Forgiare gli oggetti leggendari in Shadowlands

Forgiare gli oggetti leggendari in Shadowlands

Profilo di Stak
 WhatsApp

Gli sviluppatori di World of Warcraft hanno pubblicato un interessante dettaglio che riguarda la meccanica dei pezzi leggendari nella prossima espansione Shadowlands.

Attraverso il comunicato, Blizz ci ha quindi illustrato il funzionamento della costruzione dei leggendari e del fatto che dovremo chiedere aiuto all’Incisore di Rune per riuscirvi…Il tutto inizierà una volta raggiunto il livello 60 (e dopo aver scelto una Congrega), quando ci troveremo davanti alla missione “La Prigione dei Dimenticati“.

Andiamo a vedere come funziona la costruzione degli oggetti leggendari:

Leggendari Shadowlands – spiegazione devs

Nelle Terretetre avrai bisogno di ogni vantaggio possibile per ristabilire l’equilibrio nella vita dopo la morte. Imprigionato all’interno della Torre dei Dannati, troverai l’Incisore di Rune, una potente entità incatenata tra le mura sconsacrate di Torgast. Insieme, forgerete oggetti leggendari infusi dei poteri dell’aldilà, che aumenteranno le tue possibilità contro il Carceriere e i suoi servitori.

Forgia strumenti di morte

Una volta raggiunto il livello 60 e aver giurato fedeltà a una Congrega, riceverai la missione “La prigione dei Dimenticati” e inizierai una serie di eventi che ti condurranno all’interno di Torgast, dove aiuterai l’Incisore di Rune a recuperare i suoi ricordi perduti. Una volta liberato, l’Incisore di Rune ti aiuterà a forgiare potenti oggetti leggendari che potrai infondere con i poteri dell’aldilà. Per creare e personalizzare questi oggetti leggendari, dovrai perlustrare le Terretetre alla ricerca di diversi componenti.

Risorse richieste

Gli equipaggiamenti leggendari sono composti da diversi componenti: un oggetto artigianale leggendario di base delle Terretetre, due Missive, la Cenere d’Anima e un Ricordo dell’Incisore di Rune. L’oggetto di base e le Missive possono essere creati con le professioni, la Cenere d’Anima si trova nei blocchi di Torgast e le ricette per il Ricordo dell’Incisore di Rune possono essere sbloccate tramite diversi contenuti di Shadowlands.

equipaggiamento leggendario
Personalizza il tuo equipaggiamento leggendario con diversi poteri provenienti dai regni della morte.

Per forgiare un oggetto leggendario, dovrai iniziare con un pezzo base di equipaggiamento, da potenziare grazie all’Incisore di Rune. I personaggi con Sartoria, Conciatura, Forgiatura o Oreficeria avranno garantiti dei modelli e dei progetti per creare i pezzi di base, tramite la prosecuzione della storia dell’Incisore di Rune. Questi pezzi creati dai personaggi possono essere scambiati o venduti alla Casa d’Aste. Ogni volta che un personaggio crea un pezzo di base, ottiene dell’esperienza e alla fine potrà creare quel pezzo di base con un livello oggetto superiore. Ci sono quattro livelli raggiungibili per ogni modello o progetto, e la creazione di pezzi di base di livello superiore richiederà una quantità maggiore di risorse.

Avrai anche bisogno di due Missive, che vengono utilizzate per potenziare il pezzo con due diverse statistiche secondarie di tua scelta. Queste Missive possono essere create dai personaggi con la professione Runografia e possono essere scambiate o vendute alla Casa d’Aste.

Combattere tra le mura sconsacrate di Torgast ti ricompenserà con la Cenere d’Anima, un materiale d’artigianato che trasforma il pezzo di base in un capolavoro degno di essere definito di qualità leggendaria. Puoi ottenere la Cenere d’Anima settimanalmente affrontando i blocchi di Torgast. Ogni settimana potrai entrare in due ali della torre, quindi assicurati di completare questo compito, perché le ricompense ne valgono la pena!

Infondi quindi il tuo oggetto leggendario con i poteri della morte raccogliendo i Ricordi dell’Incisore di Rune, le Abilità. Questi ricordi sono ottenibili tramite diversi contenuti, tra cui le incursioni, le spedizioni in modalità Mitica con Chiave del Potere e le attività PvP. Puoi vedere tutte le Abilità disponibili, come ottenerle e su quali oggetti di base si possono incidere aprendo la Guida alle avventure (tasto preimpostato: MAIUSC-J).

Oggetti leggendari in azione
Eco di Eonar è un’Abilità leggendaria che richiama un famiglio spirituale, per te e tre dei tuoi alleati, che aumenta i danni inflitti, le cure fornite, e riduce i danni subiti per un determinato lasso di tempo.

Col tempo potrai creare più di un oggetto leggendario ma, proprio come nelle espansioni passate, un personaggio può equipaggiare solo uno di questi oggetti alla volta, quindi scegli con attenzione!

Le abilità degli oggetti leggendari e i requisiti per la loro creazione sono ancora in fase di sviluppo, quindi assicurati di tornare a vedere se ci sono stati degli aggiornamenti su worldofwarcraft.com man mano che ci avviciniamo alla pubblicazione di Shadowlands.

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

L’Orda ha la sua TOP100 su Sepulcher! Ancora in “alto mare” l’Alleanza

Profilo di Stak
 WhatsApp

Orda Sepulcher – Durante la scorsa settimana si è finalmente andato a concludere il ranking Top100 delle gilde orda su Sepulcher of the First Ones.

Infatti, grazie alle ultime kill ottenute lo scorso 10 Maggio dagli americani di HC e Unity, e dagli europei di Pure e Экзекьют, si è andata a comporre la Hall of Fame ufficiale per quest’altra incredibile corsa al Progress.

Ricordiamo che la vittoria è andata agli Echo, seguiti dai Method, gli Skyline, gli SK Pieces ed i Liquid, con ben altre 4 gilde cinesi a seguire all’interno della top10.

Decisamente peggiore la situazione dell’Alleanza, con la Hall of Fame che al momento riporta solamente 12 organizzazioni in tutto il mondo. La prima di queste, i cinesi 绝世, sono riusciti ad abbattere la versione mitica del Jailer solamente l’11 di Aprile, a quasi un mese di distanza dalla World First Kill ottenuta sul medesimo boss dagli Echo.

L’aspetto più interessante da notare in questo caso, è che la maggioranza delle gilde Alleanza sono asiatiche, e che solamente una di queste, gli Honolulu di Sylvanas, gioca dall’Europa.

Andiamo a vedere tutti i dettagli con la Hall of Fame completa dell’Orda:

Clicca qui o l’immagine in basso, per accedere al ranking completo con i nomi di tutte e 100 le gilde che hanno concluso Sepulcher of the First Ones.

 

Il punto sul progress italiano

Per quanto riguarda la situazione delle org impegnate su Sepulcher, si segnala che gli Unreal di Nemesis si trovano al momento a 10/11, e da poco hanno iniziato il loro progress sul Jailer mitico.

Questa l’attuale Top10:

# Gilda/Server Progress
1 10/11 M
2 7/11 M
3 7/11 M
4 7/11 M
5 7/11 M
6 7/11 M
7 7/11 M
8 6/11 M
9 6/11 M
10 5/11 M

Cosa ne pensate di questa situazione community? Avreste mai immaginato una tale “emorragia” di gilde Alleanza nella scena occidentale di World of Warcrft?

La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

La World First di Sunwell Plateau ottenuta da una gilda cinese!

Profilo di Stak
 WhatsApp

World First Sunwell Plateau – Straordinario risultato ottenuto da una gilda di un server cinese su World of Warcraft Classic!

Stiamo parlando degli Old School, gilda cinese dell’Orda che è riuscita in una manciata di minuti a completare il “nuovo” raid di Sunwell Plateau.

Pensate che per l’abbattimento di tutti i boss, compreso Kil’jaeden, è stato ottenuto in poco più di 50 minuti totali!

La run, che potrete trovare su Twitch cliccando qui, ha visto gli Old School avere la meglio su più di 100 gilde, che sono già riuscite ad ottenere il medesimo risultato.

Al momento sono poco meno di 150 le organizzazioni che sono riuscite a superare Kil’jaeden, con gli Avatar, i PROGRESS ed i WELCOME (tutte gilde Alleanza) che hanno concluso Sunwell a pochi minuti di distanza.

Gilde impegnate nella World First: anche i Midwinter salutano la scena! 

Dopo le notizie non positive giunte da casa SK Gaming sembra che anche un’altra storica protagonista delle World First si appresta ad appendere mouse e tastiera al chiodo.

La gilda è quella dei Midwinter, storica realtà nordamericana protagonista di tutti i raid di questi ultimi anni. Detentori di svariate World First come quella su Wrathion, su Maut o su Ursoc, i Midwinter hanno annunciato  con un triste post su Twitter lo scioglimento ufficiale del loro avventura.

Ecco il post:

Cosa ne pensate di questa vicenda community? Quella dei Midwinter è secondo voi una situazione isolata? La discussione, come sempre, è aperta!

Articoli correlati: 

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati: