Valorant: PRO presto tra i più RICCHI, Riot promette di PAGARE stipendi da record (da oltre 1 MILIONE)

Valorant: PRO presto tra i più RICCHI, Riot promette di PAGARE stipendi da record (da oltre 1 MILIONE)

Profilo di Gosoap
12/08/2022 11:15 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

Secondo un recente rapporto pubblicato dai colleghi di Dexerto.com, Riot Games sarebbe in procinto di lanciare un proegetto su larga scala per Valorant che dovrebbe portare a dei guadagni davvero da record per i PRO di Valorant.

Le fonti citate parlerebbero di un sistema di partenership stipulato direttamente tra Riot Games e ed alcune org scelte accuratamente tra quelle che operano in tutto il mondo.

Il programma di partnership, una volta avviato, dovrebbe portare ad un diretto supporto economico ai pro di Valorant da parte della casa produttrice del gioco che dovrebbe partire da un minimo di 600.000 $ l’anno, e potrebbe arrivare fino ad 1.5 MILIONI $.

Valorant, esport sempre più fiorente, i PRO festeggiano giustamente

Il nuovo sistema di partnership dovrebbe portare repentinamente ad un sistema più simile a quello in atto su League Of Legends, andando di fatto a sostituire i circuiti aperti a tutti che si sono svolti fino a questo momento.

Nonostante ciò, a differenza della LCS e della LEC, nelle quali sono le sqaudre a versare una certa somma per ”affittare” il posto nella competizione, su Valorant sarà Riot a supportare i vari team con cifre che potrebbero variare dal mezzo milione al milione e mezzo di dollari, come già detto.

Queste informazioni sono ovviamente delle anteprime e per ora nessun comunicato ufficiale è stato rilasciato da Riot o dal team di Valorant, ma rimane comunque un grosso incentivo per chiunque cerchi di fare di questo gioco la propria carriera.

Cosa ne pensate community? Sarebbe una buona idea? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Valorant, BUFF per REYNA ed aggiornamenti a SKYE, YORU e KAY/O – anche Fracture ritoccata nella patch 5.07

Valorant, BUFF per REYNA ed aggiornamenti a SKYE, YORU e KAY/O – anche Fracture ritoccata nella patch 5.07

Profilo di Gosoap
05/10/2022 11:13 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

Patch 5.07 – Concluso il Valorant Champions e nell’attesa di sapere di più sul prossimo agente in uscita, gli sviluppatori di Valorant si sono in questi giorni messi al lavoro sulle flash e su alcune combinazioni forse ancora troppo sottovalutate.

Non solo, perché come vedremo in seguito il lavoro dei Devs si è concentrato anche sulla situazione delle mappe che, sebbene ben bilanciate rispetto a quelle di altri titoli dello stesso settore, ancora non riescono a mettere d’accordo tutti.

Senza ulteriori indugi andiamo dunque a vedere tutti i dettagli relativi ai BUFF per Reyna, le modifiche agli altri agenti e tutte le specifiche sulle mappe, che sarà importante tenere a mente per non farsi cogliere impreparati.

Valorant, la nuova patch 5.07 sui BUFF e NERF agli agenti e le “nuove” mappe

V_AGENTS_587x900_ALL_Skye_Banner.png

SKYE

La possibilità di distruggere il falco di Luce guida non sembrava una contromossa troppo significativa e, anzi, risultava troppo punitiva per i giocatori di Skye che provavano a farlo volare per distanze maggiori. Aumentando gli effetti massimi e ricompensando Skye per far arrivare il proprio falco nei punti giusti, vogliamo sostenere maggiormente il gioco di squadra e differenziare Luce guida dalle altre flash nel gioco, specialmente a confronto con gli Assassini.

  • Modificato il modello di crescita del lampo di LUCE GUIDA (E)
    • Ora la durata massima dell’accecamento provocato dal lampo di Luce guida di Skye cresce da 1 secondo a 2,25 secondi nell’arco di 0,75 secondi dal lancio dell’abilità
    • Non è più possibile colpire e distruggere il falco di Luce guida
    • Aggiunti nuovi effetti visivi, elementi dell’interfaccia e suoni per comunicare i nuovi intenti
    • Aumentato il tempo di uscita da Luce guida: 0,75 secondi >>> 0,85 secondi

KAYO.png

KAY/O

La flash di FLASH//drive lanciata dal basso (fuoco alternativo) di KAY/O era troppo forte rispetto ad altre flash “improvvise” (per esempio quelle di Phoenix o Yoru). Inoltre, crediamo che lanciare la flash con il fuoco primario non risulti abbastanza remunerativo per i giocatori rispetto all’impegno richiesto per imparare a farla esplodere al posto giusto. Questa modifica indebolisce il fuoco alternativo in confronto alle flash “improvvise” degli Assassini, perché crediamo che KAY/O debba pagare un prezzo per la sua versatilità.

  • FLASH//drive (Q)
    • Ridotta la durata massima dell’accecamento prodotto dalla flash lanciata dal basso (fuoco alternativo): 2 secondi >>> 1,25 secondi
    • Aumentata la durata massima dell’accecamento prodotto dalla flash lanciata normalmente (fuoco primario): 2 secondi >>> 2,25 secondi
    • Aumentato il tempo di uscita dall’abilità: 0,6 secondi >>> 0,85 secondi

reyna-banner.png

REYNA

Il lampo di Reyna risultava scarsamente efficace come strumento di apertura individualistico, specialmente ai livelli di abilità più alti. Questa serie di modifiche vuole dare a Reyna più possibilità di decidere come muoversi dopo aver lanciato Malizia. Inoltre, dovrebbe rendere Malizia uno strumento ancora migliore per prendere gli angoli contro gli Operator nelle mappe con linee di tiro più lunghe. Abbiamo anche notato che l’occhio, quando non viene distrutto, tende a restare in campo troppo a lungo. Ora che Reyna riesce finalmente a sfruttare Malizia per giocate più individualistiche, abbiamo deciso di ridurre parte del valore dell’abilità quando la utilizza per i compagni di squadra.

  • MALIZIA (C)
    • Ridotto il tempo di attivazione dell’effetto di annebbiamento: 0,6 secondi >>> 0,4 secondi
    • Rimossa la limitazione di gittata di Malizia
    • Ridotto il tempo di uscita dall’abilità: 0,7 secondi >>> 0,5 secondi
    • Ridotta la durata: 2,6 secondi >>> 2 secondi

Ep1_a1_article_Divider_yoru.jpg

YORU

Yoru è un agente difficile da regolare al meglio, dal momento che dobbiamo bilanciare la sua capacità di lanciare flash durante la sua Ultima. Abbiamo scelto un semplice aumento della durata per Offuscamento, poiché riteniamo importante mantenere la possibilità di voltarsi come contromossa all’accecamento della flash e del clone per evitare situazioni eccessivamente frustranti.

  • Aumentata la durata di OFFUSCAMENTO (Q): 1,5 secondi >>> 1,75 secondi
  • Aggiornamenti all’effetto visivo di accecamento
    • Ora l’effetto visivo sui modelli in terza persona di nemici e alleati accecati viene renderizzato dietro la testa del giocatore dal momento in cui l’effetto di accecamento inizia a svanire. Questo dovrebbe indicare più chiaramente se i giocatori sono accecati completamente o se l’accecamento è iniziato a svanire
    • L’effetto visivo di accecamento completo in prima persona ora si riduce nel tempo per dare un’indicazione più chiara di quando inizierà a svanire
    • Aumentato il lasso di tempo per fornire assist su accecamenti, annebbiamenti e stordimenti: 1 secondo >>> 3 secondi dopo che il debuff inizia a svanire
    • Riteniamo che la finestra di assist per questi debuff non riflettesse la loro durata d’impatto effettiva e, per questo motivo, abbiamo voluto assicurarci che i giocatori che offrono supporto vengano apprezzati e ricompensati più spesso quando creano situazioni che i loro compagni di squadra possono sfruttare

CLICCATE QUI per continuare a leggere tutte quante le novità della nuova patch di Valorant direttamente dal sito ufficiale RIOT GAMES.

Insomma, che ne pensate di questa patch 5.07 di Valorant? Come al solito la discussione è aperta sui nostri canali social!

Articoli Correlati:

Valorant introduce il SALARIO MINIMO per il VCT 2023, ecco a quanto ammonta

Valorant introduce il SALARIO MINIMO per il VCT 2023, ecco a quanto ammonta

Profilo di Gosoap
29/09/2022 10:35 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

VCT 2023 – Visto l’imminente passaggio dell’ambiente competitivo di Valorant da un sistema “open” ad un sistema formato da partnership tra Riot Games ed i vari team che competono ai massimi livelli, l’azienda si è vista costretta a segnalare alcune linee guida che i team dovranno seguire.

Una serie inenarrabile di regolamenti e linee guida (pubblicati in un documento lungo oltre 20 pagine) sono stati rilasciati in questi giorni da Riot. Regolamenti che appunto andranno a regolare alcuni importanti aspetti del competitivo, spesso trascurati dalle org più grandi.

Il fattore che ha ovviamente attirato di più l’attenzione della community è l’introduzione del SALARIO MINIMO, un limite al di sotto del quale l’org non può firmare un accordo con nessun creator e/o giocatore.

Salario minimo su Valorant, il VCT 2023 farà un grosso passo avanti

La soglia base di salario minimo (per quello che riguarda tutti e tre i campionati principali) sarà di $ 50.000 per le leghe Americane, € 50.000 per la nostra regione EMEA e 667.000.000 ₩ per le zone APAC.

Se le squadre desiderano pagare in altre valute, dovranno adeguare conseguentemente il tasso di cambio tra le valute del campionato secondo il nuovo regolamento per rispettare i minimi salariali.

I compensi dei giocatori che esulano dal loro salario minimo (ad esempio dirette streaming, compensi per sponsorizzazioni, premi e bonus performance) non avranno una vera e propria regolamentazione, ma dovranno comunque essere riportate in tutti i loro dettagli nei contratti con i giocatori – in modo che Riot Games possa controllare facilmente eventuali controversie.

Altra grossa limitazione che andrà inevitabilmente ad influenzare anche il mercato acquisti, è il limite ad 1 solo giocatore per le presenze straniere. In altre parole, almeno 4/5 (i quattro quinti) dei player che compongono la squadra dovranno tassativamente essere residenti in uno dei paesi che la lega rappresenta – eccezionale la situazione dei Game Changers (le leghe riservate alle donne ed alle categorie marginalizzate), che invece potranno ospitare giocatori/trici da ovunque.

Insomma, che ne pensate? Come al solito la discussione è aperta sui nostri canali social!

Articoli Correlati:

G2 rifiutati da Riot, SCOMPIGLIO su LoL e Valorant per la questione Andrew Tate-Ocelote?

G2 rifiutati da Riot, SCOMPIGLIO su LoL e Valorant per la questione Andrew Tate-Ocelote?

Profilo di Gosoap
22/09/2022 14:22 di Amin "Gosoap" Bey El Hadj
 WhatsApp

LoL e Valorant – Qualche giorno fa vi avevamo parlato della grossa polemica nata intorno alla figura di Carlos Rodriguez, in arte Ocelote, CEO (ormai allontanato) dell’organizzazione dei G2 Esports per una vicinanza troppo stretta con Andrew Tate (CLICCANDO QUI il nostro articolo d’approfondimento in merito).

Riassumendo brevemente, sempre a distanza di qualche giorno da oggi, Ocelote aveva postato sul proprio account Twitter un video che lo ritraeva in compagnia di Andrew Tate ad una festa. Il caricamento di questo video è stato postumo alla rimozione da tutti i social di Andrew Tate, ex kick-boxer professionista divenuto famoso quest’anno per le sue opinioni decisamente controverse.

La notizia del video di Ocelote ha immediatamente generato una reazione scatenata da parte soprattutto delle fan dei G2, con alcune che hanno finito per postare foto di magliette strappate e messaggi di odio contro Ocelote – curioso che siano le stesse utenti che lamentavano i presunti casi di odio perpetrati secondo loro da Tate nei confronti del genere femminile.

Andrew Tate crea scompiglio anche per Ocelote, G2 fatti fuori da LoL e Valorant?

Secondo un recente comunicato, giunto tuttavia da fonti non ufficiali, nonostante la controversia sia stata immediatamente seguita da una immediata sospensione di Ocelote dal suo ruolo di CEO dei G2, Riot avrebbe negato già alla compagnia lo “spot” all’interno del prossimo circuito VCT. Questo “ban” sarebbe valido sia per la regione EMEA, che per quella NA.

“Alcune fonti mi hanno riferito che G2 a causa delle recenti controversie sarebbe fuori dal franchise sia Na che EU. A quanto pare è emerso che i G2 avessero già uno slot prenotato per il nordamerica, ma Riot dopo una riunione speciale avrebbe deciso diversamente. A ricoprire quel posto saranno probabilmente i LEV Esports.”fonte: neL, Twitter.

Secondo altri report, dei quali tuttavia sono circolati solo alcuni estratti che per correttezza non condivideremo (mancando l’autore originale), anche il panorama di League of Legends potrebbe essere colpito da questa decisione.

La notizia ha ovviamente scatenato scompiglio tra gli appassionati di esport, soprattutto dal momento che, almeno nel panorama europeo, i G2 ricoprono da sempre un posto d’onore in quasi tutte le competizioni principali dei giochi più giocati.

Perdere il supporto di una Org così famosa e riconosciuta significherebbe non solo una grossa perdita per il settore, ma anche e soprattutto un enorme passo falso da parte di Riot Games.

Insomma, che ne pensate? Come al solito la discussione è aperta sui nostri canali social!

Articoli Correlati: