X-4 grande protagonista su Fortnite: come abbattere i propri avversari

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Da quando il nuovo X-4 Stormwing è stato aggiunto su Fortnite sono stati tantissimi i contenuti mediatici, i video e le gif condivise nella community dai giocatori di Fortnite, entusiasti per questa grande novità della Battaglia Reale.
L’aereo X-4 è un mezzo preziosissimo e divertente da giocare (se avete problemi a trovarne uno disponibile, date un’occhiata all’articolo in cui consigliamo le “zone in cui dovreste trovarli) anche se l’aspetto forse più divertente di questo nuovo oggetto è stato quello per il quale l’aereo non solo si può abbattere, ma si può anche salire sopra per eliminare direttamente il pilota.

In questa news vogliamo mostrare due differenti filmati in cui l’X-4 è indiscusso protagonista: nel primo il nuovo aereo viene abbattuto con grande precisione con un fucile militare, nel secondo vediamo invece una giocata da capogiro che dimostra quanto possa essere profonda la skill di alcuni giocatori di Fortnite, capaci di portare a termine delle vere e proprie opere d’arte di strategia sul battle royale.
Durante un inseguimento tra due X-4 infatti, il giocatore con l’aereo di testa (quello quindi che stava subendo le raffiche nemiche) ha deciso di lanciarsi dal suo velivolo per poi lanciare un rampino su quello nemico, salirci di sopra, eliminare il pilota nemico ed andarsene indisturbato lasciando il mezzo alla deriva…

Queste sono sicuramente alcune tra le giocate più belle che abbiamo visto su Fortnite in queste ultime settimane e nel caso qualche giocatore della community italiana sia riuscito a firmare delle giocate simili, non dovrete far altro che segnalarcele nei commenti e noi

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.