PG Nationals: i MKERS vincono a fatica contro gli Outplayed

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La prima partita dei playoff del PG Nationals ci ha regalato una serie lunga, combattuta e ricca di spettacolo.

MKERS ed Outplayed ci hanno fatto vedere di cosa sono capaci, ma alla fine l’hanno spuntata i primi classificati della stagione regolare. Nonostante la sconfitta, niente è perduto per gli OP, che potranno giocarsi comunque le loro carte all’interno del loser bracket.

Prima serie dei playoff del PG Nationals

Outplayed preparati e senza paura

Ciò che ci ha stupiti di più nel corso della serie, è stato il livello di preparazione con cui gli OP sono arrivati a questo match. I ragazzi di coach Fykling hanno studiato bene l’avversario, e sono riusciti a rendere difficilissima una serie che poteva un gioco da ragazzi per i MKERS.

Gli Outplayed sono stati capaci d’impostare un macrogame eccezionale su ogni lato della mappa, cosa che ha scombussolato i piani di Zwyroo e compagni. Oltre a questa ottima preparazione sul piano strategico, dobbiamo anche da lodare le straordinarie prestazioni meccaniche dei singoli componenti del team.

Durante il corso della serie abbiamo assistito ad un livello di gioco altissimo, da parte di ogni singolo player, con Aki che ha ampiamente mostrato di essere uno dei migliori midlaner del PG Nationals. Purtroppo l’ultimo game è stato un po’ un disastro su tutti i fronti per gli OP, che hanno draftato una composizione non bellissima e non hanno retto alla stanchezza, porgendo il fianco ai MKERS che non si sono fatti pregare.

MKERS vincenti ma non convincenti

Se da una parte abbiamo lodato le prodezze degli Outplayed, dall’altra dobbiamo mettere l’accento sulle prestazioni poco esaltanti dei MKERS che si aspettavano di vincere con facilità. I ragazzi di coach Moo non sono stati in grado di giocare sui loro livelli, ed hanno perso delle partite che non dovevano perdere nel corso della serie (come detto da Rawbin IV nell’intervista post-partita).

E’ chiaro che, alla lunga, la loro esperienza e la loro forza individuale abbia prevalso, ma i MKERS hanno bisogno di ritornare subito in carreggiata. Nonostante tutto, conosciamo bene il potenziale di questa squadra, e siamo convinti che si adatteranno presto al formato di best of 5. C’è tanto lavoro da fare e l’essere nel winner bracket gli concederà più tempo per allenarsi e prepararsi, in vista del possibile scontro con i Samsung Morning Stars.

Immagini via PG Esports

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701