RLCS X: i BDS tornano al successo con il quinto titolo stagionale

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nel secondo evento dello Split Invernale di RLCS X la battuta d’arresto del Team BDS aveva favorito i Top Blokes in quella che sembrava essere una conferma per i campioni del momento.

Al ritorno dalla pausa per le festività il team che sta dominando la scena europea è tornato a colpire con la solita prestazione incontenibile. Non è bastato neanche spedirli nel lower bracket: dopo la sconfitta contro i Vodafone Giants il roster rosazzurro ha raccolto le forze battendo i Dignitas, per poi rifarsi nella Grand Final ai danni degli stessi spagnoli che poco prima gli avevano inferto un duro colpo. I BDS tornano dunque a spadroneggiare in Europa, riaccendendo la discussione che li vedrebbe come miglior team al mondo. La soluzione potrebbe arrivare al mondiale 2021, quando dovranno scontrarsi con i giocatori più insidiosi sulla scena internazionale.

Vodafone Giants: così vicini, così lontani

Da enorme punto interrogativo a squadra rivelazione. La storia recente dei Vodafone Giants ha portato agli occhi del pubblico una squadra in grado di mettere in crisi anche i team migliori. Per la verità, c’era anche da aspettarselo: lo stile di gioco nato in Spagna si è sempre contraddistinto per la sua particolare aggressività e imprevedibilità. Era quindi pronosticabile che prima o poi ci saremmo trovati davanti ad un top team da podio assicurato, ma restava da capire chi fra i giocatori della penisola iberica avrebbe ricoperto questo ruolo così ambito (e così difficile da mantenere). La solidità del duo ZamuèStake, affiancata ultimamente dal talento marocchino Itachi (alla sua prima esperienza in RLCS), ha portato degli ottimi piazzamenti in quasi tutti gli eventi disputati fino a questo momento. Eppure manca ancora qualcosa per fare il salto di qualità e strappare il primato al Team BDS: ci riusciranno già nel Major Invernale dell’RLCS X ormai alle porte?

 

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701