Overwatch World Cup 2018: LA Bracket – Day 2

Overwatch World Cup 2018: LA Bracket – Day 2

Profilo di theGabro
 WhatsApp

Si conclude il secondo giorno di match per il girone di Los Angeles con le due favorite in testa

Anche la seconda giornata del girone statunitense della Overwatch World Cup é terminata. In testa, senza nessuna sorpresa, ci sono Canada e Stati Uniti, che si giocheranno domani la prima posizione nel girone in un derby all’ultimo sangue.

Come may derby? I due coach, Jayne per il Canada e Hastro per gli USA, sono entrambi parte del team dei Dallas Fuel. Sarà uno scontro emozionante, ma per oggi concentriamoci sui ricapitoli dei match di stanotte:

Svizzera 2 – Austria 3

L’Austria porta a casa una vittoria sofferta contro la vicina Svizzera, che rimane stabilmente nel fondo del girone americano. Un match acceso, peró, con le prime quattro mappe che sono un continuo avanti e indietro tra le due nazionali. Aprono le danze gli elvetici su Oasis, ma subito dopo King’s Row pareggia il match. Nella ripresa la terza mappa, Horizon, porta ancora in vantaggio gli svizzeri ma gli austriaci pareggiano nella quarta, Rialto. Tutto si decide nello spareggio su Nepal, che va a favore dell’Austria nonostante la resistenza strenua degli elvetici. Sogni di qualificazione sfumati per la Svizzera e ultimo posto quasi assicurato dopo i match di oggi.

Brasile 1 – Stati Uniti 3

Il Brasile riesce a portare via una mappa al team statunitense, nonostante la netta superiorità di questi ultimi. I sudamericani tentano il tutto per tutto in questo match, giocando con una convinzione che sarebbe bastata a sconfiggere qualsiasi avversario. Contro gli USA, peró, la convinzione non basta: gli statunitensi, team favorito insieme al Canada in questo girone, non si lascia intimorire e vince le prime tre mappe chiudendo il match con una vittoria. Su Nepal e King’s Row la battaglia é estremamente agguerrita, ma é su Anubis che il divario di esperienza tra i due team si fa davvero evidente: gli USA fullholdano i brasiliani e conquistano senza troppo sforzo il punto e la vittoria. Nell’ultima mappa gli USA abbassano la guardia, peró: Junkertown viene soffiata dal Brasile. Un colpo di coda che costa la prima posizione (per ora) agli Stati Uniti; sarà la sfida con il Canada domani a decretare la vincitrice del girone.

Norvegia 0 – Canada 4

Una performance estremamente dominante quella canadese che mette freno ai sogni della Norvegia di qualificarsi per la fase ad eliminazione diretta. Le prime tre mappe vengono stravinte dai canadesi contro la formazione norvegese: Ilios, Blizzard World e Horizon vanno infatti in favore del Canada quasi senza sforzo. Su Osservatorio: Gibilterra le cose sembrano cambiare per i nordeuropei, che conquistano due punti e sperano almeno nella conquista di una sola mappa, ma i sogni della nazionale norvegese vanno in fumo quando il Canada li sorpassa e vince anche questa mappa.

Stati Uniti 4 – Svizzera 0

Ancora una devastante sconfitta per la nazionale ellenica, che conquista tre sole mappe in tutto il girone finora. Gli Stati Uniti si presentano dominanti contro gli svizzeri, fanalini di coda del girone, e non deludono le aspettative. Eccetto qualche tremore per la seconda mappa, King’s Row, non ci sono stati momenti veramente combattuti in questo match: la supremazia americana era fin troppo evidente. Amaro in bocca per gli elvetici che, oramai, sono sicuri nulla più potrà portare alla loro qualificazione per la fase ad eliminazione della World Cup.

Brasile 3 – Austria 1

Nonostante la sconfitta contro le prime due del girone il Brasile ha ancora qualche chance di passare alla fase finale del torneo, con un po’ di fortuna. Questa vittoria contro l’Austria è la prova che i sudamericani non demordono e vogliono giocarsi il tutto per tutto domani, nella fase finale del girone. Nonostante la perdita di Hanamura a favore degli europei i brasiliani dimostrano una tenacia ed una combattività incredibili: Ilios va a favore dei sudamericani per due punti a uno, e King’s Row viene vinta in Overtime dopo che gli austriaci sono arrivati fin quasi alla fine. Su Junkertown il Brasile domina, impedendo agli avversari di arrivare anche solo al primo punto dopo averli conquistati tutti e tre. La nazionale sudamericana ci spera ancora: tutto dipende dai match di domani di USA e Canada.

“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come un fulmine a ciel sereno, questa volta con una notizia più che positiva, Blizzard annuncia un evento importantissimo, o meglio il ritorno di un evento importantissimo. Parliamo della BlizzCon.

Purtroppo la situazione in casa Blizzard non è stata delle migliori in questi ultimi tempi, se poi aggiungiamo ben due anni di pandemia, potete ben capire in che problematiche versava la realizzazione della BlizzCon.

Quest’anno, la Blizzard, con un comunicato, annunciò di voler rimodellare l’evento (che è il più grande e importante dell’azienda) per renderlo il più inclusivo e accogliente per TUTTI gli amanti dei giochi Blizzard.

Ma il team sa benissimo quanto l’evento sia davvero l’unico modo di riunire una fanbase gigantesca come quella Blizzard. Per questo motivo, Mike Ybarra, nuovo Presidente dell’azienda, ha deciso insieme al team di impegnarsi al massimo per riportare il prima possibile l’evento dal vivo. Già a partire dal 2023.

In una lunghissima intervista ai colleghi del Los Angeles Times, infatti, Ybarra ha parlato delle condizioni della Blizzard e di come l’azienda abbia bisogno di rinnovamento, cosa che sta avvenendo proprio in questi mesi. “Ci stiamo impegnando per migliorare la nostra cultura” e per questo per Ybarra è importante un “team culturale”.

Proprio in quest’aria di rinnovamento si sente forte il bisogno di una nuova BlizzCon ed è proprio il 2023 l’obiettivo del team di Blizzard e della nuova assunta come capo della BlizzCon, April McKee.

Le parole di Mike Ybarra

Avevamo precedentemente annunciato una pausa per la BlizzCon mentre la re-immaginavamo per il futuro ma vogliamo il ritorno ad un evento dal vivo che ci permetta di celebrare la community. Abbiamo recentemente assunto come nuovo capo della BlizzCon, April McKee, che si sta impegnando duramente in questo senso. Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023

Queste le parole di Mike Ybarra che non lasciano spazio alle interpretazione, e mai come ora desideriamo che il piano e la missione di Blizzard si avveri.

Che ne pensate di questo annuncio? Vorreste al più presto il ritorno della BlizzCon?

Articolo Correlato:
Overwatch 2, Blizzard rimuoverà i livelli ed i giocatori sono già infuriati

Overwatch 2, Blizzard rimuoverà i livelli ed i giocatori sono già infuriati

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Con il lancio di Overwatch 2 in quel di Ottobre, pare proprio che Blizzard sia pronta a cambiare un bel po’ di cose, tra cui anche l’attuale sistema di livelli, cosa che non ha fatto molto piacere ai giocatori.

L’attesissimo revamp del brand di Overwatch porterà con sé, come ormai noto, una grande quantità di novità, tra cui la modalità 5v5, un nuovo sistema classificato e molti rework per gli eroi già presenti nel gioco.

E da poco confermate anche le voci che volevano l’attuale sistema di livelli rimossi dal gioco. La notizia ha immediatamente fatto il giro del web, raccogliendo un certo… ”disappunto”.

Overwatch 2, tra livelli rimossi e giocatori furibondi

In un recente Q&A, gli sviluppatori di casa Blizzard hanno purtroppo confermato l’infausta notizia. Ecco le parole che hanno usato per spiegare questa mossa molto impopolare:

”Abbiamo ancora in programma di rimuovere i livelli da OW2, ma vogliamo anche celebrare questo risultato e questa impresa. Il piano è quello di mostrare il tuo livello ottenuto fino ad Ottobre nel tuo profilo, una volta che avremo effettivamente lanciato OW2″.

Queste qui di seguito non sono altro che alcune delle numerose critiche ricevute dai Devs nelle ultime ore:

”Perché non potevano semplicemente far ricominciare tutti da capo al livello 1?”

”Avere un sistema di livellamento in un gioco PvP è una caratteristica così basilare che mi sconcerta che abbiano deciso di rimuovere una funzione pensata per incentivarti a continuare a giocare.”

“Sembra che tutti gli XP che hai guadagnato in 6 anni non contino niente! Ero così felice di arrivare al livello 500, un mese dopo hanno detto che nessun livello sarebbe stato presente in futuro. È triste”.

Insomma, cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Junker Queen: in anteprima le ABILITÁ della prossima eroina di Overwatch 2

Junker Queen: in anteprima le ABILITÁ della prossima eroina di Overwatch 2

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Questo giugno avremo finalmente di nuovo la possibilità di provare in anteprima i contenuti di Overwatch 2, in preparazione di quello che sarà il lancio del gioco ad Ottobre di quest’anno.

Nelle ultime settimane sono state anticipate ed annunciate diverse novità, ma la più interessante è sicuramente quella riguardante l’arrivo di una nuova eroina, Junker Queen.

In un recente video, gli sviluppatori di casa Blizzard ne hanno approfittato per mostrarci in anteprima un estratto del gameplay di Junker Queen. Ecco quello che siamo riusciti a capire.

Junker Queen, su Overwatch 2 una ventata d’aria fresca!

Stando a quanto mostrato nelle immagini in anteprima, Junker Queen si presenta come una vera e propria eroina esplosiva, in tutti i sensi.

Armata di un potente fucile e di un coltello di combattimento, Junker Queen punterà a colpire i nemici con potenti attacchi per causare un letale stato di sanguinamento.

La connessione di questi danni, porterà all’immediata attivazione della passiva dell’eroina, che le permette di recuperare una certa quantità dei danni inflitti dal sanguinamento. Per quello che riguarda invece il resto delle abilità queste saranno: Commanding Shout, Carnage e Rampage.

  • Commanding Shout: aumenta la salute di Junker Queen di 200, quella dei suoi alleati di 100 ed aumenta la velocità del 30%;
  • Carnage: Junker Queen equipaggia la sua letale ascia per colpire tutti i nemici ed applicare i danni da sanguinamento;
  • Rampage: Junker Queen carica in avanti circondata da un vortice di detriti colpendo tutti i nemici del raggio, applicando sanguinamento ed impedendogli di farli curare.

Insomma, cosa ve ne pare del kit di Overwatch 2 di Junker Queen? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: