warzone leavers

Troppi “leavers” su Warzone: grande richiesta per le penalità per i “disertori”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Warzone Leavers – Uno dei problemi più vecchi e “frequenti” all’interno di Call of Duty Warzone è quello relativo al prematuro abbandono della partita di tantissimi giocatori in pug.

A chi non è capitato almeno una volta di ritrovarsi senza uno o più compagni di squadra ad inizio o nelle fasi intermedie della partita? Spesso basta un primo atterraggio sbagliato, o un gulag fallito per indurre i giocatori ad abbandonare la partita per rimettersi in coda, alla ricerca di una nuova lobby in cui impegnarsi.

Per chi abbandona la partita non c’è alcun effetto negativo, se non quello di dover aspettare altri 4/5 minuti prima di poter tornare in azione, mentre i veri problemi sorgono per i giocatori che “restano”, di colpo ritrovatisi in forte inferiorità numerica.

Questa situazione non riguarda ovviamente solo la modalità Battle Royale, ma anche la modalità Ritorno dove oltre ai leavers i giocatori devono spesso anche fare i conti con un matchmaking che spesso ci obbliga a partire anche con un uomo in meno.

Non essendoci una modalità di gioco “classificata”, e quindi delle partite ranked, è al momento impossibile “punire” i giocatori che lasciano anticipatamente una partita (stiamo ovviamente parlando dei giocatori che scelgono di abbandonare la sfida, e non quelli che magari hanno crashato a causa di problemi con la connessione o con il proprio dispositivo).

Senza una punizione non vi è alcun motivo per il quale i giocatori non dovrebbero abbandonare le partite anticipatamente, e questo sta pesantemente preoccupando i player che si ritrovano spesso impegnati in sessioni di gioco con i pug (con giocatori casuali che non conoscono, e che non rientrano nella loro lista degli amici).

Molti hanno proposto un vero e proprio “debuff” sull’account del personaggio che abbandona la partita con il titolo di “disertore”, cosi che tutti gli altri giocatori sappiano che il tizio in questione non è uno tra i più affidabili che ci potevano capitare, ma anche qui non sono mancate le polemiche.

Secondo un nutrito gruppo di giocatori infatti, bisognerebbe attivare una vera e propria penalità per chi abusa del tasto “abbandona partita”, magari introducendo una funzione che ci estromette dalle partite per tot numero di minuti, e che aumenta e raddoppia nel momento in cui ci “macchiamo” nuovamente del reato di abbandono dell lobby.

Facciamo un esempio. Dopo aver abbandonato la prima lobby ricevo un’ammonizione sull’account, che dura per 6 ore. Se nel corso di quelle 6 ore abbandono nuovamente una partita prima di un tot di tempo ricevo a quel punto una vera e propria penalità, che mi impedirà di cercare una lobby di gioco per 15 minuti. Se dovessi abbandonare nuovamente la lobby dopo lo stop di 15 minuti, verrei nuovamente estromesso dalle lobby, questa volta per 30 minuti, poi per 60 e cosi via.

Al momento questa rimane una semplice ipotesi, con gli sviluppatori che non si sono ancora pronunciati su questo problema. L’ormai prossimo sbarco di Vanguard potrebbe però essere il momento ideale per promuovere una qualche tipo di novità in tal senso, non fosse altro per il fatto che quello dei leavers è certamente uno dei problemi più fastidiosi ed irritanti tra tutti quelli già presenti su Warzone.

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 


Troppi “leavers” su Warzone: grande richiesta per le penalità per i “disertori”
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701