Roadhog, Junkrat e il caos nel meta di Overwatch

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Entrambi gli eroi australiani sono entrati, dopo gli ultimi cambiamenti, nel meta di Overwatch.
Junkertown era solo l’inizio. Overwatch è stato testimone dell’incredibile ascesa di Junkrat e Roadhog che dopo la patch del 29 agosto dominano le classifiche degli eroi più giocati. Sia su PC che su console, entrambi i “junkers” australiani non solo hanno avuto un incremento nelle ore di gioco, ma anche nel numero di vittorie.

Junkrat in assoluto è diventato il DPS più popolare, classificandosi dal primo al quarto posto, in ogni lega, e addirittura a Gran Master, è il più giocato. Il “bombarolo pazzo” sempre stato popolare tra i giocatori, adesso, con l’aggiunta di una seconda Mina a concussione e con la sua ultra Rotobomba migliorata è diventato qualcosa di più di un eroe da scegliere qualche volta. Di contro questa popolarità, ha fatto scemare quella di altri DPS, quali Soldier: 76, Reaper e Doomfist. Ovviamente, l’utilizzo dell’eroe varia a seconda delle leghe, ma, in linea generale, Junkrat è nel meta più che mai.

Roadhog, d’altra parte, con una mobilità aumentata e una riduzione dei danni del 50% mentre si cura è addirittura più utilizzato rispetto alla sua controparte DPS.

I numeri riportati però indicano l’utilizzo dei vari eroi nella modalità Competitiva, e non nell’ambito professionale. Le migliorie apportate ad entrambi gli eroi sono certamente un incentivo per vederli giocati anche nei top team, tuttavia è troppo presto per sapere se influenzeranno la scena professionistica di Overwatch, che è attualmente dominata da Doomfist.

Va considerato inoltre che, a modificare il meta, non sono le migliorie isolate su qualche eroe, quanto piuttosto tutti i cambiamenti che avvengono all’interno del gioco, nel loro insieme. La situazione cambierà probabilmente ancora una volta, quando l’attuale patch del PTR con con il nerf alla “Matrice difensiva” di D.Va e l’aggiunta dei missili al suo kit, raggiungerà i normali server di gioco.

Fonte: Dot Esports
Credits: si ringrazia Andrea L. Pietrasanta per la traduzione


Roadhog, Junkrat e il caos nel meta di Overwatch
Marco "Mark0" Rao

Appassionato di giochi Blizzard fin dagli anni '90, al momento mi occupo di Overwatch a 360°.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701