Rainbow Six, Virtus.pro campioni dell’European Clash

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

In attesa della ripresa ufficiale della Pro League (che da quest’anno cambierà nome in European League) in programma per il 22 giugno, gli appassionati di Rainbow Six hanno potuto godersi nelle ultime settimane l’European Clash, torneo di beneficenza organizzato da FACEIT.

Proprio FACEIT, infatti, aveva annunciato che avrebbe devoluto il montepremi di 50.000€ a Medici Senza Frontiere per la lotta all’epidemia globale di COVID-19, con altri migliaia e migliaia di Euro che sono stati raccolti tramite le donazioni effettuate su Twitch dagli spettatori.

Il torneo, che ha visto scontrarsi sia team professionisti sia team amatoriali, si è concluso ieri sera con la vittoria per 2-1 dei Virtus.pro contro i Rogue, dopo una tesissima finale conclusasi appunto con la vittoria del team ex-forZe.

RAINBOW SIX EUROPEAN CLASH – I RISULTATI

Il torneo, c’è da dirlo, è stato per certi versi viziato dalla sua natura di beneficenza, sopratutto per quanto riguarda le mappe che sono state scelte nella parte finale (quella dove a competere erano rimasti solo i “grandi”): poiché dalla prossima stagione professionale la mappa Confine sarà rimossa dalle possibili mappe su cui giocare, essa è stata protagonista di questo torneo ed è stata giocata praticamente in ogni partita.

Questo tuttavia non ha fermato i team dal dare spettacolo e darsi battaglia, tanto che ben sei dei sette match giocati dai quarti di finale in poi si sono conclusi con il risultato di 2-1 e l’unico 2-0 è stato inflitto proprio dalla squadra che si è rivelata poi la vincitrice del torneo, i Virtus.pro.

La finale, in particolare, ha rappresentato un grande passo in avanti per entrambi i team che vi hanno preso parte: da un lato i Rogue, che sono riusciti a dar vita ad un’ottima performance nonostante il doppio cambio nel roster, dall’altra i Virtus.pro, la cui lineup fino a poche settimane fa giocava sotto la bandiera dei forZe, che si dimostrano l’ennesimo team europeo di altissimo livello, nonostante siano praticamente gli ultimi arrivati.

La lotta per il titolo di Campioni Europei, dunque, sembra promettere scintille e la contesa sembra più che aperta: non ci resta che aspettare il 22 giugno per scoprire chi dei dieci team qualificati si sarà preparato al meglio per questa prima edizione della European League.

 Articoli Correlati

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701