Si spegne a soli 24 anni Remilia, prima professionista delle LCS

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Una bruttissima notizia per l’intero ecosistema esports è da poco giunta dagli Stati Uniti d’America dal profilo Twitter di Richard Lewis, giornalista di Dexerto…la celebre streamer e giocatrice americana di League of Legends Remilia è purtroppo deceduta, per cause ancora da accertare, mentre stava dormendo durante la notte.

Per chi non la conoscesse, Remilia è stata la prima giocatrice al mondo ad aver solcato i palchi del campionato LCS, il più importante evento competitivo del gioco Riot dell’intero nord-america. Maria Remilia Creveling non era però più attiva nel competitivo da diversi anni.

Dopo il suo passaggio iniziale nei Curse Academy, e l’ottenimento della promozione nelle LCS con il team Renegades (che la renderà la prima giocatrice al mondo a raggiungere questo risultato), Remilia decideva infatti di ritirarsi a causa di motivazioni personali (la stessa giocatrice aveva spiegato di soffrire di ansia e di problemi di autostima) proseguendo la sua carriera come streamer e, solo successivamente, nuovamente come professionista nel 2016 con il team Kaos Latin Gamers.

Nota in tutto il mondo per l’utilizzo che era in grado di fare di Thresh e Morgana, con la sua morte Remilia lascia un vuoto devastante sia alle migliaia di fan che quotidianamente seguivano le sue dirette, sia a tutti gli amanti del mondo esports, che da sempre hanno visto in Remilia un modello da cui prendere esempio, la storia di una professionista talentuosa e brillante che è riuscita a farsi spazio ed a ritagliarsi una sua dimensione in uno dei campionati più difficili e duri dell’intero settore esports.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701