetto in finale, perché supererò Okabe, si prepari.

prima di concludere vuoi aggiungere qualcosa riguardo al torneo o all’esport di LOR in generale?

LOR credo sia, e lo dirò sempre, credo sia il gioco di carte più complesso a cui io abbia mai giocato. Sono stato un giocatore professionista di Magic. Anche di Hearthstone, ma non professionista, ma ho sempre raggiunto il Legend e alti Rank, ho giocato anche a Yu-Gi-OH. A mani basse, Runeterra è il gioco più complesso da capire e giocare bene, per tutte le sue meccaniche, è veramente un gioco bellissimo.

Si potrebbe fare molto di più, per la community, però, per adesso, credo che il gioco possa andare bene così. Però ci dovrà essere un evoluzione, perché la community si smezza in due: i giocatori competitivi e il casual gamer, che hanno idee completamente differenti del gioco. Per adesso Runeterra ha trovato una via di mezzo con la patch, però si può fare di meglio a parer mio.

Questa patch è stata interessante, mi piace l’idea di aggiungere carte assieme ai bilanciamenti, è stato molto bello, anche se nessuna è stata giocata. Però, aggiungere delle carte è una cosa interessante.

Per il torneo ti dico, si può sempre migliorare, ma sono contento che qualcuno abbia tirato fuori i coglioni e abbia deciso di prendere il competitivo di runeterra e farci qualcosa per tutti in maniera più aperta. Perché il seasonal, purtroppo non lo faceva.

Mi piace che in Italia ci siamo svegliati e abbiamo fatto una competizione del genere perché è veramente veramente bella e ben fatta. Si può migliorare? Sicuramente, ma, per essere il primo approccio io credo che vada più che bene

LEC: Razork devasta i G2 ed i Fnatic vincono il derby d’Europa

LEC: Razork devasta i G2 ed i Fnatic vincono il derby d’Europa

Profilo di Rios
 WhatsApp

La seconda giornata della terza settimana della LEC ha scremato leggermente il “traffico” in cima alla classifica, visto che MAD LionsG2 sono rimasti un po’ indietro. Questi due team, infatti, hanno perso i rispettivi match attardandosi leggermente in termini di punteggio.

Al primo posto rimangono soltanto tre squadre: FnaticRogue ed Excel. Team che continuano a vincere e vivono un momentum molto positivo sia dal punto di vista del gioco che da quello prettamente mentale. Ancora è presto per dare giudizi, anche perché questo split molto combattuto ci regalerà altre sorprese.

Ricordate che nella prossima settimana non ci saranno partite del campionato europeo di League Of Legends, visto che tutto ciò che riguarda Riot andrà in vacanza.

La seconda giornata della terza settimana della LEC

Frullato di BDS

Cosa possiamo dire della prima partita di questo sabato sera di LEC? Sostanzialmente gli Excel hanno preso i BDS e li hanno frullati in maniera super aggressiva. La squadra britannica ha giocato in maniera perfetta, trainata dalla prestazione maiuscola di Markoon.

Il junlger olandese ha comandata ogni singola fase di gioco, prendendo una marea di risorse e rendendo il suo Wukong un vero e proprio incubo per gli avversari. Cinkrof e compagni non hanno mai avuto una risposta adatta per contrastarlo, lasciandosi andare dopo qualche azione andata male.

Zac top?

Rogue ed SK Gaming hanno dato vita ad un game molto compassato nei primi venti minuti, che non ha mai visto una delle due squadre in vantaggio significativo. Nonostante questo, alcune azioni di Larssen e compagni non sono state proprio convincenti.

Più volte il team ha messo in piedi dei fight traballanti, che hanno esposto il fianco agli avversari capaci di approfittarne. Gli SK, infatti, sono riusciti a sfruttare gli errori dei polacchi, portandosi anche avanti in certe occasioni.

Benché lo Zac di Odoamne riuscisse a trovare dei buoni ingaggi, il follow-up dei compagni è stato spesso impreciso e tardivo. Questo fattore ha allungato i tempi della partita, facendo sperare gli SK anche se in vano. I Rogue si sono subito dati una svegliata, riuscendo a rimettersi in sesto ed orchestrando delle schermaglie in modo nettamente migliore per portarsi a casa un punto fondamentale.

Quanta fatica

Vitality, nonostante il cambio di roster effettuato durante l’off-season, continuano a non ingranare in questo summer split della LEC. Oggi è si arrivata una vittoria nel match giocato contro gli Astralis, ma il team mostra anche tutti i difetti che hanno contraddistinto la prima parte di stagione.

I fight sono spesso scoordinati, i giocatori non comunicano bene tra di loro ed a causa di questo fattore si fanno trovare molte volte fuori posizione. Un caos che continua a ripresentarsi ogni volta, ed anche oggi le cose non sono state diverse.

Più volte gli Astralis hanno vinto delle schermaglie che non dovevano vincere, traendo vantaggio dagli errori singoli di Carrzy (ancora il peggiore dei suoi) ed anche di Perkz. Fortunatamente per loro, però, i danesi non sono riusciti a chiudere il game nel momento giusto, sbagliando ed esponendosi fin troppo. I Vitality sono stati cinici e rapaci nell’approfittare di questi scivoloni, portandosi a casa una vittoria sudatissima.

Il miracolo

La penultima partita della giornata ha messo difronte i MAD Lions ed i Misfits, due squadre quasi agli antipodi per le prestazioni mostrate fino ad ora. Gli spagnoli hanno subito chiarito i rapporti di forza nei primi minuti di partita, dominando ovunque sulla mappa, specialmente in corsia superiore.

Armut, infatti, ha subito trovato un grosso vantaggio ai danni di Irrelevant, schiacciandolo a più riprese e senza alcuna pietà. Da lì in poi sembrava una pratica anche fin troppo semplice per i MAD, pronti ad archiviare l’ennesimo stomp di questo summer split.

Ma qualcosa non è andato per il verso giusto. Come già successo ieri nella partita giocata contro i G2Nisqy e compagni si sono persi dopo alcuni fight, favorendo la progressiva rimonta degli avversari. I Misfits, forti di uno scaling nettamente superiore, con pazienza hanno preso tutto ciò che potevano, fino a riprendere in mano un game che sembrava perso.

Grazie alla Zeri di Neon e ad una gestione dei fight migliore attorno agli obiettivi, i Coniglietti sono riusciti a vincere ed a prendersi un punto fondamentale per la loro classifica.

Il match of the week

A chiudere questo sabato di LEC ci hanno pensato i Fnatic ed i G2 Esports, impegnati in un derby d’Europa valido per restare incollati alla vetta della classifica. L’armata arancio-nera si approcciava a questo match con un momentum molto positivo, vista la vittoria ottenuta ieri ai danni degli Astralis.

Questa positività è stata più che mantenuta, visto che il team britannico ha messo subito in chiaro le cose iniziando a dominare sin dai primissimi minuti. Trascinati da un Razork finalmente in forma, la squadra ha devastato i propri rivali su tutte le linee, tranne in corsia centrale dove Caps riusciva a mantenere un altissimo livello di farm e di vantaggio in gold rispetto a Humanoid.

Nonostante lo spettro dello scaling di Corki, i Fnatic hanno giocato in maniera metodica, con rispetto e con una precisione quasi chirurgica. Il loro macro-game ha completamente soverchiato le strategie dei G2, che non riuscivano mai a contestare gli obiettivi o a vincere i fight.

Inoltre, i campioni in carica della LEC, hanno commesso davvero troppi errori singoli e di squadra. Più volte hanno provato delle azioni sconsiderate per recuperare lo svantaggio, specialmente durante la contesa degli obiettivi. Jankos non ha trovato il bandolo della matassa, risultando il peggiore dei suoi in questo match.

Una vittoria su tutti i fronti per i Fnatic, che prima di chiudere la partita hanno anche regalato una splendida tripla uccisione al Twtich di Upset (sempre pronto a farsi trovare nel posto giusto al momento giusto).

Uno sguardo ad Annie Twisted Fate. Attualmente sta dominando il meta

Uno sguardo ad Annie Twisted Fate. Attualmente sta dominando il meta

Profilo di Victor
 WhatsApp

Per vedere la nostra lista di Annie Twisted Fate e prenderne il codice clicca qui. 

Annie Twisted Fate è il primo mazzo nella nostra meta tier list odierna e, assieme a Aphelios Vi Zoe, nel TierS, il più alto raggiungibile. Con questo articolo voglio quindi introdurvi questo mazzo e spiegarvi velocemente le sue carte e il suo funzionamento.

Quello di cui andremo a parlare è un mazzo tempo, ovvero un deck che mira a prendere il controllo di board tramite le sue magie e a chiudere attraverso i suoi alleati.

Prima di proseguire voglio ricordarvi che, se volete essere sempre aggiornati sui miei articoli, potete seguirmi su facebook o instagram.

Se volete fare qualche partita troverete sicuramente qualcuno sul server discord, mentre, se volete pubblicare dei post, c’è il gruppo facebook.

Uno sguardo ad Annie Twisted Fate. Attualmente sta dominando il meta

Annie è una delle ultime arrivate su Legends of Runeterra, eppure sta riuscendo a entrare in svariati tipi di deck, a prescindere dal loro archetipo. Il suo scopo qui è mettere pressione fin da subito e, visto l’alto numero di magie che lanceremo, si livellerà abbastanza in fretta, iniziando a mettere una gran pressione all’avversario.

Twisted Fate è un altro campione che è riuscito a rientrare in diversi mazzi. Qui la sua utilità sta sia nella carta che genera appena viene giocato, ma anche nel suo level up, molto più semplice di quello che sembra grazie ai vari peschini di cui il deck dispone.

Il conservatorio di Ravenbloom è il nostro unico monumento, ma arriverà a zero molto in fretta. Giocare Tybaluk ci darà poi un grosso vantaggio, visto che il nostro mazzo si basa, principalmente, sugli spari. Gli alleati invece servono a reggere gli assalti durante i primi turni, mentre Zap ci aiuterà a cercare incantesimi e Rex Frantumante distruggerà, con grande facilità, la board avversaria.

Le magie di costo 3 o meno, hanno lo scopo di uccidere o danneggiare le unità nemiche, così da farci guadagnare tempo. Parole Sussurrate e Occhio di Nagakaburos sono degli ottimi motori di pesca che aiuteranno anche Twisted Fate nel suo level up.

Perché i migliori giocatori di Apex Legends usano le Leggende peggiori come Mad Maggie?

Perché i migliori giocatori di Apex Legends usano le Leggende peggiori come Mad Maggie?

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Nonostante sia stata aggiunta al gioco solo nel Febbraio di quest’anno, Mad Maggie è quasi da subito scesa molto in basso nelle classifiche d’apprezzamento della community di Apex Legends, facendo registrare in Stagione 13 un secchissimo 1,4% di pickrate.

Apparentemente però, le ultime settimane hanno riservato qualche sorpresa alla ribelle di Salvo, che si è iniziata a vedere sempre più spesso anche nelle lobby di rango più alto.

Non solo, perché qualcuno di questi giocatori ha persino pensato bene di iniziare ad inserirla in formazioni competitive, lasciando di fatto impietriti i suoi detrattori. Vediamo insieme il perchè.

Mad Maggie torna alla carica su Apex Legends, ma come mai?

Sebbene il kit di Maggie possa sembrare molto poco efficiente e performante se considerato da solo, hanno spiegato alcuni professionisti di Apex Legends, in alcune occasioni può rivelarsi impareggiabile.

Questo, a quanto pare, specialmente quando accoppiata con Seer. Negli spazi stretti di fine partita, sembra proprio che la coppia sia praticamente inarrestabile, sia in campo aperto, dove riescono a mantenere bene le distanze, sia negli spazi stretti, dove possono sfruttare i loro kit al 100% del potenziale.

Una sorta di counter naturale al Knockdown Shield dorato, che da molti è considerato la vera piaga ad alti livelli di gioco. Mappa perfetta per giocare questa composizione (+Valkyrie)? Secondo ImperialHal sarebbe World’s Edge!

Che ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: