30.000 Fan di Dragon Ball in Argentina uniti per un Enorme Tributo a Akira Toriyama

30.000 Fan di Dragon Ball in Argentina uniti per un Enorme Tributo a Akira Toriyama

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Omaggi e tributi provenienti da tutto il mondo stanno giungendo per Akira Toriyama, il creatore di Dragon Ball, deceduto la scorsa settimana. Uno dei tributi più significativi è venuto fuori in Argentina, dove migliaia di fan si sono riuniti per celebrare un addio in grande stile al Maestro.

L’influenza di Dragon Ball sulla cultura pop e geek risulta difficile da quantificare. L’anime originale e il seguito, Dragon Ball Z, hanno introdotto milioni di persone a questo mondo, rimanendo enormi punti di riferimento ancora oggi.

La morte di Akira Toriyama, avvenuta all’età di 68 anni, ha letteralmente scosso il mondo. Fan e artisti piangono l’incredibile mangaka, la cui carriera si estendeva ben al di là dell’anime e del manga, fino ai videogiochi ed ancora oltre. Questo affetto smisurato nei confronti dell’opera ha portato a bellissime dimostrazioni, come quella che stiamo vedendo in Sud America.

30.000 Fan di Dragon Ball donano l’energia per la Genkidama in Onore di Akira Toriyama

L’enorme raduno di circa 30.000 fan in Argentina, che donano la propria energia per commemorare Akira Toriyama, è senza ombra di dubbio una delle scene più spettacolari. Il video, condiviso da @RugeLaLibertad su X (ex-Twitter), mostra chiaramente quanto Toriyama abbia influenzato le persone.

Tra la folla persone di ogni età, con le mani in alto, come se stessero donando la loro energia a Goku per lanciare l’attacco definitivo in grado di sconfiggere i malvagi. Gridano “Grazie Akira”, inviando tutte quelle vibrazioni direttamente allo spirito del creatore, ovunque esso sia.

Un gesto sicuramente di grande impatto che dimostra l’importanza di quest’opera a livello globale e che ci sentiamo di ricondividere, nella speranza di raggiungere, almeno col pensiero, il Maestro, per ringraziarlo di averci regalato così tanto.

Che ne pensate Community? Come al solito la discussione  è assolutamente aperta!

Articoli Correlati:

Dragon Ball: il Creatore Akira Toriyama è morto a 68 anni

Dragon Ball: il Creatore Akira Toriyama è morto a 68 anni

Profilo di Gosoap
08/03/2024 10:47 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

Questa mattina presto è arrivato un tristissimo annuncio: Akira Toriyama, creatore di capolavori del calibro di Dragon Ball e Dottor Slump e Arale, è morto l’1 Marzo a causa di alcune complicazioni di salute.

La notizia, condivisa inizialmente dall’account Twitter ufficiale di Dragon Ball, ha sorpreso tutti e suscitato reazioni di unione e cordoglio tra i fan:

“Siamo profondamente rattristati nell’informarvi che il creatore di Manga Akira Toriyama è morto il 1 marzo a causa di un ematoma subdurale acuto. Ci rammarica profondamente pensare che fosse ancora nel bel mezzo dei lavori di diverse opere, che portava avanti con grande entusiasmo.”

“Tuttavia, ha lasciato in eredità molti titoli manga e opere d’arte. Grazie al sostegno di tante persone in tutto il mondo, ha potuto continuare la sua attività creativa per oltre 45 anni. Ci auguriamo che il mondo unico creato da Akira Toriyama continui ad essere amato da tutti per molto tempo a venire.”

“Vi informiamo di questa triste notizia, con gratitudine per la vostra gentilezza durante la sua vita. Vi ringraziamo profondamente per la vostra comprensione e supporto, come sempre”.

Dragon Ball: è morto Akira Toriyama, le reazioni di Eichiiro Oda e Masashi Kishimoto

Alla diffusione della notizia hanno fatto eco anche i Creatori di One Piece e Naruto, che hanno scritto tramite i loro profili social dei messaggi di cordoglio:

Oda: “È troppo presto, il vuoto è troppo grande. la tristezza mi assale quando penso che non lo rivedrò mai più. L’ho ammirato così tanto sin da quando ero un bambino… Possa il paradiso essere un luogo gioioso esattamente come lo avevi immaginato tu.”

Kishimoto: “Ho appena ricevuto la notizia della dipartita del Maestro. Sento un tremendo senso di perdita, molto più grande di quando Dragon Ball è finito… Ancora non so come reagire a questo vuoto nel mio cuore. Non riesco nemmeno a leggere un’opera che adoro come Dragon Ball… Spero che il maestro Akira Toriyama riposi in pace.”

Dalla nostra redazione sentite condoglianze per la grande perdita alla famiglia, ai suoi cari ed a tutti i fan sparsi per il mondo che grazie alle sue opere sono cresciuti con la passione nel cuore, comprendendo quanto sia importante non arrendersi mai e rispondere con il sorriso anche alle avversità più grandi.

Dall’autore: Grazie di tutto Maestro Akira Toriyama, che l’ispirazione e la passione che hai regalato a me possano essere d’aiuto anche a molti altri. Grazie delle risate e dell’emozione, grande al più grande di tutti. Riposa in pace.

Articoli correlati: 

Dragon Ball Super Card Fusion World: online la versione digitale

Dragon Ball Super Card Fusion World: online la versione digitale

Profilo di maretta72
29/02/2024 17:28 di  "maretta72"
 WhatsApp

Dragon Ball Super Card Fusion World – Buon giorno a tutti ragazzi, oggi vi annuncio per tutti gli amanti dei card game, l’uscita ufficiale digitale del nuovo gioco di carte di Dragon Ball, ovvero Dragon Ball Super Card Fusion World.

Gioco disponibile dal 23 febbraio nella sua versione fisica, oggi 29 febbraio viene rilasciato ufficialmente anche con la sua versione digitale.

Come scaricare il gioco di Dragon Ball Super Card Fusion World?

Per scaricarlo sarà necessario avere un Bandai Namco ID, ed inserirlo nella sezione dedicata sul sito ufficiale.

Per sapere come fare vi alleghiamo i siti per compiere i vari processi, ossia la pagina per creare un Bandai Namco id e quella dove inserirlo per scaricare il client. Per chi ha già scaricato la beta, il gioco non si aggiornerà da essa, ma dovrete rifare lo stesso processo da capo.

Il gioco sembra davvero promettente, e potrebbe avvicinare molti nuovi giocatori verso i card game. In futuro approfondiremo meglio il gioco, con consigli sul meta, economia di gioco ed eventi legati a questo nuovo gioco.

Articoli correlati: 

Dragon Ball Sparking Zero: Leak Rivela Nuovi Combattenti, Data di Rilascio, Modalità Storia e molto altro

Dragon Ball Sparking Zero: Leak Rivela Nuovi Combattenti, Data di Rilascio, Modalità Storia e molto altro

Profilo di Gosoap
05/02/2024 12:14 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

Dragon Ball Sparking Zero si presenta come il Budokai Tenkaichi 4 che non abbiamo mai avuto. Nuovi leak affermano che tonnellate di personaggi tra i preferiti dai fan si uniranno al roster e il gioco sarà ricco di contenuti al momento del rilascio.

Dragon Ball Sparking Zero ha avuto la sua presentazione ufficiale e alcune parti del suo roster sono state mostrate (per lo più differenti versioni di Vegeta e Goku), ma ci sono ancora molte informazioni in sospeso.

Secondo alcune nuove indiscrezioni, avremo molte più informazioni a riguardo nei prossimi mesi. Questi leak hanno anche rivelato alcune nuove informazioni sul roster e su cosa ci aspettiamo possa essere giocabile.

Spiegazione dei Leak di Dragon Ball Sparking Zero

Ecco le informazioni più importanti che sono state riportate dai leak:

  • Personaggi di Dragon Ball GT presenti nel gioco, così come personaggi fusi come Vegito e Gotenks.
  • Nel gioco ci sarà una modalità storia completa.
  • Il gioco riceverà diversi trailer in vista di una data di rilascio prevista per la fine del 2024/inizio del 2025.
  • Personaggi di Dragon Ball tratti dai film presenti, il leak che cita Gohan Beast.
  • Lo split-screen non sarà presente nel gioco a causa della pressione da parte di Microsoft e Sony per non includere questa funzionalità.
  • Xbox Series S sta causando problemi di sviluppo, un problema comune per molti team di sviluppo che cercano di portare i loro giochi sulle console Xbox.

Con alcune nuove aggiunte al roster (per lo più solo ulteriori versioni di Vegeta e Goku), c’è ancora di più da attendersi con Dragon Ball Sparking Zero. Anche se dovremo aspettare ancora un po’ per vedere il risultato finale.

Che ne pensate? Come al solito la discussione è assolutamente aperta!

Articoli correlati: