Coronavirus: si ferma l’ESL PRO Tour e vengono cancellate le tappe della Overwatch League!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

L’emergenza dovuta al Coronavirus è un qualcosa che riguarda più di 100 paesi in tutto il mondo, e con il passare dei giorni aumentano le segnalazioni e gli annunci relativi alle cancellazioni degli eventi esport.

Gli ultimi due campionati (in ordine di tempo) a dover pagare il carissimo prezzo di questa emergenza sono stati l’ESL PRO League due tra le più importanti competizioni dell’intera scena mondiale esportiva.

Questi blocchi, assolutamente necessari per la salvaguardia delle persone, avranno un pesantissimo impatto sull’economia di entrambe le leghe e su quella delle varie squadre, già martoriate (il riferimento è ovviamente diretto a quelle della Overwatch League) da una situazione straordinaria per colpa della quale sono dovute restare ferme al palo con zero partite giocate.

La risposta che gli organizzatori hanno dato a questa situazione di crisi è stata quella del passaggio interamente online di tutte le partite, una scelta che noi riteniamo giusta se si considera che non si hanno tempistiche certe entro quando la situazione migliorerà.

Le tappe della OWL cancellate: 

  • Week 6: Florida
  • Week 7: Atlanta
  • Week 8: London & San Francisco
  • Week 9: Washington & Dallas
  • Week 10: Paris
  • Week 11: Toronto & Los Angeles
  • Week 12: Boston and Dallas

Questa “incertezza”, che sta già colpendo l’organizzazione delle competizioni sportive tradizionali, può essere però superata, seppur con alcune difficoltà, dalle discipline esportive.

A differenza di una partita di calcio, di un gran premio di Formula Uno o di una partita di pallacanestro, una partita tra due team della OWL può regolarmente svolgersi online, una caratteristica che permetterà a molti campionati esportivi di svolgersi regolarmente, senza rischiare di perdere l’intero anno competitivo.

La decisione della OWL e dell’ESL Pro League è pertanto quella di giocare regolarmente tutte le sfide (e, nel caso della OWL, di recuperare quelle arretrate) online, con la speranza che torni nel più breve tempo possibile una situazione di normalità per tutte le competizioni sportive, che siano legate al mondo esport o quelle legate alle discipline “tradizionali” poco importa.

Per la OWL non è ancora del tutto chiaro se le partite si svolgeranno interamente online o se i giocatori si dovranno ritrovare in una lan a porte chiuse, anche se è probabile che si opti per delle sfide giocate direttamente dalle sedi delle varie squadre (ognuna quindi, giocherebbe dalla sua “gaming house”).

Non appena disponibili provvederemo a pubblicare nuove e più dettagliate informazioni su questo argomento, come le date fissate per il recupero delle partite, e le schedule di tutte le partite da poter seguire in streaming.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701