Dragon Ball Super Card Fusion World la recensione

Dragon Ball Super Card Fusion World la recensione

Profilo di maretta72
 WhatsApp

Recensione Ball Super Card Fusion World – Di seguito la recensione ufficiale di Powned della beta digitale del nuovo gioco di carte di casa Bandai,  Dragon Ball Super Card Fusion World.

Dragon Ball Super Card Fusion World la recensione

Client

Il client (molto simile a quello Riot) offre la possibilità di giocare a Dragon Ball Super Card Fusion World, ma sembra essere impostato affinché in futuro venga condiviso con altri titoli…Parlando del client del gioco, è un po’ scarno e semplice, gli sviluppatori hanno già annunciato che verrà aggiornato con l’uscita ufficiale, del resto non è quello il focus principale di questa beta.

Gameplay

Il gioco appena aperto presenta la funzionalità del tutorial per avere un’idea su come giocare. È un gioco dove bisogna pensare bene ad ogni mossa e come utilizzare le proprie carte al meglio, sicuramente la meccanica che spicca è quella del leader.

Il leader è la carta che determina il numero delle nostre vite e sulla quale si basa il resto del mazzo, sia a livello di archetipo, sia per la tipologia di tag allegati. In questo nuovo gioco di carte ogni personaggio avrà il proprio tag, ad esempio: i Goku avranno il tag Saiyan, i C17 avranno il tag Android e così via.

Disponibile anche la meccanica dell’awaken che si attiverà raggiungendo un tot numero di vite, potenziandosi e prendendo un’effetto aggiuntivo che varia da personaggio a personaggio.

Se volte approfondire meglio il gameplay vi lascio una piccola guida

Grafica

Sulla grafica hanno fatto un ottimo lavoro. I modelli dei leader ricordano quelli di Dragon Ball Xenoverse 2 ma leggermente migliorati, con degli effetti e animazioni d’attacco/difesa fatte davvero bene e curate.

La plancia di gioco è interattiva e alcune di esse potranno cambiare nel corso della battaglia, alcune mosse potranno distruggere il terreno o anche modificare l’intera arena, potreste partire con lo stage di Namek normale per poi passare a quella di Namek distrutta che sta per esplodere.

Economia di gioco

L’economia di gioco ricorda molto quella di Yu-Gi-Oh Master Duel, con un sistema di gemme per comprare i vari pacchetti o starter deck. Nella beta non è stato troppo approfondito il come ottenere le suddette gemme, per ora l’unico modo per averle è tramite daily login e missioni. È già stato dichiarato che quando ci sarà l’uscita fisica, nei pacchetti sarà presente un codice, che se inserito online farà ottenere contenuti in game, un po’ come succede in Pokemon TCG.

Altra cosa che verrà implementata all’uscita sarà il poter creare e distruggere le carte in collezione.

Spero che questa piccola recensione vi possa essere stata utile destato la vostra curiosità nel provare questo card game quando verrà rilasciato ufficialmente, uscita prevista per fine febbraio (per ora conosciamo solo la data del rilascio per pc). Restate sintonizzati con noi per non perdere neanche un aggiornamento su questo nuovo titolo.

Articoli correlati: 

EA cancella il nuovo titolo sparatutto in prima persona su Star Wars/Mandalorian di Respawn

EA cancella il nuovo titolo sparatutto in prima persona su Star Wars/Mandalorian di Respawn

Profilo di Stak
29/02/2024 20:29 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Secondo quanto riferito dai leaker di Insider Gaming, il nuovo sparatutto in prima persona incentrato su Star Wars e sui Mandalorian sarebbe stato cancellato da EA.

Il titolo era in fase di sviluppo in Respawn Entertainments, e si sarebbe dovuto concentrare sulla figura dei cacciatori di taglie Mandaloriani.

La notizia arriva oggi come un aggiornamento relativo alla ristrutturazione aziendale che riguarderà proprio Respawn. Di fatto, il 5% del personale verrà licenziato e questo comporterà anche una riduzione nello sviluppo di giochi con licenza IP.

Sembra comunque che dietro la decisione di EA ci sia proprio il fatto che il titolo avrebbe dovuto sostenere imponenti costi relativi alla licenza per lo sfruttamento di nomi, marchio e protagonisti di Star Wars.

Costi di licenza troppo alti per il nuovo sparatutto in prima persona sui Mandalorian/Star Wars: progetto cancellato da EA

Una fonte interna all’azienda, ha infatti affermato che “il progetto non ha ricevuto il via libera da EA a causa dei costi di licenza ed è lì che è stato cancellato“.

Sempre secondo le fonti, il gioco avrebbe visto il giocatore al comando di un cacciatore di taglie mandaloriano, che avrebbe viaggiato attraverso la galassia per catturare le varie taglie. Chi ha avuto la possibilità di dare un’occhiata al gioco, lo ha descritto come “frenetico” ed assolutamente promettente… Ed era quindi abbastanza impensabile (almeno fino a qualche ora fa) una decisione del genere da parte di EA.

Non appena saranno disponibili, non esiteremo a riportare nuovi e più dettagliati aggiornamenti sulla questione. Restate sintonizzati con noi per non perdere neanche un singolo update sul futuro di Respawn e dei suoi titoli in uscita futura.

Articoli correlati: 

Maxi Licenziamenti anche in PlayStation: “a rischio quasi 1000 posti di lavoro in tutto il mondo”

Maxi Licenziamenti anche in PlayStation: “a rischio quasi 1000 posti di lavoro in tutto il mondo”

Profilo di Stak
27/02/2024 19:47 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Stando a quanto riferito sul sito ufficiale di Sony, anche per PlayStation sarebbe in arrivo un’ondata di maxi licenziamenti che dovrebbe riguardare quasi il 10% di tutti i suoi dipendenti…

A poche settimane di distanza dalle tragiche notizie relative al licenziamento di quasi 2.000 dipendenti di Microsoft (troverete qui i dettagli), si registra un nuovo durissimo colpo per il settore dei videogiochi. Sembra infatti che Sony sia determinata a licenziare ben 900 dei suoi dipendenti, ovvero l’8% di tutta la forza lavoro dell’azienda.

La notizia è stata diffusa direttamente dal presidente e CEO di PlayStation Jim Ryan, che nel comunicato ha anche incluso una copia dell’e-mail inviata oggi ai suoi lavoratori. In questa si afferma che PlayStation si sta “concentrando sulla sostenibilità a lungo termine dell’azienda” e sta “ottimizzando” le risorse per soddisfare i nuovi standard dei clienti.

Tutta la manovra, come accennato anche nel titolo, non riguarderà una specifica area del mondo ma interesserà sostanzialmente l’intera scena globale. Nel Regno Unito ad esempio, PlayStation prevede di chiudere “totalmente” lo studio londinese. Ci saranno anche licenziamenti in Firesprite ed in generale “riduzioni in varie funzioni in tutto il Regno Unito”.

Le dichiarazioni di Jim Ryan sui licenziamenti per PlayStation

La community PlayStation significa tutto per noi, quindi ho ritenuto che fosse importante aggiornarvi su una giornata difficile per la nostra azienda.” ha affermato Ryan, che ha poi proseguito: “Abbiamo preso la decisione estremamente difficile di ridurre circa l’8% (900 persone, ndr) del nostro organico complessivo a livello globale.

Queste sono persone di incredibile talento che hanno contribuito al nostro successo e siamo molto grati per il loro contributo. Tuttavia, il settore è cambiato immensamente e dobbiamo prepararci al futuro per impostare l’azienda per ciò che ci aspetta. Dobbiamo soddisfare le aspettative degli sviluppatori e dei giocatori e continuare a promuovere la tecnologia del futuro nei giochi, quindi abbiamo fatto un passo indietro per assicurarci di essere pronti per continuare a portare le migliori esperienze di gioco alla nostra comunità“.

Purtroppo le misure andranno a colpire a 360° la realtà di PlayStation, compresi anche gli studios di “Insomniac Games” e “Naughty Dog” oltre ai team tecnologici, creativi ed anche quelli dedicati al supporto per i giocatori.

Una vera e propria tragedia, che andrà a colpire, direttamente ed indirettamente, svariate migliaia di persone in tutto il mondo fino ad oggi impegnate nel settore dei videogiochi.

Licenziamento di massa in Microsoft: “nel mirino i devs di Infinity, Sledgehammer e Raven, e tutto il team “assistenza clienti” di Activision Blizzard”

Articoli correlati: 

Record per SEA OF THIEVES: l’ultima patch è di più di 100 GB

Record per SEA OF THIEVES: l’ultima patch è di più di 100 GB

Profilo di Stak
19/02/2024 20:31 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Da pochi minuti è disponibile un nuovo “gigantesco” aggiornamento di Sea of Thieves che rischia di battere tutti i precedenti record registrati dal titolo…

Pensate che il nuovo update per alcune piattaforme supera finanche i 100 GB di spazio di memoria, delle dimensioni assolutamente “gargantuesche” che hanno lasciato spiazzato molti giocatori del titolo sviluppato da Rare e pubblicato da Xbox Game Studios.

Il nuovo aggiornamento è pieno di miglioramenti e modifiche, ma anche di una transizione all’ultimo Xbox Game Development Kit (GDK) che consente il supporto DX11 e DX12 su PC.

Nelle note sulla patch rilasciate insieme all’aggiornamento, Rare ha notato che i futuri aggiornamenti saranno “considerevolmente più piccoli”, ma siamo onesti: non avrebbero potuto diventare molto più grandi.

La nuova patch di Sea of Thieves è enorme: 

Ecco le dimensioni di installazione dell’ultimo aggiornamento di Sea of Thieves su tutte le piattaforme:

  • Xbox Serie X: 88,36 GB
  • Xbox Serie S: 90,15 GB
  • Xbox One X: 88,36 GB
  • Xbox One: 90,15 GB
  • Microsoft Store: 102 GB
  • Steam: 10,49 GB

Recentemente, Sea of Thieves è apparso nelle notizie in seguito alla rivelazione secondo cui Microsoft ha in programma di trasferire i suoi giochi esclusivi su altre piattaforme, in particolare PlayStation.

Ci sono state discussioni diffuse su quali potrebbero essere i giochi, ma i rapporti più affidabili suggeriscono che Sea of Thieves sarà uno dei titolo di punta inviato al Blue Team in futuro.

Articoli correlati: