MTGO Pioneer – Prime Decklist e Idee per il Nuovo Formato

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Lunedì scorso, il 21 ottobre 2019, Wizards of the Coast ha annunciato dei ban che hanno interessato i formati Standard e Pauper. Contemporaneamente a questo cambiamento è stato annunciato un nuovo formato di gioco chiamato Pioneer.

Questo nuovo formato sarà non-a-rotazione (esattamente come il Modern) e comprende tutte le espansioni da Core Set 2014 in avanti, con le espansioni che usciranno in futuro che andranno quindi ad aggiungere nuove carte al formato.

Pioneer è stato giocabile su Magic: the Gathering Online a partire dal 23 ottobre 2019 e da questa data i social (Twitter in particolare) e i vari siti web che si occupano del nostro amato gioco di carte si sono riempiti di liste di mazzi e di nuove idee.

Idee e mazzi per Pioneer

Cosa bolle nel calderone delle idee dopo pochi giorni dall’annuncio del formato? beh, Twitter in questo senso è una fucina di idee di dimensioni titaniche.

Avendo soltanto 29 espansioni a disposizione, Pioneer potrebbe sembrare, a prima vista, un Modern di dimensioni ridotte, privato di alcune delle carte che lo contraddistinguono (come Liliana of the Veil, Snapcaster Mage, Death’s Shadow, Primeval Titan, Amulet of Vigor, Urza Lord High Artificier, Mox Opal ecc…).

 

Questa idea non potrebbe essere più sbagliata, dal momento che la banlist iniziale del formato comprende le 5 fetch lands di Khans of Tarkir, utilizzate come base per gran parte dei mazzi Modern. Ciò “costringe” i giocatori a pensare a dei mazzi con delle manabase differenti dal Modern, non più così “automatiche” per chi è abituato al formato. Dall’altro lato, per chi gioca Standard da molto tempo, dai tempi di Ritorno a Ravnica (anno 2012), alcune delle idee che stanno emergendo in merito al nuovo formato possono sembrare abbastanza familiari.

Una cosa è certa: i mazzi che stanno emergendo sono una miriade. Andiamo a vederli.

Mazzi Aggro

(questo articolo contiene sia liste prese dal web sia mazzi listati da me)

MonoGreen Stompy

Verde è quasi sempre sinonimo di Aggro e creature enormi ed avendo a disposizione ottime creature a costo 1 come Pelt Collector ed Experiment One, delle costo 2 come Avatar of the Resolute, Steel Leaf Champion come costo 3 ed una magia che ci consente di prendere in mano creature extra come Once Upon a Time; MonoGreen Stompy è sicuramente un aggro solido e che vale la pena giocare.

MonoRed Prowess-Burn

Un gran classico di tutti i formati di MTG è Burn. In Pioneer, questo archetipo può usufruire dei vantaggi della meccanica Prowess, introdotta con Khans of Tarkir, e vantare ben 16 creature a costo 1! Le “burn spell” fanno il resto. Mazzo sicuramente forte e temibile.

UR Prowess-Burn

Aggiungere il blu a Burn significa sfruttare le 2 carte overpowered di Khans of Tarkir, Treasure Cruise e Dig Through Time. Questo archetipo è stato dominante in Modern, quando le 2 carte appena menzionate uscirono e ne causò il ban dal formato. Questa lista utilizza soltanto Cruise, ma pescare 3 carte in più in un mazzo del genere significa avere maggiori possibilità di infliggere danni all’avversario ed ucciderlo, portando a casa la partita.

MonoBlue Aggro-Tempo

Avendo Theros tra le espansioni a disposizione, si può usufruire di Master of Waves come win condition e questo mazzo MonoBlue punta a fare proprio questo. Inoltre, la stessa espansione ci da’ a disposizione una bomba come Thassa, Dea del Mare, immancabile in un mazzo come questo dati i numerosi vantaggi che la carta da’ (scry 1 ad ogni mantenimento, possibilità di rendere le nostre creature inbloccabili e di picchiare l’avversario con un 5/5 indistruttibile). Questo mazzo può essere considerato una versione aggiornata del MonoBlue che si giocava in Standard quando Dominaria era un’espansione legale nel formato. Molto interessante.

Selesnya Aure

Prendendo spunto dai Bogles formato Modern e formato Pauper, c’è stato chi ha pensato questa lista. Esattamente come negli altri formati in cui questo mazzo esiste, la strategia è giocare una o più creature con Hexproof (immuni alle magie avversarie) ed incantarle sino a farle diventare bestie enormi ed ingestibili che surclasseranno l’avversario.

Abzan Aggro (lista di mia creazione)

Per trovare una qualsiasi notizia di una lista Abzan Aggro dobbiamo tornare al 2014, anno d’uscita di Khans of Tarkir, espansione che ha dato alla luce Siege Rhino, una delle carte più amate ed odiate di quel tempo. Ho amato Rhino a tal punto che ho deciso di creare la lista che vedete, che unisce creature enormi da “pali” che l’avversario dovrà aggirare per vincere.

Mardu Vehicles

Un vecchio tier1 che dello standard di Kaladesh, questo Aggro utilizza la forza dei Veicoli, gli artefatti animabili introdotti con Kaladesh, per prestentare all’avversario minacce costanti. I 2 Gideon, Blackblade e Ally of Zendikar, sono elementi che rendono il mazzo consistente donando indistruttibilità alle nostre creature e fornendo altre creature per manovrare i Veicoli. Attenzione anche a questo mazzo.

 

Mazzi Midrange

Izzet Phoenix

 

Arclight Phoenix e Thing in the Ice si trovano ancora una volta nello stesso formato e viene quasi automatico pensare ad un mazzo che le includa entrambe, visti anche i risultati che l’omonima accoppiata ha avuto in Modern prima del ban di Faithless Looting. Inoltre, il mazzo può sfruttare Treasure Cruise e Dig Through Time, cosa da non sottovalutare e probabilmente sarà un dei migliori mazzi del Pioneer.

Abzan Midrange

Un classico BGx Midrange che vuole giocare Siege Rhino, splashando il bianco. Mazzi di questo tipo saranno sicuramente presenti in Pioneer, poichè molto solidi per via di creature efficienti, rimozioni a basso costo di mana e della presenza dell’immancabile Thoughtseize.

Golgari e Sultai Delirium

Qui abbiamo 2 midrange che riprendono una meccanica di Shadow over Innistrad, ossia Delirium, che garantisce vantaggi quando si hanno 4 o più tipi di carte al cimitero. La creatura più famosa ad avere questa meccanica è Grim Flayer (che riceve +2/+2 quando ci sono 4 o più tipi diversi di carte al cimitero, diventando un 4/4 trample a costo 2). Trova posto in questi mazzi anche Ishkanah Grafwidow, un ragno 3/5 costo 5 con reach che crea altri 3 ragni 1/2 con reach se siamo in Delirio. Altra ottima carta per questa meccanica è Traverse the Ulvenwald che ci fa’ cercare nel mazzo una creatura o una terra qualunque se siamo in Delirio.

Inoltre, nella versione Sultai, trova spazio Oko Thief of Crowns, carta più forte dell’ultima espansione, Throne of Eldraine. Con questa meccanica ha senso giocare anche Deathrite Shaman, che soffre la mancanza delle fetchlands in questo formato, grazie alle quali poteva fungere anche da manadork, esiliandole da un cimitero.

Anche i mazzi Delirium promettono bene.

Bant Company

Un diverso tipo di midrange rispetto ai precedenti che sfrutta Collected Company per generare vantaggio sul board. Inoltre, include bombe come Archangel Avacyn (che può rentare indistruttibili le creature che abbiamo sul board), Oko e Teferi come planeswalkers. Company si presenta come una delle carte più forti in Pioneer e rende il mazzo decisamente interessante.

BG Season Past

Questo è un mazzo Golgari che sfrutta il vantaggio generato dal fatto di poter riutilizzare all’infinito le proprie carte grazie alla carta Seasons Past che consente di riprendere in mano dal proprio cimitero un qualsiasi numero di carte con costi di mana diversi tra loro. Una volta che risolve, Season Past torna in fondo al mazzo del suo proprietario e ciò permette di riutilizzarla più volte. Strategia interessante anche se forse un po’ lenta in questa lista per via della singola copia di Season Past.

Grixis Midrange

Questo Grixis sfrutta Young Pyromancer e Dreadhorde Arcanist come motori di vantaggio e Thing in the Ice come principale chiusura. Le magie non creatura sono atte a togliere le minacce avversarie e ad indebolirne la mano grazie alla presenza di ben 7 carte che costringono l’avversario a scartare carte (4 Thoughtseize e 3 Thought Erasure).

GW e Abzan Enchantments

Qui abbiamo 2 midrange che si basano sugli incantesimi. Interessante è il fatto di voler puntare su Sigil of the Empty Throne come chiusura.

Sultai Midrange

Sostanzialmente BG Midrange con Oko, Dig Through Time e Jace Vyrn’s Prodigy. Molto forte, da tenere d’occhio.

5c Bring to Niv Mizzet

Per i fan dei mazzi pentacolore c’è questo mazzo (nato di recente anche in Modern) che è un “good stuff deck”, ossia un mazzo che mette insieme le migliori carte a disposizione, creando un mazzo pieno di bombe. Dal momento che il mazzo è costruito a partire da Niv-Mizzet Reborn, le carte del mazzo sono quasi ed esclusivamente bicolore. Tra queste vi è Bring to Light, carta che consente di mettere in gioco giocare una creatura, una stregoneria o un istantaneo con costo di mana pari ai colori di mana spesi per lanciare Bring to Light.

Mazzi Control

UW ed Esper Control

 

I control del Pioneer hanno l’imbarazzo della scelta: Teferi Time Raveler, Teferi Hero of Dominaria, Jace Architect of Thought, Narset Parter of Veils, Elspeth Sun’s Champion, Gideon of the Trails, Gideon Ally of Zendikar sono i planeswalker migliori ha disposizione dell’archetipo. Aggiungeteci counter come Disallow, Dovin’s Veto, Absorb ed Essence Scatter; rimozioni ottimali come Supreme Verdict e Detention Sphere; motori di vantaggio carte come Dig Through Time e Sphinx’s Revelation ed avete le premesse per uno dei mazzi più forti del futuro metagame Pioneer. Se poi avete una voglia insaziabile di giocare il nero, Thoughtseize, Fatal Push ed Hero’s Downfall sono ottime ragioni per farlo.

Esper Dragons

Questa è una variante di Esper Control che si ispira ad uno dei mazzi più forti che circolavano nello Standard all’epoca di Dragons of Tarkir. Dragonlord Ojutai e Dragonlord Silumgar sono delle buone carte, ma al momento l’Esper Control classico sembra più performante.

Mazzi Combo

Saheeli Copycat Combo

Questo archetipo non è nuovo ne per i giocatori di Standard ne per quelli di Modern. In Standard servì un ban per porre fine al mazzo, in Modern è uno dei tanti mazzi giocabili.

In Pioneer viene riproposta questa idea. Questo mazzo chiude grazie ad una combinazione di 2 carte, Saheeli Rai e Felidar Guardian. La combo funziona in questo modo: Saheeli utilizza la sua -2 su Felidar Guardian per crearne una copia, la quale esilierà Saheeli Rai che rientrerà in gioco immediatamente e potrà creare un’altra copia di Felidar Guardian in un loop infinito.

Le restanti carte del mazzo sono atte a difenere la combo e/o neutralizzare le minacce avversarie.

Saheeli Combo potrebbe essere uno dei migliori mazzi in Pioneer, in virtù del fatto che la combo non richiede molte carte e se ben difesa garantisce vittorie sicure. Tutto sta nel vedere quante risposte il resto del meta avrà a questo mazzo.

Marvel Combo

I mazzi con Aetherworks Marvel sono una vecchia conoscenza di chi giocava Standard ai tempi di Kaladesh.

La “scorretta” meccanica Energy raggiunge il suo culmine con questa carta, che pagando 6 segnalini energia consente di lanciare una qualsiasi carta tra le prime 6 del mazzo e fornisce un segnalino energia tutte le volte che un permanente che controlliamo viene mandato al cimitero dal gioco. Se provate a pensare che con questa carta è possibile lanciare gratis Ulamog o Emrakul GRATIS, capirete anche il motivo del suo ban dallo Standard di anni fa.

In Pioneer, Marvel è indubbiamente potente, ma ha un grande nemico in Teferi Time Raveler, poichè grazie alla sua abilità statica, Teferi impedisce al giocatore che attiva Marvel di lanciare la carta scelta, dal momento che la lancierebbe a velocità di istantaneo e Teferi impedisce di fare ciò.

UG Nexus

Essendoci Nexus of Fate a disposizione, non poteva mancare un mazzo con questa carta. In Pioneer, Nexus è ancora più temibile di quanto lo fosse in Standard, dal momento che può contare anche su Dig Through Time, Treasure Cruise e Cyclonic Rift.

BG Scales Constrictor

Hardened Scales e la marea di segnalini +1/+1 che questa carta si porta dietro sarà presente in Pioneer come lo è in Modern.

Grandi assenti nel mazzo Pioneer, rispetto al suo omonimo Modern, sono Arcbound Ravager e Mox Opal. In particolare, il primo di questi in Modern consente di uccidere velocemente l’avversario, trasferendo a Walking Balista un numero abnorme di segnalini +1/+1 che rimossi causeranno danni letali all’avversario. In Pioneer si compensa avendo una creatura con lo stesso effetto di Hardened Scales, ovvero Winding Constrictor. Steel Overseer e Nissa Voice of Zendikar sono i nostri distributori di segnalini e grazie ad essi avremo creature gigantesche con le quali uccidere il nostro avversario.

Scales sarà quasi certamente uno dei mazzi del futuro metagame Pioneer, data la forza di Walking Balista ed il fatto che questo mazzo è in grado di sfruttarla nella maniera migliore.

Mazzi Ramp

MonoGreen e RG Devotion

La meccanica nata con Theros è ampiamente sfruttabile per dei mazzi Ramp che hanno in Nykthos Shrine to Nyx la loro carta chiave.

Inoltre, le espansioni più recenti hanno dato una enorme mano a questa strategia, grazie a carte come Leyline of Abundance, che raddoppia il mana fornito dalle creature (Llanowar Elves ed Elvish Mystic); e Nissa Who Shakes the World, che raddoppia il mana verde che forniscono le foreste. Tonnellate di mana richiamano in automatico creature enormi (Hornet Queen, Ulamog, Balista, Dragonlord Atarka ecc…)

Avendo giocato personalmente questo mazzo su MTGO posso affermare che è impressionante e quasi certamente troverà spazio nel metagame Pioneer.

Mazzi Tribali

Zombies

Zombies è il tribale che ha vinto il Pro Tour Hour of Devastation nel 2017, quando Eldritch Moon era legale in Standard. Ispirati da quel mazzo, i fan dei nonmorti hanno iniziato a provare liste di MonoBlack Zombies in Pioneer. Anche io, da fan dei mazzi Tribali ed avendo gli Zombie come mie creature preferite, ho iniziato a testare una mia lista, con la differenza che ho voluto aggiungere il blu per poter giocare Scarab God, carta più forte dell’espansione Hour of Devastation; ed Unmoored Ego contro gli eventuali mazzi combo del formato.

Spiriti

Quasi certamente uno dei tribali più forti del Pioneer, Spiriti appare sia in veste UW che Bant con Collected Company, esattamente come in Modern. Alcuni giocatori hanno già ottenuto dei risultati con questo archetipo, realizzando dei 5-0 nelle leghe su MTGO.

La forza degli Spiriti sta’ nel fatto che sono tutti volanti (quindi evasivi) e che il mazzo è giocabile sia come Aggro che come mazzo Tempo, data possibilità di giocare carte come Spell Queller e Teferi Time Raveler.

Elfi

Elfi in Pioneer non è molto diverso dal suo omonimo Modern. Potendo contare su Collected Company, abbiamo un motore di vantaggio creature, inoltre abbiamo 8 manadork a costo 1 (4 Llanowar Elves e 4 Elvish Mystic) per accelerare il nostro gioco.

Non disponiamo di Ezuri Renegade Leader come chiusura, ma ispirandomi al Elfi del formato Legacy, ho optato per End-Raze Forerunners come chiusura (come se fosse un Craterhoof Behemoth), prendendolo dal mazzo con Chord of Calling.

Umani

La versione pensata per Umani in Pioneer è praticamente un White Weenie, un MonoWhite Aggro con ben 22 creature a costo 1. Queste verranno pompate da Thalia’s Lieutenant e da Benalish Marshal nei turni successivi al primo.

Come riomozione abbiamo Declaration in Stone e usiamo Brave the Elements per proteggere le nostre creature. L’idea è interessante, soprattutto perchè diversa dal 5c Umani del Modern.

Vampiri

Vampiri in Pioneer è un aggro con sinergie con la meccanica Madness. Ho scelto di giocare Midnight Reaper, poichè il mazzo mancava di un motore di pescate extra.

La mia opinione è che tuttavia non sia questa la alternativa migliore per questo tribale, al quale è come se mancasse qualcosa…

Goblins

Monored Goblins fa’ leva un numero elevato di creature veloci per schiacciare l’avversario.

Punte di diamante del mazzo sono Goblin Piledriver e Goblin Rubblemaster che quando attaccano acquistano forza in base al numero di Goblin che attaccano assieme a loro. Inoltre, per non lasciare speranza all’avversario, giochiamo anche Embercleave e Temur Battle Rage, 6 carte che danno doppio attacco e travolgere ad una creatura. In combinazione con Piledriver e/o Rubblemaster, queste carte chiudono la partita.

Goblin non sembra un brutto mazzo da giocare nel nuovo formato.

Cavalieri

Cavalieri in Pioneer potrebbe essere giocabile, specie se disponiamo di Unbreakable Formation per rendere indistruttibili le nostre creature, di Embercleave per incrementare i danni che le nostre creature fanno e di creature “lord” (ovvero quelle creature che danno +1/+1 alle altre carte dello stesso tipo).

Questo non sembra un mazzo brutto da giocare in Pioneer.

Eldrazi

Le creature più temute, odiate e potenti dell’intera storia di Magic: the Gathering sono a disposizione in Pioneer.

Tuttavia, gli Eldrazi sono privi delle terre che li rendevano temuti da tutti i giocatori, ovvero Eldrazi Temple e Eye of Ugin, per tanto potrebbero con essere così forti nel nuovo formato.

Conclusioni

Pioneer sembra un formato divertente ed aperto ad sacco di mazzi di qualsiasi genere. Questo weekend il formato avrà sua prima “prova del nove”, poichè ci sarà la prima Pioneer Challenge su Magic: the Gathering Online che vedrà 237 giocatori contendersi la vittoria del torneo.

Sperando in un metagame vario, un supergasato Bata vi saluta e vi da’ appuntamento al prossimo articolo!

Fonte Decklist: MTGGoldfish, Magic: The Gathering Online, BataMTG

Luca "Bata" Battaiotto

Nato nel 1993, da sempre con una grande passione per videogiochi, Playstation, musica (Power Metal in particolare) e Magic: the Gathering, del quale sono un giocatore amatoriale dall'uscita di Quinta Alba. Gioco Modern dal 2013 e Standard dall'uscita di Amonkhet. Attivo su Magic: The Gathering Arena sin dalla Closed Beta.