Annunciato il Nuovo Formato Pioneer per Magic – Il Comunicato in Italiano

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il nuovo formato vedrà solo i set da Ritorno a Ravnica a Trono di Eldraine

Dopo l’annuncio di qualche minuto fa’ sul Ban di Field of the Dead in Standard la Wizards of the Coast annuncia, con profonda sorpresa, un nuovo formato chiamato Pioneer.

Il formato Pioneer vedrà carte provenienti da Return to Ravnica a Throne of Eldraine(l’ultima espansione). Le uniche carte bandite(al momento n.d.a.) sono le note “fetch land”. Parliamo di: Pantano Insanguinato, Spiaggia Allagata, Delta Inquinato, Landa Ventosa e Colline Boscose.

Vediamo nel dettaglio il comunicato ufficiale(in italiano) presentato dalla Wizards of the Coast qualche minuto fa’

Annuncio del formato Pioneer

Il nuovo formato senza rotazione Pioneer, che utilizza carte da Ritorno a Ravnica in poi, presto arriverà agli eventi dedicati al gioco in versione cartacea e su Magic Online!

Perché un nuovo formato e perché in questo momento? Dove e quando sarà possibile giocare? Domande molto interessanti!

Giovedì 24 ottobre alle ore 23:00 CEST, Aaron Forsythe e Max McCall compariranno in Weekly MTG su twitch.tv/magic, per rispondere a tutte le domande che riguardano Pioneer. Nel frattempo, continua a leggere per scoprire di più sul formato e sulle idee che ne stanno alla base.

La storia di Pioneer inizia con Modern. Tanti, tanti, tanti anni fa (nel 2011, per la precisione), è stato creato Modern come formato intermedio per i giocatori non ancora pronti per cimentarsi con Legacy, ma alla ricerca di nuovi modi per usare la propria collezione dopo la rotazione relativa al formato Standard. Questo accadeva diciotto anni dopo la pubblicazione della prima espansione legale nel formato Legacy, ossia la Limited Edition (Alpha), ed era il momento giusto per colmare un vuoto.

Tornando al presente, Modern ha soddisfatto le nostre aspettative: è diventato un formato senza rotazione che piace ai giocatori e dà loro libertà di esplorazione. Intanto, Standard prospera e viene introdotto a una nuova generazione di giocatori attraverso Magic: The Gathering Arena.

Tuttavia, c’è un distacco tra i due. Considerevole. L’espansione Modern meno recente risale al 2003, ovvero a sedici anni fa. E ora che l’insieme di carte disponibile in formato Modern si è fatto così consistente, non riveste più il ruolo necessario di “formato grazie al quale è possibile usare le carte Standard in proprio possesso dopo la rotazione”. Per i giocatori che hanno cominciato di recente e che desiderano giocare ancora con le proprie carte preferite dopo la rotazione, Pioneer, come Modern prima del suo arrivo, colma questo vuoto offrendo un’esperienza di gioco divertente sia in versione cartacea che in Magic Online. Al momento non si prevede di aggiungerlo come formato a Magic: The Gathering Arena.

Prima di approfondire ulteriormente, bisogna fare una precisazione: Modern non va da nessuna parte. Amiamo Modern tanto quanto lo amano i giocatori. Pioneer non è in alcun modo un rimpiazzo. Anzi, è il riconoscimento di una base di giocatori eterogenea, stratificata e in crescita. Come già affrontato al momento del lancio dei programmi eSports aggiornati, la modalità di gioco da tavolo è in evoluzione, e per evoluzione intendiamo la necessità di offrire non soltanto maggiori opportunità di gioco, ma anche nuovi modi di giocare. Consideriamo Pioneer come un’esperienza aggiuntiva.

Pioneer Infographic

Pioneer utilizzerà le espansioni da Ritorno a Ravnica in poi. Con la creazione di Pioneer, puntavamo a un formato grande abbastanza da avere sinergie tra diversi blocchi, per dargli caratteristiche esclusive. Stabilire il punto di partenza a RTR lo differenzia come non mai da Modern, il cui lancio è anteriore. Per saperne di più sul perché l’espansione è stata utilizzata come soglia iniziale per il formato, segui la diretta del 24 ottobre su Weekly MTG.

L’elenco iniziale delle carte bandite comprenderà solo cinque carte, le cosiddette “fetch land”: Pantano Insanguinato, Spiaggia Allagata, Delta Inquinato, Landa Ventosa e Colline Boscose.

Giovedì discuteremo più nel dettaglio della filosofia che sta dietro alle carte bandite e limitate, ma il concetto principale è il seguente: le basi di mana con “fetch land” e “shock land” sono molto forti e rendono il gioco a tre o quattro colori troppo semplice. I mazzi possono così diventare più omogenei e il formato viene definito maggiormente dalla quantità delle carte chiaramente più forti che i giocatori riescono a inserire in un mazzo. Maggiori limitazioni sulle basi di mana aggiungono invece eterogeneità al formato e fanno sì che i mazzi si giochino in maniera più diversificata.

Sarà possibile costruire mazzi e testare il nuovo formato su Magic Online a partire dal 23 ottobre, con eventi di lancio e qualificazione a seguire. Per quanto riguarda la versione cartacea, Pioneer sarà presto disponibile per il gioco ad alto livello! Pioneer sarà uno dei formati della prima serie di Players Tour del 2020, che si terrà l’1 e il 2 febbraio, e poi l’8 e il 9 febbraio. Anche le finali dei Players Tour, che avranno luogo il fine settimana del 25 aprile 2020, utilizzeranno questo formato. A partire dal 21 marzo, alcuni eventi di qualificazione per i Players Tour in formato cartaceo cominceranno a usare Pioneer.

Nel frattempo, trattandosi di un nuovo formato, lo terremo sotto controllo sin dall’inizio e bandiremo carte in date fuori ciclo. Utilizzeremo Magic Online per la raccolta dei dati e saremo disposti a bandire carte qualora si dimostrino problematiche nella fase iniziale. Visita @Wizards_Magic e @MagicOnline, nonché la sezione della novità di questo sito web.

Pioneer avrà il seguente supporto su Magic Online a partire dal 23 ottobre, quando il gioco tornerà attivo dopo la manutenzione programmata:

  • Supporto alla lobby di gioco a livello di Standard o Modern (quindi, estremamente visibile), comprese le League
  • Weekly Format Challenges di domenica, ma non i Format Playoffs del 2019
  • I tornei PTQ che si terranno nelle seguenti date:
    • Venerdì 1 novembre
    • Venerdì 8 novembre
    • Sabato 23 novembre
    • Venerdì 6 dicembre
    • Sabato 7 dicembre
  • L’evento MOCS Preliminary che si svolgerà sabato 23 novembre

Il lancio di un nuovo formato è sempre un momento entusiasmante, non vediamo l’ora di sapere cosa ne pensano i giocatori e di vedere le loro idee in azione!

Davide "Tyrann" Giungato

Affascinato sin dalla tenera età di videogiochi dei più svariati generi e soprattutto dai Giochi di Carte Collezionabili. Approdo al lato "competitivo" del gaming per pc con Hearthstone nel 2015 per poi decidere di provarli TUTTI; da Faeria a Duelyst e da TES: Legend a MTG: Arena. Giungo poi su Gwent e trovo Powned.it nel novembre del 2017 dove comincio a scrivere di Gwent e di tanto altro. Da sempre appassionato di discussioni sui CCG, trovo interessante parlare per ore e ore di come un buon drop a 2 possa cambiare le sorti di una intera partita.. e anche del mio tempo!